Annaffiature invernali

Come annaffiare durante l'inverno?

L'annaffiatura invernale è frutto degli eventi che caratterizzano questa stagione, in particolare se stiamo parlando di piante da appartamento. Queste, infatti, risentono fortemente delle temperature piuttosto elevate rispetto a quelle esterne che si raggiungono in casa. L'aria si asciuga e le piante soffrono. E' per questo motivo che il primo accorgimento per effettuare le annaffiature invernali è quello di tenere sempre umido il terreno. Anche le piante sempreverdi, infatti, nonostante siano quelle che meglio sopportano l'ambiente interno di un appartamento, sembrano assumere, durante l'inverno, un aspetto sofferente, dovuto proprio a questa disidratazione.

E' consigliabile, una volta al mese, portare la pianta nella vasca da bagno e, con il doccino, bagnare non solo il terreno, ma anche le foglie. Questa operazione servirà sia a rimuovere la polvere accumulatasi nelle pieghe naturali delle foglie, sia per idratarle maggiormente.

come annaffiare

BULBI CROCUS SATIVUS ZAFFERANO (CONFEZIONE DA 10 BULBI) croco coltivazione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,5€


Quando annaffiare le proprie piante durante l'inverno?

annaffiare piante Durante la stagione invernale le piante, anche quelle sempreverdi, risentono molto della diminuzione di ore di luce, entrando in quello che viene definito semiriposo vegetativo. Questo vuol dire, relativamente alle annaffiature invernali, che non è necessario dare acqua alle piante frequentemente nè procedere con alcun tipo di concimazione. Al contrario, eccessi di annaffiature possono portare ristagni di acqua o eccessi di sali minerali nel terreno e, di conseguenza, all'ingiallimento o addirittura alla perdita delle foglie. A partire dai mesi di settembre e ottobre, infatti, andranno sospese le concimazioni e si dovrà cominciare ad annaffiare le piante solo quando il terreno sarà completamente asciutto. I ritmi più intensi andranno ripresi a primavera, quando il clima tornerà ad essere ben bilanciato tra interno ed esterno e la quantità di luce che giungerà alle piante sarà tale da favorirne la buona crescita.


  • agrumi Grazie al fai da te è anche possibile occuparsi delle proprie piante, quindi della loro coltivazione. Gli agrumi sono dei vegetali appartenenti a vari generi, di cui i più vasti e diffusi sono il Citr...
  • coltivare begonia Il giardinaggio è ormai un hobby sempre più diffuso, al quale si affezionano sempre più persone. I vantaggi che esso comporta, infatti, sono moltissimi e ormai anche conosciuti. Ciò che però non biso...
  • orchidee Il giardinaggio è un hobby che attira sempre più persone e che piace sempre di più. D’ altronde molti sono i vanataggi che esso è in grado di apportare a chi lo pratica, anche se comporta moltissime r...
  • ficus bonsai IL giardianaggio è un hobby sempre più amato e apprezzato dalle persone, in particolare per i molti vantaggi che esso è in grado di offrire. Infatti non sono poche le agevolazioni che coltivare delle ...

1 PIANTA DI EDERA HELIX VASO 11CM hedera rampicanti muro pergola

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


Quanta acqua bisogna dare alle piante nella stagione invernale?

annaffiare giardino La quantità di acqua delle annaffiature invernali varia da pianta a pianta e non è una quantità prestabilita. Bisogna regolarsi in base al tipo di terreno, all'esemplare, al grado di idratazione. In generale, le annaffiature invernali prevedono quantità di acqua molto modeste, necessarie ad inumidire soltanto il terreno. Non andrà aggiunta altra acqua nel sottovaso, come potrebbe essere necessario durante il periodo estivo. Questo eviterà la presenza di ristagni e la conseguente formazione di microrganismi che potrebbero nuocere gravemente alla vita della pianta. Questo discorso vale anche per le piante che solitamente richiedono grandi quantità di acqua. In tal caso le annaffiature dovranno essere diradate gradualmente in vista dell'inverno. Nelle abitazioni particolarmente calde, inoltre, è consigliabile vaporizzare periodicamente le foglie per inumidire leggermente l'aria.

Le piante grasse, durante l'inverno, non richiedono per niente acqua. Quindi, in questo caso, le annaffiature invernali possono essere completamente interrotte.


Annaffiature invernali: Come annaffiare in inverno

annaffiare giardino Per quanto riguarda il giardino, le considerazioni effettuate sono sempre valide. Non sono necessarie annaffiature regolari e, anzi, se è presente un impianto di irrigazione, è preferibile metterlo a riposo. Se le tubazioni sono interrate non c'è pericolo che le temperature rigide provochino gelo, perché dovrebbero essere isolate termicamente. E' opportuno, comunque, provvedere alla chiusura dell'acqua a monte dell'impianto. Se le tubazioni, invece, sono esterne, quest'ultima operazione va necessariamente effettuata per evitare la formazione di ghiaccio che può essere dannoso per l'impianto.

Le annaffiature invernali del giardino possono avvenire manualmente, con un piccolo innaffiatoio necessario semplicemente a mantenere umido il terreno nei luoghi dove gli inverni non sono particolarmente rigidi. Questa operazione andrebbe effettuata, contrariamente a quanto dovrebbe avvenire in estate, in ore diverse da quelle serali. Di notte, infatti, la temperatura cala ovunque e l'acqua ghiacciata potrebbe portare al congelamento delle radici.



COMMENTI SULL' ARTICOLO