Scegliere la vernice

Considerazioni prima della scelta del colore

La cartella colori standard da pittore offre numerose possibilità, ma spesso porta a decisioni avventate. Nella scelta del colore da utilizzare per tinteggiare una stanza bisogna considerare: la luce naturale ed artificiale, la dimensione della stanza ed il suo scopo, il colore delle stanze adiacenti.

Osservate la stanza, la quantità di luce che penetra dalla finestra e l'effetto dell'illuminazione artificiale. Ovviamente a seconda della lampadina (bianca e fredda, o gialla e calda) il colore delle pareti verrà alterato. I colori chiari renderanno la stanza ancora più luminosa, i colori scuri invece tenderanno ad incupirla.

Se scelti bene, i colori valorizzeranno la stanza. Una tonalità calda offrirà un effetto rilassante ed accogliente, mentre una tonalità fredda la renderà più intima. Un colore carico potrebbe stancare presto e dare fastidio alla vista, mentre le tonalità pastello sono spesso ottime, in quanto piacevoli e riposanti.

Se la stanza è molto spaziosa e volete farla apparire confortevole, scegliete una tonalità calda. Per una stanza di dimensioni più ridotte, un colore freddo è l'ideale.

• Colori caldi: giallo, arancio, rosso - ricordano l'estate, conferiscono luminosità e brio.

• Colori freddi: rosa/viola, blu, verde - ricordano l'inverno, hanno un effetto rilassante sulla mente e conferiscono profondità agli ambienti.

• Neutrale: il classico bianco non è da sottovalutare. Non presenta una sola tonalità, bensì una vasta gamma a partire dal bianco artico fino all'avorio.

scelta vernice

Cuffie Antirumore Protezione Orecchie – Compatto Disegno Pieghevole Riduzione di Rumore per Cuffia - per Poligono di Tiro, Batteria e Percussioni, Fai da Te, Studio, Gare Motociclistiche, Cantieri - Soddisfazione Garantita – Paraorecchie Nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€
(Risparmi 14€)


Una stanza, un colore

stanza Ad ogni stanza, il suo colore. Certo la scelta è soggettiva, eppure esistono colori standard designati per ogni stanza.

• L'ingresso necessita di luminosità, il bianco sarà perfetto e saprà donare ampiezza e profondità ad ambienti ristretti.

• Il soggiorno e la cucina sono zone giorno e dunque richiedono tonalità calde o neutre. Sebbene la cucina si presti bene a colori più accesi, per il soggiorno è preferibile un colore che lasci riposare gli occhi.

• Le camere da letto sono una zona notte e spesso i colori vengono scelti a seconda della fascia d'età. Per gli adulti si opta per tonalità fredde poiché favoriscono il riposo. Per i bambini e gli adolescenti i colori accesi sono un must, li faranno sentire più energici ed attivi durante le ore di gioco e di studio.

• Il bagno predilige le tonalità accese o neutre, ma essendo una zona privata, si può osare con qualsiasi tonalità.

• Le zone di servizio (lavanderie, ripostigli, cantine e quant'altro) solitamente sono ambienti ristretti e personalizzabili a seconda delle proprie preferenze. È possibile utilizzare colori decisi e audaci.

Infine, per quanto riguarda gli accostamenti ed i contrasti con le stanze adiacenti, sarà utilissimo fare riferimento alla scala cromatica dei colori ed avere un minimo di buon gusto. Ovviamente sono sconsigliati gli accostamenti di colori troppo intensi ed accesi.


  • vernici lavabili Spesso, soprattutto quando si hanno dei bambini piccoli, è possibile che la pittura utilizzata per le pareti si macchi, cosa che può essere antiestetica e sgradevole alla vista. Nel caso si utilizzi...
  • pitturare casa Quando ci si occupa di fai da te spesso e volentieri si iniziano a compiere dei lavori non solo di piccola taglia, ma anche per determinati ambienti, ovvero si inizia a cimentarsi nei lavori di ediliz...
  • Prima di parlare di quelle che sono le caratteristiche dei serramenti in legno, e di tutte le accortenzeche è bene avere affinchè questi siano ben curati e quindi funzionali, non si può che fare un br...
  • pittura per esterno al quarzo Spesso, quando ci si occupa di fai da te, soprattutto nel campo edile, si può avere la necessità di effettuare lavori di manutenzione riguardanti l’estetica di una casa, di un piccolo edificio o di q...

8 barattoli di vernice acrilica Tamiya serie X- XF (a scegliere la carta dei colori)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 42,58€


Scegliere la vernice: Tipo e quantità di vernice

verniceSul mercato sono disponibili numerosi tipi di vernice, ognuna presenta qualità differenti da esaminare a seconda dell'ambiente.

• Vernice acrilica: dall'effetto estetico strabiliante, ma altamente sconsigliata per il suo odore pungente e soprattutto per la sua tossicità. Inoltre sia durante la stesura che nella pulizia richiede l'uso di acqua ragia. Difficile anche da eliminare se dovessero esserci residui accidentali su pavimenti o mobilio.

• Idropittura: una vernice a base d'acqua, atossica e facile da pulire, ma adatta ad ambienti non troppo umidi. Se invece la stanza è soggetta ad umidità è possibile utilizzare l'idropittura traspirante, più difficoltosa da pulire, ma evita la formazione di condensa sui muri.

• Vernice isolante: la più costosa sul mercato, ma anche molto vantaggiosa in quanto funge da isolante termico ed acustico.

Infine, ma non meno importante, è necessario calcolare quanta vernice dovremo acquistare per la tinteggiatura delle varie stanze. Ecco come procedere.

• Calcolate la superficie dell'area da coprire (perimetro * altezza di ogni stanza)

• Se necessario, sommate l'area della superficie del soffitto al risultato ottenuto

• Dividete il risultato per la resa indicata nella scheda tecnica della vernice che avete scelto

Se desiderate un calcolo preciso, sottraete dal risultato finale le superfici delle porte e delle finestre. Tuttavia è sempre meglio avere a disposizione un eccesso di prodotto come eventuale scorta. Ricordate inoltre che è sempre necessario passare due mani di colore, dunque il risultato del calcolo dovrà essere ulteriormente raddoppiato.

Buon lavoro!



COMMENTI SULL' ARTICOLO