Come realizzare il Potager

Il Potager

Quando si ha un giardino di dimensioni ridotte, spesso si tende a rinunciare all'opportunità di coltivare piante da frutto e ortaggi, perché si ritiene che tale tipo di attività richieda un appezzamento di terreno dedicato.

Con l'orto-giardino di tipo potager, è possibile realizzare una soluzione mista che permette di sfruttare un terreno, non riservando necessariamente uno spazio da dedicare esclusivamente ad un utilizzo di tipo orto. In questo modo, si cerca di incentivare chi ha un terrazzo sufficientemente grande, o un terreno, all'autoconsumo e alla produzione in proprio di frutti e ortaggi sani, privi di pesticidi e dalla provenienza certa.

Unire in un solo ambito la coltivazione del giardino a quella dell'orto sembra impossibile, si tratta invece di una tecnica antica che ha avuto ampio successo in Francia. Il Potager è un giardino ornamentale e formale, in cui verdura, frutta ed erbe si mischiano dando vita ad un sapiente abbinamento di profumi, forme e colori, creando una piacevole composizione. Questo particolare tipo di coltivazione sta riscuotendo ultimamente un notevole successo e si sta rapidamente diffondendo anche nei giardini italiani, tanto da dare vita ad un vero e proprio trend.

Come realizzare il Potager

Catral 53010153-Tunnel serra per orto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,94€
(Risparmi 0,16€)


Come realizzare il potager

realizzare il potager La prima operazione da compiere, per realizzare un orto-giardino di questo tipo, è quella di realizzare un disegno che riporti le caratteristiche principali dell'appezzamento a disposizione: esposizione, presenza di alberi, irrigazione, dimensioni, presenza di vialetti. Successivamente dovrà essere fatta una selezione del tipo di verdura e frutta che si desidera avere a disposizione: porri, cicoria, carote, lattuga, pomodori, zucchine, sedani, melanzane, fragole, peperoni, lamponi, solo per fare qualche esempio. Dopo aver deciso cosa piantare, bisogna procedere effettuando una classificazione per stagione, ad esempio: peperoni, melanzane e pomodori maturano in estate, lattughe e zucchine possono essere raccolte nel periodo che va dalla primavera all'autunno, la stagione della cicoria è l'inverno.

Il passo seguente consiste nell'andare a definire l'ampiezza e i bordi delle aiuole, iniziando a progettare le combinazioni di verdure e fiori, tenendo in considerazione la stagionalità delle diverse piante.

Non ci sono limiti alla fantasia e le possibilità di creare combinazioni diverse sono pressoché infinite. Per creare degli insiemi piacevoli, può essere utile ricordare i colori primari e secondari e come si abbinano armoniosamente tra di loro, oppure mettere assieme piante dal portamento o dalle sensazioni tattili differenti. Alcuni suggerimenti di abbinamenti ben riusciti sono: acetosa e lavanda, prezzemolo e cavolo rosso, asparago e tagete, nasturzio e porro.

Dopo aver portato a termine il progetto e definito le combinazioni da realizzare, si passa al tracciamento dello schema ideato direttamente sul terreno, dopo aver provveduto a rimuovere accuratamente le erbe infestanti e aver immesso materiale organico, livellando il terreno.

Le prime piante da sistemare sono quelle delle bordure, procedendo successivamente con le colture interne, in questo modo sarà più semplice controllare le dimensioni e i limiti delle diverse zone.

    Erbe Aromatiche 240 Semi In 12 Varietà, Collezione 1, Più Piccola Guida Alla Coltivazione: Basilico Genovese, Salvia, Origano, Rosmarino, Prezzemolo, Timo, Erba Cipollina, Finocchio Selvatico, Menta, Lavanda, Camomilla, Valeriana

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,9€


    Come realizzare il Potager: Frutteto, orto e giardino

    Le diverse tipologie di piante possono essere combinate tra di loro, ma chi preferisce può anche mantenere una separazione tra ortaggi, fiori e frutta, evitando comunque di creare delle divisioni nette.

    Ricordiamo comunque, che un orto ben tenuto si inserisce in modo molto gradevole all'interno di un giardino e che gli alberi che producono frutta possono essere esteticamente comparati alla bellezza dei classici alberi ornamentali da giardino. Ciliegi, albicocchi e peschi non hanno niente da invidiare ad altri tipi di piante da giardino che spesso non producono né fiori né frutti: la loro eleganza può essere paragonabile a quella di una rigogliosa magnolia. Sarà la composizione creata, e il modo in cui abbiamo deciso di sistemare i diversi alberi in giardino, che potrà metterne in risalto la bellezza. Nelle aiuole si possono coltivare fiori come i gladioli, una specie a lungo sottovalutata per i fiori, considerati non sufficientemente eleganti e adesso tornati in auge come fiori di pregio. Zinnie, tageti e dalie, dal tono più rustico, sono utili per ingentilire lo spazio dedicato all'orto.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO