Serrature porte blindate

Le serrature delle porte blindate

La porta anti-effrazione, nome meno comune, ma più corretto, di porta blindata, offre certamente un elevato grado di sicurezza alle abitazioni, agli uffici, agli esercizi commerciali che ne sono dotati: una sicurezza che, tuttavia, viene quantificata in base a sei classi di qualità, stabilite in ordine crescente di resistenza, a seconda di diverse caratteristiche tra le quali rientra per l’appunto il tipo di serratura di cui la porta dispone. Anche se è innegabile che i tentativi di furto e di intrusione sono in aumento un po’ ovunque, va detto che, fortunatamente, anche la tecnologia in materia di difesa passiva ha fatto passi da gigante e ha messo a disposizione dell’utente diverse possibilità tra cui scegliere in base alle specifiche esigenze. E’ evidente che ogni tipo di abitazione ha bisogno di uno specifico livello di protezione che varia in base ai fattori di rischio effettivo cui va incontro, tenendo conto pure di ciò che la casa contiene al suo interno. E’ facile intuire come un appartamento posto in un condominio necessiti di una protezione inferiore rispetto all’ingresso di un’abitazione unifamiliare o di una villetta, così come due appartamenti situati nello stesso condominio abbiano l’esigenza di un differente tipo di sicurezza, parallelamente ai beni di valore che custodiscono al loro interno.
Serrature porte blindate

Serrature DIERRE per porte blindate triplice a doppia mappa entrata chiave e maniglia 70mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 59,17€


Serrature meccaniche

Serrature meccaniche Come procedere dunque nella scelta della serratura della porta blindata? Sappiate innanzitutto che sul mercato esistono serrature cosiddette meccaniche ed elettroniche. Le varie serrature non differiscono solo nei materiali, ma proprio a livello strutturale.

Le meccaniche tradizionali comprendono le chiavi a doppia mappa che sono, per intenderci, le chiavi a gambo lungo. Queste, nella parte finale, sono dotate di una sorta di alette doppie; se rientrano tra quelle a costanza fissa, vale a dire con intagli simmetrici su ogni aletta, sono ormai superate. Quelle a costanza variabile, dotate di denti di tipo irregolare, invece sono sicuramente più moderne.

Oggi, però sono disponibili anche le serrature a tripla mappa che rendono assai più difficoltosa un’eventuale duplicazione.

  • serrature La casa, per essere ben protetta, va chiusa a dovere. Porte e finestre, devono, infatti, essere debitamente chiuse prima di andare a dormire o prima di uscire di casa per qualche ora o per più tempo. ...
  • Serrature serramenti in pvc Una serratura è composta da:- un blocco in cui è inserito il cilindro cioè il meccanismo che assicura la chiusura che viene inserita all’interno del serramento;- una contropiastra, che viene assic...
  • chiave bulgara La chiave bulgara è un tipo di grimaldello che viene identificato con questo nome perché pare sia stato inventato in Bulgaria al tempo della Guerra Fredda. La leggenda vuole che quest’attrezzo sia sta...
  • serratura elettrica Le serrature elettriche sono particolari dispositivi che permettono l'apertura di un determinato ingresso, sono particolarmente utili nel caso in cui si debba utilizzare un tipo di controllo remoto o ...

Ckey Serratura blindata orizzontale a cilindro per porta 800

Prezzo: in offerta su Amazon a: 105,9€


Serrature a cilindro

serratura a cilindro La serratura a cilindro è un altro genere di serratura: assai diffuso è il modello europeo che utilizza una comune chiave fornita, però, di elevate potenzialità anti-effrazione. Il cilindro europeo può essere più o meno complesso a seconda dei meccanismi che include: perno centrale anti-strappo, anti bumping (tecnica di scasso piuttosto efficace), perni anti-trapano. C’è anche la possibilità di scegliere una serratura che si avvale di doppio cilindro europeo: uno, quello definito padronale, può bloccare quello di servizio. Un’ottima idea può essere quella di optare una serratura combinata: le migliori utilizzano il defender, una specie di borchia liscia e piatta in acciaio che protegge il cilindro dagli attacchi di manomissione e che si sblocca grazie ad un magnete decodificato.


