Vasi per bonsai

Vasi per bonsai

Un bonsai per crescere sano e forte secondo le tradizionali tecniche artistiche trasmesse dai maestri floricoltori d’Oriente ha bisogno di una tappa fondamentale: il rinvaso. Qualsiasi albero che cresca in un vaso, ad un certo punto si troverà poco a suo agio nel contenitore e pertanto deve essere collocato in un altro più grande ed in modo definitivo. Questo è necessario perché le radici continuano a crescere e quindi, hanno bisogno di un vasto ambiente per espandersi in piena libertà. Per affrontare questa operazione bisogna scegliere il vaso adatto. A questo punto dopo averlo preparato e riempito con il terriccio assicurandosi di averlo ripulito e sterilizzato, si procede al reimpianto del bonsai. Il contenitore una volta pulito, va ricoperto in prossimità dei fori di drenaggio con una rete in plastica a maglia sottile. Per questa operazione si possono usare anche dei cocci di vasi di terracotta. Tuttavia la protezione dall’ingresso di vermi ed insetti vari non sarà altrettanto sicura, ed i cocci stessi occuperanno molto spazio rubando la quantità del terreno. Infatti nonostante il bonsai abbia un apparato radicale corto, le sue radici tendono comunque a svilupparsi in modo eccessivo rispetto alla parte che fuoriesce dal terreno (l’albero) che è in grado di rimanere costante per anni. Questa operazione di trasferimento nel vaso definitivo deve avvenire nel periodo primaverile e come già detto è un passo fondamentale per la crescita sana e corretta dei bonsai. Anche la composizione del terriccio è particolarmente importante quindi, durante questa operazione bisogna asportarne quanto meno possibile da quello che ne ha originato la germogliazione.

vaso bonsai

Herstera 11301820 - Vaso per bonsai, 20 x 14 x 7 cm, Grigio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,73€
(Risparmi 0,28€)


VASI BONSAI: DESCRIZIONE E TECNICA

vasi bonsaiI cinesi per i bonsai si occuparono anche di creare dei vasi specifici e preziosi per la coltivazione. Oggi si usano visto gli elevati costi di vasi cinesi originali delle ottime riproduzioni in stile e soprattutto vasi di forma ovale o rettangolare, di grandezza, profondità e colori diversi. Diciamo innanzi tutto che di regola, escludendo i bonsai a tronco multiplo, la profondità del contenitore deve corrispondere al diametro del tronco. Comunque queste regole non valgono per il bonsai in formazione, infatti l’operazione iniziale non richiede contenitori particolari ai fini della crescita. Proseguendo con i principi e le regole dell’arte del bonsai diciamo che l’altezza del tronco dovrebbe corrispondere più o meno, a sei volte l’altezza del vaso. Inoltre, per quel che riguarda la maggioranza dei contenitori ovali e rettangolari, il rapporto tra lunghezza e larghezza sarà di tre a due. Anche il posizionamento del bonsai nel vaso, pur con varianti a seconda dello stile prescelto segue delle regole ben precise. Diviso il contenitore con due linee ideali che passando per il suo centro lo sezionino nel senso della lunghezza ed in quello della larghezza, e ottenuto così quattro zone ricorderemo prima di tutto, di non posizionare mai i bonsai nelle due zone frontali o anteriori. La collocazione dell’albero andrà sempre scelta all’interno della linea tracciata nel senso della lunghezza, ossia nella parte “posteriore” del contenitore. All’interno di questa area la scelta della collocazione dell’albero sarà determinata dallo stile del bonsai.


  • bonsai Occuparsi di giardinaggio è un' attività che richiede impegno e pazienza, ma che riesce a dare anche molto, come la possibilità di stare tra la natura, di respirare aria pulita, di crearsi un piccolo ...
  • Alcune note Nell’ambito delle frequenti e classiche riflessioni più o meno strettamente collegate al mondo della botanica da sempre un certo fascino e una discreta dose di interesse è quella che riponiamo nei con...
  • Alcune note Nell’ambito delle nostre classiche discussioni in tema di botanica da sempre un certo fascino e una discreta dose di interesse è quella che riponiamo nei confronti dei bonsai. Ovviamente, in maniera i...
  • bonsai ligustrum Il fai da te comprende occupazioni in tantissimi campi, da quello edile a quello della bigiotteria, fino al giardinaggio. Si tratta di operazioni semplici, ma molto utili, che tutti possono portare av...

Plant Theatre - Bonsai Trio, Kit per la coltivazione di 3 bonsai

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


VASI BONSAI: FORME

vasi bonsaiLe forme del vaso devono essere in stretta ed armonica relazione con lo stile prescelto per il bonsai. I contenitori in gres opaco di color marrone scuro e, più raramente nero, come in generale i contenitori color terra, si adatteranno un po’ a tutti gli stili non dando troppo nell’occhio e fondendosi bene con il bonsai. Sono ideali soprattutto per i pini e le conifere che preferiscono anche la forma rettangolare. Un albero in stile simile ad una scopa rovesciata farà invece la sua figura in un vaso ovale molto basso. Lo stesso tipo di contenitore, ovviamente più grande è l’ideale per realizzare un “vassoio” per gruppi di bonsai. Un bonsai a cascata o a semi-cascata richiederà necessariamente un contenitore di una certa profondità. I vasi giapponesi sono dotati di piedini semplici o “a nuvola”, che tengono sollevata la pianta dal suolo facilitandone il drenaggio. Per evitare tutti gli inconvenienti derivanti dal diretto contatto con il suolo i bonsai, vengono di norma sistemati su piani rialzati costruiti anch’essi in modo da contribuire all’armonia dell’insieme.


VASI BONSAI: COLORI

vasi colorati per bonsaiI vasi cinesi rispetto a quelli giapponesi sono in genere smaltati con diversi colori per cui se optiamo per i primi il coordinamento con l’albero può risultare più difficile. Un albero con fiori bianchi per esempio, potrà spiccare in tutta la sua bellezza in un vaso smaltato di un colore giallo, di un bell’azzurro o di un tenero verde. Un albero con frutti colorati darà invece il meglio, se collocato in un vaso color terra o magari nero carbone. E’ consigliabile acquistare un bel contenitore che ci piaccia ogni volta che ne troviamo uno in circolazione magari in qualche mercatino. In questo modo avremo sempre a disposizione vasi di diversa quadratura e colori adatti a un nuovo arrivo o al rinvaso di una pianta che sta crescendo. Naturalmente la scelta dei colori non fa parte delle regole fondamentali per la cura e la coltivazione del bonsai bensì di gusto personale. Mettere in un magnifico vaso una pianta di bonsai darà sicuramente degli ottimi risultati sia dal punto di vista produttivo che da quello estetico, creando armonia e giochi di colori unici ed irripetibili.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO