Fragole rampicanti

Fragole rampicanti

La fragola viene coltivata in cassette o nelle serre e viene commercializzata in grande quantità grazie alla sua carnosità e al suo sapore dolce. La sua forma è in genere tondeggiante e larga, con la parte bassa leggermente allungata e che termina con una leggera punta. Il colore di solito si presenta rosso e la superficie è ricoperta di tanti piccoli semi di un colore giallastro e disposti in modo preciso ed equidistanti tra loro. Se ci accingiamo a sezionare questo frutto, si nota una piccola cavità interna vuota che a volte è piuttosto carnosa e ricca di polpa morbida,soprattutto se ha raggiunto un’elevata maturazione. Il fiore piuttosto piccolo ed è composto da cinque petali di colore bianchi che avvolgono la pianta in prossimità degli organi riproduttivi che hanno a loro volta un colore giallo.

Tra le tante specie di fragole, ci sono anche quelle rampicanti che per la loro naturale capacità di ramificarsi, riescono talvolta a raggiungere altezze decisamente superiori a quelle normali tali da assomigliare molto ad una vite dell’uva o anche ad una pianta rampicante classica fatta di solo foglie. Anche in questi casi, le fragole rampicanti si possono coltivare i casa, in cassette e se impiantate in giardini diventano particolarmente indicate per realizzare bordure o per riempire muri di cinta proprio come una rampicante a foglia.

Fragole rampicanti

Gardman 09128 Pianta Fragole Rampicanti, Due Sacchi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,39€


Fragole rampicanti: coltivazione con piantine giovani

coltivare fragole rampicanti Le fragole rampicanti sono quindi adatte per essere coltivate anche nei giardini, ma la loro caratteristica ornamentale da risultati ancora migliori se vengono coltivate su ampi balconi o terrazze. Coltivandole in questi luoghi, riescono a catturare l’ossigeno necessario e non sono disturbate da erbe infestanti sempre presenti in terra piena. Se si opta per questo tipo di coltivazione, allora è consigliabile disporre le piantine in piccoli vasetti sospesi da terra per fare in modo che si creino delle piccole ramificazioni tendenti ad estendersi verso il basso, dando vita ad una sorta di cascata. Se invece vengono piantate in vasi, lo sviluppo dei rametti obbliga a posizionare dei sostegni di legno o una graticola per farle arrampicare secondo natura. Le piante di fragola rampicanti amano tuttavia i climi temperati e zone molto soleggiate ma riescono a sopravvivere anche in presenza di situazioni meteo nettamente opposte. Nelle zone costiere riescono a vivere fino a 900 metri circa di altezza. Il terreno maggiormente indicato per questa coltivazione è ricco di torba in quanto la pianta risente molto dei ristagni d’acqua che sono quindi da evitare. Inoltre la pianta va concimata con fertilizzanti adatti in modo da mantenere sempre un terreno ricco di sostanze organiche.

  • piantare le fragole La fragola, è il frutto di una pianta perenne, appartenente alla famiglia delle Rosaceae, che viene piantata durante i periodi freschi per dare la sua fioritura nei mesi di aprile, maggio e giugno. In...
  • fragola bianca Quando si parla di fragole, non si può non pensare al classico frutto rosso, gustoso e particolarmente succulento che si mangia nel periodo caldo dell'anno. Negli ultimi tempi, il mercato ha visto l'i...

1 PIANTA DI EDERA HELIX VASO 11CM hedera rampicanti muro pergola

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


Fragole rampicanti: coltivazione per semina

coltivazione fragole Per la coltivazione si può optare con la semina. In questo caso è importante utilizzare un vaso abbastanza grande con un po’ di terriccio misto con sabbia e torba divisa in parti uguali, ed i semi vanno interrati a circa un centimetro di distanza tra loro e a non più di due centimetri di profondità. Al termine è sufficiente ricoprire i fori con una spruzzata di terriccio fresco. Subito dopo, le prime innaffiature devono avvenire utilizzando acqua nebulizzata da somministrare con uno spruzzatore per evitare di spostare dalla loro posizione i singoli semi appena interrati. Trascorsi circa tre mesi, si formeranno le piccole piantine che possono poi essere travasate nei vasi e coltivati su terrazzi, balconi o direttamente a dimora in terra piena. Le piante di fragola devono comunque essere annaffiate costantemente facendo però attenzione a non bagnare eccessivamente il terreno che deve essere umido e non ridotto ad un letamaio. I migliori fertilizzanti per le fragole rampicanti sono quelli ricchi di potassio e fosforo, elementi fondamentali per infoltire l’impianto ed irrobustirne le radici ed i rami rampicanti.