Fissaggio pensili cucina

Perchè conoscerlo:

Attraverso il fai da te è possibile occuparsi di varie operazioni, ognuna in un determinato campo. Si tratta, infatti, di un hobby che permette a tutti di avvicinarsi ad esso e cominciare ad occuparsene per spendere nel migliore dei modi il proprio tempo libero. In realtà,è da una ventina di anni a questa parte, e forse anche di più, che il fai da te sta riscuotendo un grandissimo successo e, quindi, tante e tante adesioni. Questo sicuramene perché si tratta di un hobby che permette di ottenere moltissimi vantaggi dalla sua pratica. Ma prima di parlare di questi tanti vantaggi, è meglio chiarire cos’è il fai da te, per evitare fraintendimenti.

Spesso si parla di fai da te come un’ operazione, o un’ insieme di operazioni, ma in modo del tutto erroneo. Il fai da te, anche chiamato bricolage, è una tecnica attraverso la quale è possibile effettuare tutte queste operazioni e non l’ operazione in se. Per comprendere poi in che modo, secondo questa tecnica, vadano effettuate le operazioni, basta rifarsi al nome stesso: quando si segue il fai da te, infatti, tutte le operazioni vengono svolte in maniera autonoma, siano esse di costruzione, ristrutturazione, manutenzione o personalizzazione, senza alcun aiuto da parte di esperti e professionisti del settore. Si tratta di un hobby che nasce con un file utilitaristico e dilettevole, e che pertanto permette a chiunque di avvicinarsi ad esso, qualsiasi sia lo scopo, le capacità e le conoscenze del neo-fai da te. Tra le altre cose, infatti, il fai da te permette di prendersi cura di moltissimi settori, e quindi chiunque può trovare nel fai da te un ottimo modo per trascorrere il proprio tempo libero in modo produttivo quanto il tempo speso al lavoro, ma ovviamente in modo molto meno stressante. Chi ama le piante può quindi dedicarsi al giardinaggio, chi amai veicoli invece ai motori, chi ama la personalizzazione può occuparsi della docoupage, chi ama i gioielli della creazione di bojou e così via. Scegliendo il settore che sia più capace di assecondare i propri interessi e le proprie necessità, quindi, è possibile anche imparare nuove tecnice e sviluppare le proprie capacità in un proprio settore di interesse, partendo da una condizione di dilettante e finendo per diventare dei veri esperti in tali settori. In poche parole, attraverso il fai da te è possibile imparare a prendersi cura delle proprie passioni, a coltivarle e ad apprendere sempre nuove capacità e conoscenze in questi campi.

Nascendo con un chiaro scopi dilettantistico, il fai da te permette a chiunque di divertirsi e di rilassarsi allo stesso tempo: con esso è possibile tenere occupata la propria mente anche durante il proprio tempo libero, facendo si che da un lato non ci si annoi, dall’ altro non si torni col pensiero alle preoccupazioni e alle seccature della vita caotica e stressante di tutti i giorni, ma che al tempo stesso non ci si stanchi, proprio grazie alla piacevolezza e alla leggerezza di queste operazioni.

Il fai da te è anche un hobby che può essere anche svolto in compagnia anche se in questo modo è meglio evitare di occuparsi di operazioni particolarmente impegnative, in quanto in compagnia, anche se ci si diverte di più e probabilmente probabilmente proprio per questo, la concentrazione viene più facilmente a mancare. Tuttavia, è possibile imparare dagli altri e insegnare a propria volta, dare e accettare consigli, socializzare e divertirsi in misura molto maggiore rispetto a quando queste operazioni vengono svolte in maniera autonoma. In quest’ ultimo caso, tuttavia, siccome è possibile mantenersi concentrati in quanto si è privi da ogni distrazione, è possibile occuparsi maggiormente di operazioni particolarmente impegnative e importanti: in esse, infatti, la concentrazione è qualcosa di fondamentale, in quanto si tratta di operazioni che , al minimo errore, potrebbero causare dei grossi problemi all’ ambiente e a chi vive al suo interno.

Un altro vantaggio che è possibile trarre dal fai da te è quello che viene ottenuto sul piano economico: siccome con il fai da te dei professionisti nel settore e degli esperti non devono intervenire con la propria manodopera, ma tutte le operazioni vengono eseguite semplicemente con le proprie mani, è possibile risparmiare sulle spese di manodopera, che spesso e volentieri arrivano a costituire anche l’ 80% della spesa totale per il lavoro. Quindi una qualsiasi operazione può essere svolta usufruendo di un budget molto ristretto, oppure è anche possibile decidere di investire ciò che è stato risparmiato sulla manodopera nella qualità dei materiali, al fine di ottenere un risultato migliore, dal punto di vista estetico ma anche funzionale, e un lavoro sicuramente più duraturo nel tempo, oltre che una possibilità di scelta maggiore.

Comunque, al di la dei vantaggi, bisogna comunque considerare che tutte queste operazioni vanno eseguite con cognizione di causa: non bisogna dimenticarsi, infatti, che prima di operare, e soprattutto quando è la prima volta che ci si accinge a svolgere quel determinato tipo di lavoro e quindi non si ha ne esperienza ne conoscenza, bisogna informarsi su come procedere, quindi su quali sono i procedimenti da eseguire e su come vadano eseguiti, per poi imparare a conoscere i materiali e quali sono le sue caratteristiche, in metodo tale da capire sempre quale sia il materiale più adatto per un determinato tipo di operazione. E infine, bisogna imparare a maneggiare gli strumenti, i quali possono servire per lavorare i materiali o per trattare le superfici, o ancora per fissare i materiali alle superfici.

tramite il fai da te è possibile imparare a prendersi cura della propria abitazione, modificandola nei punti in cui la si vuole personalizzare, ricostruendo o costruendo ambienti particolari, creando atmosfere calde e accoglienti o ambienti particolarmente eleganti, e soprattutto intervenendo sul lato funzionale anche della casa, in modo da renderla capace di soddisfare tutti le esigenze e i gusti del “padrone di casa”, da essere un ottimo biglietto da visita per chi la guarda dall’ esterno, e da essere confortevole e piacevole da vivere.

Tra le varie operazioni che un buon fai da te sa svolgere nella propria casa è il fissaggio dei pensili. Non si tratta di un’ operazione molto complicata e quindi tutti possono imparare ad eseguirla.

pensili cucina

Metaltex 364935039 Easy Roll Polytherm - Porta rotolo da cucina

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,2€


Cosa sono:

CUCINAQuando si deve procedere con l’ arredare gli interni di una casa o di una qualsiasi struttura volta ad un determinato scopo, spesso e volentieri si ha la necessità di ricorrere ai mobili pensili, ovvero quei mobili che vengono “sospesi” tra il soffitto e il pavimento, o meglio, semplicemente poggiano sul muro, che il loro unico sostegno. In genere i mobili pensili sono molto pratici in quanto consentono di ottenere dello spazio ove stipare cibi, spezie, saponi e quant’ altro, senza occupare effettivamente molto spazio e lasciando sgombro il pavimento, che comunque in genere viene occupato da un mobile che sia parallelo e simile al pensile scelto. Pensili sono i mobili come la cappa, e pensili sono anche i mobiletti che in genere vengono affiancati ai vetri dei bagni. Si tratta di mobili che possono essere adattati a qualsiasi situazione, in quanto sono reperibili in qualsiasi stile: dal classico al rustico, per finire al moderno. Essi sono sempre molto attuali, e capaci di unire praticità e bellezza. Ovviamente, quando li si sceglie, bisogna anche considerare il fatto che si tratta di mobili che devono rispettare le dimensioni della casa: come per ogni altro mobile, essi devono essere adeguati all’ altezza e alla larghezza del luogo in cui vengono inseriti, oltre che rispettarne semplicemente lo stile. Per garantire una buona stabilità del mobile, poi, bisogna che la parete sulla quale li si appoggi sia quanto più lineare possibile, e che sia anche sicura e robusta, in particolare se si tratta di mobili particolarmente pesanti e grandi, destinati quindi a contenere un peso altrettanto notevole.

  • termosifoni Il riscaldamento dell'abitazione è sicuramente un argomento molto vasto, infatti in questa sezione andremo a parlare del riscaldamento della casa a 360 gradi.Vi starete chiedendo però, precisamente ...
  • piastrelle Occuparsi di fai da te può essere un' operazione allo stesso tempo divertente, in quanto richiede creatività e permette di rilassarsi, ma allo stesso tempo particolarmente utile, in quanto permette di...
  • porta La porta è un elemento fondamentale di una costruzione, sia quest'ultima adibita ad abitazione che ad edificio con qualsiasi funzione. Il suo compito, inutile dirlo, è quello di permettere la comunica...
  • muratura Occuparsi di fai da te vuol dire, da sempre, fare due cose utili: divertirsi e rilassarsi dedicandosi ad un hobby e, allo stesso tempo, fare qualcosa per migliorare se stessi o l' ambiente in cui si v...

Hafele - Set di ganci a tassello per fissaggio mobili e pensili per cucina e camera da letto.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,25€


Attrezzi necessari:

pesili cucina moderniPrima di procedere al lavoro di fissaggio dei pensili di una cucina, come in ogni altro lavoro bisogna rendersi conto di quale sia l’ occorrente per portare a termine il lavoro nel migliore dei modi, in modo che, durante l’ opera, non vengano a mancare dei materiali, cosa che implicherebbe poi una sospensione del lavoro.

Tra gli attrezzi di cui si necessita per il fissaggio dei pensili di una cucina ci sono: la matita, che serve per segnare sul muro dove va collocato il mobile, e ovviamente una livella; delle viti, che servono per fissare dei bracci dei pensili al muro; un trapano, per praticare dei fori ove necessario, e un cacciavite, per fissare le viti nel luogo necessario. Tutti questi attrezzi sono facilmente reperibili presso negozi di ferramenta ad un costo abbastanza modico, anche se in genere sono sempre disponibili nella casa di un praticante fai da te.


Fissaggio pensili cucina: Procedura:

pensili cucina in legnoIl fissaggio dei pensili di una cucina non è un’ operazione particolarmente difficile: essa può essere facilmente eseguita un po’ da tutti coloro che si muniscono, oltre che dei materiali, di un po’ di buona volontà.

La prima cosa da fare durante questo fissaggio è tracciare una linea sul muro che corrisponde al luogo in cui la base del mobile pensile (che nel suo lato posteriore possiede due sistemi di fissaggio poste alle estremità) . Ovviamente per tracciare una buona linea, che sia retta e perfetta, bisogna utilizzare la livella.

Allo stesso modo, e seguendo la linea già tracciata, bisogna tracciare l’ interasse dei punti dei sistemi di fissaggio, ovviamente perpendicolare alla linea della base.

A questo punto, bisogna recarsi nella confezione dei pensili, ove è possibile notare la presenza di alcuni “ganci” chiamati “bracci”, il cui scopo è quello di permettere l’ ancoraggio sicuro del mobile alla parete; tali ganci vanno fissati al muro, nel punto relativo all’ interasse, tramite l’ utilizzo di viti. Ora, nella parete, bisogna praticare dei fori in base al tassello; senza lasciare il pensile, è bene agganciarlo al muro in via non definitiva, in modo da fare una prova e comprendere se i bracci sono stati montati in modo corretto. In questo caso, le viti vanno strette e il mobile assicurato alla parete.



COMMENTI SULL' ARTICOLO