Bonsai larice

Bonsai larice: Bonsai Larice

bonsai larice

Il bonsai larice, è una pianta molto diffusa nella sua forma miniaturizzata, largamente apprezzata per la sua bellezza, per i suoi colori fortemente autunnali, per la sua forma armoniosa e dolce. La pianta di larice, di grandezza naturale, cresce sulle Alpi: è una pianta secolare, conosciuta appunto per la sua spiccata longevità, per la sua notevole altezza che tende ad approssimarsi ai quaranta metri e per il colore delle sue foglie aghiformi, che variano dalle sfumature del verde a quelle del giallo. Il bonsai larice, è un tipo di pianta assolutamente resistente alle temperature esterne, che anzi richiede per la sua stessa crescita e sopravvivenza un ambiente fresco e soleggiato. Le piante di bonsai larice giovani però, vanno necessariamente curate con maggiore attenzione, e tenute in un ambiente dove la temperatura sia mite, senza eccessivi sbalzi. L’annaffiatura di questa pianta, deve essere misurata con molta attenzione, poiché il larice non richiede un eccessivo quantitativo d’acqua; il terreno deve essere particolarmente drenante, al fine di evitare ristagni d’acqua che possono provocare il marcire della pianta, e le innaffiature, devono essere molto limitate: circa due volte alla settimana durante la stagione invernale, una sola volta nel periodo delle gelate, e circa tre o quattro volte alla settimana nel periodo della calura estiva. L’operazione va eseguita preferibilmente di sera, quando il clima è più fresco: durante la notte infatti la pianta tende ad assorbire l’acqua, facendola penetrare lentamente fino alle radici. Il bonsai larice, come la pianta da cui trae origine, è assolutamente longevo, rispetto alle altre tipologie di bonsai, ma risulta e diventa maggiormente fragile e delicato a rischio di concimazione: l’operazione va eseguita con cadenza mensile, prediligendo il concime liquido, che tende a penetrare facilmente nel terreno. Allo stesso modo il rinvaso, va eseguito se ci si accorge che il terreno tende a seccarsi o a ristagnare acqua; il rinvaso va eseguito quando necessario, con terriccio per una metà e argilla e torba per un’altra metà. E’ preferibile sempre aggiungere della sabbia, per evitare che con l’innaffiatura il terreno filtri attraverso i fori del vaso e diminuisca costantemente. Ogni tanto il larice richiede qualche piccola nebulizzazione e la potatura; quest’ultima va effettuata più per mantenimento che per forma; la pianta di larice va “indirizzata”, ma tende a soffrire di interventi troppo forti, per cui potrebbe rispondere male ad una potatura continua.
bonsai larice

Larice dorato, Bonsai, 9 anni, 46cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 61,9€



COMMENTI SULL' ARTICOLO