Serrature elettroniche

serratura elettronica Le serrature elettroniche, dette anche serrature digitali, non prevedono ovviamente l’uso della chiave in senso proprio. Esse fanno ricorso a telecomandi, tessere magnetiche con lettore a transponder oppure, nelle versioni più all’avanguardia, a tastiere di tipo alfa-numerico sulle quali occorre digitare il proprio codice personale di apertura e di chiusura. Le serrature elettroniche comprendono anche quelle azionabili tramite il telefono cellulare e attraverso il citofono.

Naturalmente quanto più numerosi sono i dispositivi elettronici preposti all’apertura tanto più sono maggiori le opportunità per i malviventi di riuscire nell’effrazione.

Oltre a queste tipologie, sono disponibili sistemi ancora più futuristici come quelli con accesso di tipo biometrico che si avvalgono di un sensore termico concepito per riconoscere l’impronta digitale, registrata preventivamente dall'installatore.

Un accorgimento: poiché le serrature elettroniche sono alimentate tramite corrente elettrica a bassa tensione con trasformatore esterno, oppure attraverso batterie, è indispensabile disporre di serratura manuale qualora dovesse mancare la corrente elettrica o in caso di malfunzionamento delle batterie. Dunque, se avete in programma l'acquisto di una porta blindata nuova, non potete certo prescindere dal valutare attentamente il tipo di serratura da installare: sarebbe un investimento buono solo a metà!


Come aprire porte blindate

Dal punto di vista della sicurezza le porte blindate sono senza dubbio la tecnologia migliore attualmente disponibile sul mercato per ridurre al minimo la possibilità di intrusione da parte di ladri e malviventi. Tuttavia anche queste porte e queste serrature possono essere aperte da ladri abili ed esperti.

Per prima cosa, se vogliamo evitare che i ladri aprano in maniera facile la nostra porta blindata, ricordiamoci di chiudere sempre bene la serratura e non limitarci ad uno scatto. Per molti anni infatti una delle tecniche più utilizzate dai ladri è stata infatti quella della radiografia, una tecnica con la quale i ladri aprivano in maniera facile moltissime serrature che non erano state chiuse a più mandate. Per spiegarla in maniera molto generica, i ladri inserivano la lastra nello spazio che restava fra i denti della serratura ed i fori e riuscivano a far scivolare ed aprire in questo modo le porte blindate.

Esistono poi altri metodi più elaborati ed altri più distruttivi per aprire le porte blindate ed i costruttori devono sempre stare al passo con gli aggiornamenti dei ladri che cercano di capire per filo e per segno il funzionamento di tutte le serrature per poterle poi aprire.


Serrature porte blindate: Il parascheda nelle porte blindate

particolare porta blindata Proprio a causa dei numerosi furti compiuti aprendo porte blindate socchiuse o per meglio dire chiuse senza aver girato le chiavi, i produttori si sono aggiornati ed hanno apportato delle modifiche alle serrature. Una delle modifiche più interessanti ed efficaci è stato l'inserimento di un parascheda a livello della serratura per evitare che i ladri cerchino di forzare la serratura chiusa male. Come spiegato precedentemente infatti, quando una serratura di una porta blindata è chiusa senza aver girato le chiavi con una lastra, una scheda o una spatola è possibile far scattare i denti della serratura ed aprire la porta.

Grazie a questo parascheda però, in sostanza una piccola lastra di ferro o alluminio che ripara la zona della serratura e fa in modo che infilando una scheda non si riescano a raggiungere i denti della serratura, non è possibile aprire serrature blindate non chiuse a chiave con il vecchio metodo.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO