Laccatura mobili fai da te

Restauro mobili fai da te

L’arte del restauro, la cura del legno, il vecchio, l’antico, ritornano fortemente in voga. Alcuni oggetti, vengono recuperati, ereditati, restaurati, laccati, ritinteggiati, affinchè assumano un aspetto glamour, classicheggiante e moderno allo stesso tempo; un misto di arte povera e anticato, che si fonde all’arredo di tendenza, colorato, vistoso, a tratti vintage. Il restauro di pezzi d’antiquariato, richiede una serie di tecniche manuali specifiche, e l’utilizzo di prodotti che siano utili a garantire un risultato ottimale. Se il pezzo che viene restaurato, non necessita di particolari accorgimenti, o della sostituzione di uno o più parti, potrà essere restaurato, seguendo suddette fasi: pulitura, trattamento biocida, stuccatura e tinteggiatura. Quest’ultima fase corrisponde alla laccatura vera e propria, dove il colore e la luminosità dell’oggetto cambiano.
particolare mobile laccato

Steinel Set di Raschietti per La Rimozione di Vernice con Convogliatori ad Aria Calda, Incluse Lame Universali, Spatola per Vernice e Portalama, Ideale per Lavori di Restauro, 010317

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,95€
(Risparmi 2,98€)


Laccare un mobile

mobile laccato La tinteggiatura del mobile, corrisponde all’ultima fase di lavoro; il primo passaggio, consiste nella riparazione delle micro-lesioni che possono essersi create a causa del tempo e dall’usura determinata dalla presenza di piccoli tarli.

Alla fase del recupero dell’integrità strutturale del mobile, seguirà una fase di trattamento con prodotti conservativi, che mantengano intatto il legno, rendendolo compatto e resistente. La tinteggiatura e la laccatura corrispondono all’ultima fase di lavoro: il primo passaggio è l’eliminazione delle maniglie e della parti mobili che potrebbero rovinarsi con l’utilizzo di prodotti aggressivi.

Prima della laccatura vera e propria, il mobile dovrà essere trattato con della carta abrasiva, per eliminare eventuali bozze e dislivelli, che si possono alterare la naturale forma originaria della struttura. Il primo prodotto che dovrà essere utilizzato sarà l’alcool, che andrà steso delicatamente su tutta la superficie con un panno morbido; con l’ausilio di uno o due pennelli, la struttura dovrà essere completamente ricoperta di cementite acrilica, poi nuovamente il mobile andrà trattato con la carta abrasiva.

I residui di polvere rimasti, dovranno essere eliminati con un panno pulito e asciutto; in chiusura della prima fase, bisognerà passare con un pennello pulito dell’olio di lino, per lucidare e dare una prima mano di laccatura alla struttura. La vernice, una volta preparata, dovrà essere pennellata su tutta la struttura del mobile, angolo per angolo, procedendo per pezzi, (prima la struttura di base, poi i piedi, i cassetti, gli angoli) per diverse volte e diversi giorni. Il colore, deve preferibilmente avvicinarsi alla tipologia di colorazione del legno, senza distaccarsi eccessivamente.

    COLONNA SOSPESA MODELLO BOSTON IN BIANCO LUCIDO

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 181€


    Laccare un mobile: materiale necessario

    preparazione superficie per laccatura Per capire più a fondo quali siano le tecniche e i passaggi per ottenere un buon risultato, vediamo nel dettaglio quali debbano essere i passaggi per laccare un mobile.

    L'operazione non risulta particolarmente difficile, ma c'è bisogno di organizzazione, pazienza e dei materiali più adatti, così da eseguire un lavoro a regola d'arte. E' possibile eseguire il lavoro di laccatura su qualsiasi tipo di arredo, sia che sia in legno massello che in laminato o in truciolare, l'importante sarà una buona preparazione della superficie.

    Il materiale necessario è:

    - carta vetrata con grana di diversa consistenza

    - pennelli

    - panno per eliminare residui di polvere

    - olio di lino cotto

    - vernice acrilica all'acqua o smalto, in base al risultato che si vuole ottenere

    - telo protettivo

    Di fondamentale importanza è l'allestimento di uno spazio di lavoro che consenta di poter operare in tranquillità; per questo è bene utilizzare un telo protettivo che ripari le superfici dalle possibili macchie di vernice e dalla polvere provocata con la carta vetrata.


    Laccatura mobili fai da te: preparazione

    preparazione per laccatura Una volta preparato tutto il materiale necessario, è possibile procedere con la lavorazione vera e propria per ottenere un risultato perfetto che vi consentirà di avere un mobile unico ed originale. La prima fase prevede la preparazione della superficie che dovrà accogliere la nuova vernice; Per fare questo, utilizzare per prima cosa la carta vetrata a grana più grossa, così da eliminare tutti i residui di vecchie vernici, macchie o difetti. Finita questa fase, occorre ripassare il tutto con la carta vetrata fine, così da levigare la superficie ed evitare che i segni lasciati dalla carta vetrata grossa rimangano visibili anche dopo la verniciatura.

    E' bene procedere con la levigatura, con dei movimenti che seguano le venature del legno o, nel caso di mobili in laminato, che siano lineari e precisi, senza insistere su determinate parti.

    Finito di levigare è necessario passare tutto il mobile con un panno pulito, magari imbevuto con alcol, per eliminare tutti i residui di polvere, che andrebbero a rovinare la verniciatura.


    Come laccare un mobile

    esempio di mobile laccato A questo punto siamo pronti per la laccatura del mobile vera e propria. Decidiamo la colorazione e il tipo di vernice; oggi in commercio esistono delle vernici acriliche all'acqua che garantiscono un ottimo risultato. Per un effetto più lucido e brillante è possibile impiegare uno smalto a solvente, che consentirà di avere una finitura compatta e resistente. In questo caso, utilizzando uno smalto brillante, può essere possibile evitare la finitura con olio di lino cotto.

    Se decidete per la vernice acrilica, passatela sull'intera superficie, facendo attenzione a non sovrapporre le pennellate e a seguire sempre lo stesso senso di verniciatura, per ottenere un risultato uniforme. E' necessario aspettare che la prima mano asciughi perfettamente, per poi procedere con una seconda. A questo punto, occorre procedere con la fase di lucidatura vera e propria, utilizzando l'olio di lino cotto ed un tampone.


    Laccatura mobili fai da te

    prima e dopo per mobile laccato Una volta verniciato il mobile e atteso il tempo necessario per la sua completa asciugatura, generalmente occorre aspettare almeno 24 ore, occorre procedere con la fase di lucidatura e laccatura vera e propria, che conferirà un aspetto lucido e compatto all'insieme. Per ottenere il migliore risultato è bene sciogliere della gommalacca e unirla all'olio di lino cotto; poi, con l'aiuto di un tampone che può essere costituito da vecchi stracci di cotone (l'importante è che non lascino pelucchi) bisogna stendere il preparato seguendo un andamento lineare e non sovrapponendo il prodotto dove è già stato steso. Una volta passata tutta la superficie, in presenza di decori o angoli difficili, è possibile utilizzare un pennello piatto, è indispensabile lasciar asciugare perfettamente. Per ottenere un effetto specchio si deve passare tutta la superficie con una paglietta d'acciaio finissima e dare una seconda mano, sempre facendo attenzione a non sovrapporre il prodotto.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO