Concime per limoni

Concime per limoni

Gli agrumi, sono piante originarie del Mediterraneo con caratteristiche arbustive, i cui frutti, presentano delle caratteristiche singolari, nella profumazione e nel sapore strettamente agrodolce. Esistono diverse varietà appartenenti a questa specie, tra cui il mandarino, l’arancio, il limone, il cedro. La caratterizzazione di questi frutti, varia al variare del tipo di coltivazione, delle tecniche di concimazione e irrigazione, della composizione chimica del terreno, della cura e l’attenzione durante la fase di crescita. La scelta del concime, costituisce una clausola fondamentale per la produzione di buoni frutti: il dosaggio, la quantità e la periodicità rappresentano tre fattori fondamentali nel lavoro di concimazione. Inoltre il concime, tende a variare a seconda della tipologia di agrumi, e alla tipologia di coltivazione ad essi inerente. La concimazione, viene distinta in due tipologie differenti: la prima interessa la coltivazione in vaso, la seconda a campo aperto; la differenza è sostanziale, poiché la seconda, essendo maggiormente ampia, include una serie di variabili contingenti. La coltivazione a campo, si suddivide in tre categorie di coltivazione diversa, definite di produzione, di impianto e di allevamento: nella coltivazione di produzione, la fase di concimazione, corrisponde a quella della fruttificazione; nella coltivazione di allevamento, la fase di concimazione, corrisponde alla fase di crescita della pianta, mentre nella coltivazione di impianto, la fase di concimazione viene effettuata prima della crescita della pianta stessa, quindi viene realizzata sul terreno, durante la semina. Il concime si va ad adattare alla fase, per cui vengono distinte tre concimazioni differenti per i limoni, a seconda della scelta di coltivazione: per la coltivazione ad impianto, si predilige il concime organico, che tende a migliorare le caratteristiche fisico chimiche del terreno stesso, favorendo la crescita del frutto. Nella coltivazione di allevamento, si preferisce il concime minerale granuloso, o anche liquido, che viene sparso sulle radici della pianta; il concime deve avere una base di potassio e azoto; per quanto concerne invece la fase di fruttificazione, il concime deve essere liquido azotato. Nella coltivazione in vaso, molto in voga per la copertura di terrazze, la concimazione deve essere costante e periodica ed esclusivamente granulosa o liquida a base di potassio, azoto e fosforo. Le quantità di concime variano a seconda della superficie stessa da concimare; il prezzo raggiunge un massimo di dieci euro al chilo.
limoni concime

LUPINI MACINATI DA 1 KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,4€



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO