Pitture lavabili

È molto comodo utilizzare questo tipo di pittura quando ad esempio si hanno in casa bambini piccoli, e quindi è normale che le pareti si rovinino con macchie o schizzi creando un effetto davvero antiestetico. Esistono pitture lavabili di qualità, formati e prezzi diversi, ma in genere si consiglia di optare per marchi più noti che, anche se più costosi di altri, danno maggiori garanzie di ottenere un buon risultato. Bisogna però specificare che, a dispetto di quanto deducibile dal nome, la pittura lavabile non può essere smacchiata all’infinito, come avviene invece con lo smalto, ma può essere lavata più volte con acqua e detersivo, utilizzando una spugna, già dopo un paio di settimane dall’applicazione.

pittura lavabile

Super glaze. 2,5 lt Lucido protettivo per pareti e decorativi. Vetrificante per muri. Rende le pitture ed i decorativi lucidi e lavabili con bassissima presa di sporco.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,9€


Caratteristiche, pregi e difetti della pittura lavabile

La pittura lavabile è particolarmente coprente su qualsiasi tipo di materiale, dagli intonaci al legno e ai muri, sia interni sia esterni, ed è disponibile bianca, da applicare da sola o come base, e in qualsiasi altro colore. Questo tipo di pittura è però specifica per le superfici porose e per gli ambienti più soggetti a sporcarsi, come bagni, cucine e aule scolastiche, soprattutto perché ha una resa e una durata maggiori rispetto ad altre pitture, mentre non è assolutamente consigliata per le pareti soggette a eccessiva umidità (in questo caso, infatti, la resistenza della pittura sarebbe troppo bassa) e per tutte quelle superfici esposte alla luce diretta del sole e all’azione degli agenti atmosferici. Inoltre ha il vantaggio che, essendo lavabile, i suoi residui si eliminano facilmente con una panno inumidito ma, se di scarsa qualità, viene via facilmente quando la si lava. La pittura rimasta può essere poi tranquillamente riutilizzata per circa un anno e mezzo: basterà sigillarla bene e conservarla in un luogo fresco e asciutto, evitando l’esposizione al sole o al gelo, che contribuirebbero al suo deterioramento.


  • vernici lavabili Spesso, soprattutto quando si hanno dei bambini piccoli, è possibile che la pittura utilizzata per le pareti si macchi, cosa che può essere antiestetica e sgradevole alla vista. Nel caso si utilizzi...
  • pitturare casa Quando ci si occupa di fai da te spesso e volentieri si iniziano a compiere dei lavori non solo di piccola taglia, ma anche per determinati ambienti, ovvero si inizia a cimentarsi nei lavori di ediliz...
  • Prima di parlare di quelle che sono le caratteristiche dei serramenti in legno, e di tutte le accortenzeche è bene avere affinchè questi siano ben curati e quindi funzionali, non si può che fare un br...
  • pittura per esterno al quarzo Spesso, quando ci si occupa di fai da te, soprattutto nel campo edile, si può avere la necessità di effettuare lavori di manutenzione riguardanti l’estetica di una casa, di un piccolo edificio o di q...

Sikkens Alphamat - Bianco Bianco Kg. 15

Prezzo: in offerta su Amazon a: 116,9€


Come preparare la superficie da trattare

pitture lavabili La pittura lavabile va diluita con acqua, seguendo attentamente i dosaggi e le istruzioni presenti sulla confezione. Come qualsiasi altro tipo di pittura può essere applicata sia con i rulli sia con dei pennelli, e la si può utilizzare sia per le superfici ancora non tinteggiate che per quelle già intonacate o verniciate. Per prima cosa bisognerà togliere tutto ciò che c’è attaccato alle pareti e sistemare i mobili al centro della stanza, coprendo tutto con un telo di plastica, che dovrà essere fissato con del nastro gommato adesivo. Poi si dovrà procedere a proteggere battiscopa, porte, infissi, copri prese e tutto quello che non deve essere tinteggiato applicando il nastro già usato in precedenza e, prima di applicare la pittura lavabile, bisognerà pulire la superficie da trattare: nel caso in cui la vernice della parete o l’intonaco non siano troppo rovinati, basterà pulirli utilizzando un semplice panno umido; se, invece, l’intonaco sulla parete è rovinato, sarà necessario prima grattare via il tutto con della carta abrasiva, e quindi ripulire bene ogni residuo di polvere; infine, nel caso in cui la parete venga tinteggiata per la prima volta, si potrà procedere direttamente all’applicazione della pittura lavabile. Inoltre, al contrario delle altre pitture, non è in alcun caso necessario rimuovere la vernice vecchia dalle pareti.


Pitture lavabili: Come utilizzare la pittura lavabile

Dopo aver preparato la superficie da tinteggiare a seconda delle esigenze e dopo aver verificato che sia perfettamente asciutta, si potrà passare alla fase successiva, procedendo come per qualsiasi altro tipo di pittura: si comincia dagli angoli e dai battiscopa, precedentemente coperti con del nastro gommato adesivo, per i quali andranno utilizzati dei pennelli, la cui misura dipenderà dalle proporzioni dei punti da verniciare; poi si passerà al soffitto, per il quale si potrà utilizzare un rullo, aiutandosi con una scala o con un manico telescopico, e quindi si potrà procedere con le pareti. Il rullo dovrà essere immerso nella vernice, passato sulla griglia per far colare la pittura in eccesso e, quindi, andrà fatto scorrete lungo la parete, partendo dal centro e procedendo prima in verticale e poi in orizzontale, evitando di passare troppe volte sullo stesso punto, in modo da coprire la superficie in maniera omogenea.



COMMENTI SULL' ARTICOLO