Cucine in legno massello

Perchè conoscerla:

Si sa che, ormai , attraverso il fai da te è possibile occuparsi di tantissime operazioni, a seconda dei propri interessi, dei propri gusti, delle proprie possibilità e delle proprie capacità. Per alcuni, ad esempio, il fai da te può essere un ottimo modo attraverso cui imparare a creare oggetti nuovi ripristinando e riportando alla luce quelli vecchi, per altri può servire per risparmiare la spesa del meccanico ed occuparsi da se della manutenzione della propria automobile, per altri ancora il fai da te è ottimo per creare degli oggetti molto belli, come i bijou da indossare praticamente sempre, e per altri ancora può essere un buon modo per dare un tocco di originalità e di eleganza alla propria casa, rinnovandola senza spendere un capitale, e senza il rischio di sbagliare risultato: quindi, facendo da se, senza l’ intervento di muratori, così come il fai da te richiede.

La casa attraverso il fai da te, in via teorica, può anche essere costruita, ma questo lo si sconsiglia perché un fai da te non ha di certo le stesse competenze di un esperto nel settore, nonostante la sua esperienza. Di solito, si consiglia a chi è esperto di fai da te di occuparsi della costruzione o dell’ assemblamento dell’ arredo, della sistemazione dei vari impianti ecc, cose che comunque necessiterebbero di ingenti spese di manodopera, che invece possono essere evitate.

Per quanto riguarda l’ arredamento della propria casa, sono vari i materiali e le soluzioni che si consigliano, ma tra questi non mancano praticamente mai i consigli sui mobili in legno.

Ma perché si consiglia sempre la mobilia in legno? Cos’ ha questo materiale di tanto speciale?

Innanzitutto, per rispondere direttamente a questa domanda, e per sommi capi, ricordiamo che il legno è un materiale che, se ben tenuto, è resistente nel tempo e dona all’ ambiente una caratteristica sensazione di calore umano e di familiarità, che gli altri materiali, per quanto possano donare altre sensazioni, non riescono mai a riprodurre. Il legno, è poi un materiale che si adatta un po’ a tutte le circostanze, anche ad esempio alle case moderne: in questi casi, ad esempio, lo si può tinteggiare con vari colori.

cucina in legno massello

WOHNLING panca in legno massello Sheesham 160 x 45 x 40 cm design panca di legno prodotto naturale Cucine Banca stile country panchina marrone scuro 4 posti per interni, senza vero legno schienale, non trattata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 259,95€
(Risparmi 35€)


Ma cos'è il legno?

cucina in legno Tutti ormai parliamo di legno, ma non sempre quello che troviamo sul mercato lo si può definire “legno puro”: spesso è soltanto un lontano parente di quest’ ultimo.

Il legno è un materiale che si ricava dai fusti delle piante come arberi ed arbusti, sia di conifere eche di latifoglie (dalle palme invece no, perché sono erbe gigantesche, non alberi). In pratica, il fusto di questi alberi cresce dall’ interno verso l’ esterno, concentricamente, anno dopo anno, e quindi col tempo si vengono a creare più tessuti. Tali tessuti, che si possono intendere come degli “strati”, sono composti essenzialmente da cellulosa, emicellulosa e lignina.

Il legno si può classificare in legno tenero e legno duro. Il legno ricavato dagli alberi di conifere, come il pino, ad esempio, è di tipo tenero, mentre quello delle angiosperme , come ad esempio la quercia, è duro. Ovviamente non si devono intendere le parole “tenero” e “duro” nel senso letterale della parole, in quanto alcuni legni duri sono più teneri di quelli definiti “teneri” e viceversa. In realtà, infatti, questa suddivisione e questa scelta di nomi si deve alla nomenclatura inglese che chiama “softwood” le conifere e “hardwood” le latifoglie.

Ovviamente, a seconda delle specie, il legno assume caratteri diversi. Innanzitutto, varia il colore: in alcune specie è molto chiaro, tendente al grigio chiaro o anche al bianco, mentre in altre è abbastanza scuro, come ad esempio l’ ebano, che è tendente al marrone molto scuro. Anche la densità e le caratteristiche delle venature interne sono varie: in alcune specie, le venature sono dritte, in altre sono verticali, in altre circolari ecc ecc. Esistono, quindi, varie tipologie di legno. Una di questa è il legno massello, una specie di legno molto pregiata, utilizzata per la fabbricazione dimobili e rifiniture particolarmente pregiate.


    Tavolo T001NC Noce nazionale conference table riunioni massello

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 1999€


    Cos'è:

    Massello vuol dire “massiccio”. Il nome di questa tipologia di legno si deve per lo più, e come è anche giusto, alla sua composizione. Il legno massello, infatti, deve la sua caratteristica alla sua natura: esso viene ricavato dal tronco degli alberi, e per essere più chiari, dalla parte più interna di essi, quindi quella meno giovane (come già detto, gli anni sviluppano, anno dopo anno, strati concentrici di legno dall’ interno verso l’ esterno). Lo strato più vecchio del legno in genere è anche ili più scuro, e viene chiamato “durame”, in quanto è un legno molto robusto. Questo tipo di legno non necessita della pellicola superficiale del legno pregiato, chiamato impiallacciatura. In pratica, un legno si può dire “massello” se viene ricavato dalla parte più interna del tronco, e non dalle parti vicine alla corteccia o dalla corteccia stessa, zona che viene chiamata alburno, ed è la parte giovane.


    Cucine in legno massello: Le cucine:

    Le cucine in legno massello sono in genere scelte per la loro bellezza. SI tratta di cucine in grado di donare all’ ambiente una grande ricercatezza e bellezza, e una notevole eleganza, molto difficile da egagliare con qualsiasi altro materiale. Sono cucine scelte anche perché sono garanzia di qualità: si tratta, infatti, di mobilia che può essere in uso anche per moltissimi anni senza dare mai segni di cedimento, in quanto si tratta di un legno molto resistente. Ovviamente, però, si ricorda che si stà parlando di un legno vivo, che in quanto tale è soggetto all’ aggressione di tarme, insetti, funghi ecc, e pertanto va protetto con degli opportuni prodotti.

    Passando al lato pratico, bisogna dire che quelle che spesso vengono “additate” come cucine in legno massello sono in genere cucine che hanno soltanto le ante composte con questo legno, perché in genere la struttura e i pensili sono costruiti con legno multistrato o legno truciolato. In genere, per ottenre delle cucine in legno massello, ci si può rivolgere a ditte specializzate, o anche a dei falegnami di fiducia, ma bisogna contare che il prezzo risulta davvero molto molto alto.

    Bisogna anche distinguere dalle cucine in vero legno massello, ovvero in quel legno che, come detto sopra, è ottenuto soltanto dal durame dei ronchi, da quelle in legno impiallacciato, costituito da agglomerati di legno rivestito da un sottile strato di legno pregiato di pochissimi centimetri, chiamato legno piallaccio.

    In genere, in commercio o anche su commissione, esse vengono create con degli ottimi e resistentissimi incastri a code di rondine. Per quanto riguarda lo stile, bisogna dire che una cucina in legno massello non è frutto di una moda passeggera, ma rimane sempre attuale, elegante e, anzi, accumula valore col passare del tempo. A seconda del colore, si possono scegliere essenze diverse: dal legno frassino a quello ciliegio, a quello noce.

    Molto ammirate del legno massello sono anche le venature particolari. In genere, per valorizzarle, le finiture vengono trattate con la spazzolatura, un’ operazione attraverso la quale è possibile esaltare le venature del legno .

    Se poi si vuole una cucina un po’ moderna ed elegante, bisogna ricordarsi che le cucine in legno massello sposano molto bene gli inserti in alluminio, che col legno scuro creano un bellissimo contrasto. Sono adatte, poi, sia ad ambienti rustici che eleganti che moderni. Basta soltanto scegliere il modello e gli accessori che più si credono adatti, lasciandosi guidare dal proprio buon gusto!