Rilevatore di fumo

I rilevatori: dispositivi dalla grande importanza

Rilevare per tempo fumo, fiamme e temperature troppo elevate è importante per la nostra sicurezza. Questo compito spetta a particolari dispositivi elettronici che, per l'appunto, rilevano se è presente, nell'ambiente in cui sono installati, una fonte di pericolo.

Le rilevazioni avvengono grazie a particolari processi fisici che si verificano nel momento in cui l'incendio sta per svilupparsi. Per un corretto funzionamento è importante che l'installazione dei rilevatori di fumo siano fatta rispettando le normative vigenti. In particolare, si parla della norma UNI 9795 contenente le indicazioni a cui attenersi per posizionare correttamente questi dispositivi. Sono in tutto 3 le tipologie in cui si differenziano i rilevatori. Vi sono, infatti, i rilevatori di calore e temperatura con cui si registrano gli anomali innalzamenti della temperatura nell'ambiente in cui ci si trova, i rilevatori di fiamma che entrano in azione per rilevare lo sviluppo delle fiamme e i rilevatori di fumo, attivati laddove vi sono segnali di dispersione di gas nocivo e fumo nell'aria.

esempio rilevatore di fumo

Tepoinn 2pcs Monossido di carbonio CO Allarme rilevatore di fumo e di allarme con display digitale elettrochimica CO Sensore, Caratteri digitali, voce di avvertimento e batteria di backup

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,99€


I rilevatori di fumo

modello di rilevatore di fumo moderno I rilevatori di fumo possono essere di svariate tipologie in base al loro funzionamento. Normalmente hanno una caratteristica forma puntiforme e si collocano in spazi differenti in base ai modelli e ai rispettivi raggi d'azione. Nel posizionarli bisogna stare attenti a non provocare falsi allarmi perché magari fonti di fumo sorvegliate vengono recepite come pericolose. Devono stare, quindi, necessariamente lontani da condizionatori, ventilatori ed, in generale, da tutti i dispositivi che creano flussi d'aria. Quanti rilevatori è necessario installare per stare davvero al sicuro? Sempre in base alle normative vigenti, il numero deve essere tale da non oltrepassare i valori relativi al pavimento sorvegliato tenendo conto della superficie in pianta e dell'eventuale inclinazione del soffitto. Per la protezione efficace di persone ed ambienti è fondamentale il rispetto della normativa perché anche pochi secondi di ritardo nella segnalazione del pericolo possono avere conseguenze davvero irrimediabili se non addirittura mortali.


  • pala eolica Da molto tempo ormai, sempre più persone scelgono di dedicare il proprio tempo libero al fai da te. Questo perchè riconoscono i molti vantaggi che il fai da te è capace di dare loro, le soddisfazioni ...
  • cavi di terra Casa. Una parola che vuole dire tanto, che forse vuol dire tutto, caratterizzata da centinaia e centinaia di accezioni. Si può parlare di casa come di luogo in cui ci si sente a proprio agio, oppure c...
  • impianto elettrico Sappiamo benissimo che avere un impianto elettrico in una casa, ai nostri tempi, è fondamentale e imprescindibile: pensate a vivere senza luce, senza televisore, senza computer, cose ormai assolutamen...
  • impianto elettrico Parlare di impianto elettrico, in una casa, è come parlare dell’ acqua: ormai si tratta di qualcosa di indispensabile, tant’è vero che non immaginiamo più la nostra vita senza corrente, ovvero senza l...

Tepoinn Allarme fumo e rivelatore monossido di carbonio Combinato combustibile Combinazione CO Detector Sicurezza antincendio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€
(Risparmi 1€)


Il rilevatore di fumo e gas

Il rilevatore di fumo e gas<p /> Il rilevatore di fumo e gas rileva i gas nocivi per la nostra salute che si sono sprigionati all'interno di ambienti chiusi. Com'è costituito nel dettaglio un rilevatore di questo tipo? All'interno di un contenitore si trovano un gas ionizzabile e due differenti componenti che si comportano l'una in maniera opposta all'altra, ovvero da anodo e catodo. In base a diverse leggi legati alla fisica, questi elementi generano un allarme sia sonoro che luminoso nel momento in cui all'interno del rilevatore si addentrano i gas nocivi.

I rilevatori di gas, invece, vengono utilizzati per rilevare gas metano, anidride carbonica e biossido di zolfo. Automaticamente, inoltre, si ha il blocco dell'erogazione di gas. L'installazione va sempre effettuata da un tecnico che provvede anche, periodicamente, ad effettuare un controllo sul dispositivo.

Un particolare rilevatore di fumo è quello fotoelettrico. I fumi causano l'oscuramento del fascio di luce infrarossa che lo contraddistingue ed attivano, di conseguenza l'allarme. Si tratta di dispositivi molto usati nei grandi spazi aperti come supermercati o cinema.


Rilevatore di fumo: Rilevatori di fumo a ionizzazione

modello di rilevatore di fumo Altri tipi di rilevatori di fumo sono quelli a ionizzazione. Condizioni essenziali per poterli installare sono un'umidità dell'aria ambientale non superiore al 95%, nessun vapore o gas, nessuna concentrazione di polveri o grandi correnti d'aria. I rilevatori di fumo a ionizzazione hanno la forma di un ufo rovesciato e sono perfetti per il rilevamento di incendi caratterizzati da combustione molto lenta come quella della carta, della plastica, del legno. Il funzionamento è semplice. Si compone di 2 piastrine elettriche: dalle particelle presenti tra queste si crea la ionizzazione dell'aria. Quando non vi è fumo nell'aria le cariche positive e negative sono equilibrate e vengono attratte dalle piastrine formando una corrente di ionizzazione. Qualora si sviluppi un incendio, le molecole di fumo annientano gli ioni abbassando la corrente di ionizzazione creata. Variazione, questa, che attiva l'allarme e che avvisa del pericolo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO