Pareti prefabbricate

Caratteristiche:

Attraverso il fai da te si possono compiere varie operazioni, tra le quali spiccano sicuramente quelle che riguardano la costruzione o la ristrutturazione di una casa.

Sappiamo che in questi casi le pareti sono sempre tra gli elementi che vengono maggiormente rinnovati, anche se soltanto esteticamente, perché costituiscono gli elementi che vanno maggiormente ad influire sul’' estetica e sulla funzionalità della struttura stessa.

Sappiamo che, oggi come oggi, le pareti possono essere fabbricate in vari materiali, che ovviamente vengono scelti in base al tipo di parete che si sta costruendo: per mura portanti si necessita di materiali abbastanza resistenti, come il cemento e i mattoni, mentre per mura semplicemente di rivestimento vanno bene anche materiali molto meno resistenti, come ad esempio il cartongesso.

Tra le varie tipologie di pareti, particolari sono le pareti prefabbricate, che, come suggerisce il loro nome, sono realizzate in fabbrica e non sul cantiere stesso. Esse sono disponibili in varie misure, ed è possibile acquistarle in base alle proprie esigenze. Una volta acquistate, vanno assemblate e unite al resto della struttura attraverso operazioni semplici e veloci, sicuramente molto di più rispetto alle operazioni per la realizzazione di una normale parete.

Ovviamente sono differenti a seconda se si tratta di pareti che devono essere utilizzate per l’ interno o per l’ esterno.

Pucci CASSETTA INCASSO PUCCI TVS ECO PER PARETI PREFABBRICATE 2014 - lt. 4/9

Prezzo: in offerta su Amazon a: 225,39€


Pareti per interni:

Le pareti prefabbricate possono essere realizzate in diversi materiali. Se sono realizzate per gli interni, vengono realizzate in legno, in vetro, in alluminio, in PVC, in policarbonato, in cartongesso ecc. Si tratta, ovviamente, di materiali che hanno gradi di resistenza abbastanza differenti fra loro, ma che comunque risultano essere particolarmente indicate per gli interni dal momento che, rispetto ad altri tipi di materiali sono sicuramente più leggeri e più pratici da installare. In realtà, però, gran parte di questo tipo di parete viene realizzato con materiali abbastanza pratici e leggeri, come ad esempio il cartongesso, il policarbonato o il pvc, che vanno posati su specifiche strutture portanti di profilati, in genere di alluminio, che vanno ancorati al pavimento, alle pareti o al soffitto.

In genere si sceglie il cartongesso dal momento che è un materiale molto semplice da lavorare, pratico da trasportare perché molto leggero e abbastanza economico, mentre la sua resa è davvero ottima, in particolare dal punto di vista estetico, perché, essendo facilmente lavorabile, le pareti in cartongesso possono essere modellate come meglio si crede.

In genere si tratta di pannelli modulari già dimensionati, in particolare quando sitratta di pareti in legno massello o in legno tamburato. Non mancano pareti prefabbricate da interni che hanno degli accessori, come ad esempio le porte, gli infissi o la predisposizione per l’ installazione di impianti.

Questi elementi modulari vengono ancorati al pavimento e/o al soffitto, e sono pratiche e veloci da installare. Insieme ad esse, ovviamente, è fornito un kit direttamente dalle ditte fornitrici, sui quali sono presenti tutte le indicazioni da seguire per l’ installazione delle pareti prefabbricate.

    Fort Apache Sigillante Marrone Chiaro.310Ml

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,13€


    Pareti prefabbricate: Pareti per esterni:

    Ovviamente per quanto riguarda l’ esterno le pareti utilizzate devono essere necessariamente più resistenti e costituite di materiali sicuramente più affidabili. Esse, infatti,saranno soggette agli agenti atmosferici, che potrebbero degradarle facilmente, e inoltre devono sopportare parte del peso della struttura, pertanto, se non abbastanza solide, potrebbero cedere facilmente comportando notevoli danni alla solidità della struttura.

    Quanto appena detto, ad esempio, lo possiamo riscontrare nel fatto che i materiali scelti per la fabbricazione di questo tipo di pareti sono: il cemento armato, i materiali metallici ed il legno, ovvero materiali molto affidabili e resistenti. In particolare, il materiale maggiormente utilizzato è il cemento, che viene impiegato nella fabbricazione di capannoni industriali. In genere, però, data anche la mole di queste strutture, intervengono le ditte specializzate per quanto riguarda la posa in opera, dopo che le fondamenta sono state realizzate e che sia stata appurata la loro solidità. Oltre alla posa in opera delle pareti perimetrali, questa ditta deve tener conto anche della realizzazione del solaio di copertura, da completare con un massetto di pendenza da posare su di una rete metallica. Sulla superficie delle fondazioni, inoltre, viene segnalato il posizionamento delle pareti prefabbricate, dal momento che queste vanno sistemate in modo che risultino perfettamente perpendicolari e collegate fra loro tramite un’ armatura.

    Prima del getto di calcestruzzo, quindi, tutte le pareti prefabbricate vanno adeguatamente puntellate con puntelli da rimuovere esclusivamente quando il calcestruzzo è completamente indurito.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO