Erba cipollina

Cenni storici

Conosciuta da secoli per la sua presenza spontanea in natura, l'erba cipollina (Allium schoenoprasum) cominciò ad essere coltivata negli orti imperiali dai Romani che la introdussero poi nell’Europa centrale e occidentale, dove si è acclimatata rapidamente. In epoca medievale si inizia a coltivare con regolarità e si ambienta in tutta Europa e nelle isole britanniche, divenendo la specie di Allium più diffusa nell'emisfero settentrionale. Si tratta di una pianta che vive e fiorisce diversi anni di fila, con una radice persistente da cui si sviluppa ogni anno in primavera un nuovo ceppo, piccolo e robusto. Era ritenuta una pianta dalle proprietà digestive, il bulbo e le foglie in cucina accompagnavano i piatti freddi e raffinavano il gusto deciso e saporito della cacciagione. Nelle terapie popolari veniva usata per contrastare i disturbi alla vescica. Le leggende tramandate dai popoli germani le conferivano il potere magico di allontanare il malocchio e le presenze maligne.

erba cipollina coltivazione

Semi erbe aromatiche assortite basilico erba cipollina maggiorana dolce aneto prezzemolo. Prodotto in UK 2000 semi per scatola erbe giardino cucina

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,8€


Coltivazione

fiori erba cipollina L'erba cipollina si semina in marzo-aprile in terreni di medio impasto, umidi, soffici e fertili. Ama ambienti soleggiati, si sviluppa bene in presenza di mezz'ombra ma si adatta anche a climi freddi ed umidi. Si adatta molto ad essere piantata come bordura nelle aiuole dei giardini per l’aspetto decorativo offerto dai suoi fiori. Le foglie si raccolgono lungo il corso dell'anno ad eccezione dell'inverno quando la pianta rinsecchisce, spuntando nuovamente a primavera. Per aumentare la crescita e la produzione è necessario recidere saltuariamente la pianta, lasciando le foglie lunghe 3-4 cm da terra, rinforzando così le radici. Necessita di innaffiature abbondanti e costanti. È una pianta molto rustica, forte e raramente soggetta ad attacchi parassitari. Le foglie raccolte non vanno essiccate in quanto perderebbero il loro aroma, ma utilizzate fresche appena raccolte ed eventualmente tritate in maniera grossolana, sigillate sottovuoto e congelate.


  • Attraverso il fai da te è anche possibile dedicarsi al giardinaggio, ovvero a tutte quelle operazioni necessarie per rendere il giardino di casa propria accogliente e bello, così come è possibile effe...
  • carote Spesso, chi si occupa di giardinaggio “fai da te” , decide di coltivare, piuttosto che le varie piante ornamentali, un vero e proprio orticello. Questa scelta può essere motivata da molti fattori, spe...
  • zucca La zucca è una pianta propria dell' America centrale, anche se i semi più antichi sono stati ritrovati in Messico, e risalgono al 7000 circa a.C. E' stata importata in occidente subito dopo la scopert...
  • Alcune note Mettere a punto il progetto di un orto rappresenta qualcosa di molto interessante e, allo stesso tempo, qualcosa di molto positivo e assolutamente fattibile per una porzione sempre crescente di italia...

Erbe Aromatiche 240 Semi In 12 Varietà Più Piccola Guida Alla Coltivazione: Basilico Genovese, Salvia, Origano, Rosmarino, Prezzemolo, Timo, Erba Cipollina, Finocchio Selvatico, Menta, Lavanda, Camomilla e Valeriana

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


Consigli utili

coltivare erba cipollina Ogni 2-3 anni, in autunno, dividere la pianta in cespi e procedere al trapianto migliorando così la qualità e l'aroma dell'erba. La semina può essere fatta anche in semenzaio procedendo poi al trapianto nella tarda primavera. Si può coltivare anche in vaso, che se abbastanza ampio offre la possibilità di non dovere rinvasare la pianta ogni anno e la probabilità di non farla rinsecchire durante l'inverno, spostando il vaso all'interno dell'abitazione. Si consiglia di concimare le piante ogni mese, durante la primavera e l'estate, con delle sostanze organiche. Ha un'azione repellente contro acari, funghi e afidi, allontanandoli da altre piante. Contrasta la crescita delle piante della stessa famiglia (Gigliacee), quindi è preferibile non coltivarla vicino alle cipolle, porri e aglio, ma in consociazione di carote o prezzemolo. Si possono recidere i fiori facendoli macerare per un mese nell'aceto, aromatizzandolo.


Erba cipollina: Utilizzo e proprietà

utilizzo erba cipollina L’erba cipollina contiene composti solforati che le conferiscono il caratteristico aroma, simile ad altre specie della sua famiglia come cipolla ed aglio. È molto ricca di vitamina C, contiene anche carotene, vitamine A, B e calcio. Viene danneggiata dal calore, pertanto si consiglia di utilizzarla cruda o in aggiunta ai piatti soltanto a fine cottura. Ha un sapore simile a quello dell’aglio, ma più delicato e si utilizza per insaporire minestre e insalate, formaggi, carne e aromatizzare olio ed aceto. Spesso è utilizzata in sostituzione della cipolla o cipollotti nella preparazione di varie pietanze ed è l'aromatica che più s'addice ai piatti di pesce. I fiori generalmente sono utilizzati come decorazione pur essendo

commestibili come i bulbi. In erboristeria viene consigliata come digestivo, cardiotonico, diuretico, la cura dell'acne e delle infezioni batteriche e per alleviare le punture di insetti, da impiegare in relazione al disturbo, come decotto, infuso, foglie fresche o estratto secco. Non ha particolari controindicazioni ed effetti collaterali.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO