Come isolare adeguatamente una villetta

Isolamento termico: i motivi per i quali è importante

Un isolamento termico adeguato è fondamentale per garantire all'abitazione una buona vivibilità. La temperatura interna dovrebbe sempre essere mediamente fresca in estate e piacevolmente tiepida in inverno, anche senza l'ausilio del riscaldamento o dell'aria condizionata.

In molte abitazioni purtroppo, spesso e volentieri, non è così; e le "vittime" più colpite dagli isolamenti termici inadeguati sono i proprietari delle villette più spaziose, già di per se più difficili da gestire.

In situazioni di questo tipo sarebbe indispensabile intervenire sul sistema di isolamento termico, in primis per rendere l'ambiente più confortevole, e in secondo luogo per abbattere i costi relativi alle operazioni di riscaldamento/raffreddamento dell'abitazione andando così a ridurre notevolmente anche l'impatto ambientale.

Per scoprire se la propria villetta necessita o meno di un isolamento termico rinnovato è sufficiente far valutare la classe energetica dell'immobile da un tecnico autorizzato.

isolare una villetta

Schellenberg Isolamento da balcone, 2 pezzi con spessore 13 mm, 100 x 50 cm, 66282

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,24€
(Risparmi 0,21€)


Isolamento da esterno e da interno: le differenze

isolamento

L'isolamento termico dovrebbe nascere con l'abitazione, ma può essere applicato alla stessa anche successivamente tramite brevi e non eccessivamente costosi lavori di ristrutturazione, che possono andare ad intaccare o la parte esterna dell'edificio o quella interna. Nella scelta dell'uno o dell'altro metodo è importante tener conto della propria situazione abitativa: i lavori da esterno sono l'ideale per i proprietari di villette indipendenti e monofamiliari, ma molto più complessi per chi vive in condominio e deve avere purtroppo a che fare con numerose richieste di permesso per iniziare i lavori e di accertamenti atti a verificare che il tutto sia fattibile senza intaccare l'uniformità della facciata.

In entrambi i casi è comunque possibile usufruire di importanti agevolazioni fiscali offerte dalle leggi odierne, i cosiddetti "ecobonus statali", introdotti ormai da qualche anno, che possono arrivare a ricoprire fino al 65% del prezzo finale del lavoro, un enorme aiuto da non sottovalutare!

    Speed Clean 40100 - Impianto di filtrazione a sabbia Comfort 75, con timer integrato

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 194,26€
    (Risparmi 8,74€)


    Isolamento termico da esterno: costi e tempi di realizzazione

    isolare una villetta L'isolamento termico da esterno è il più costoso ma anche quello più duraturo. Viene comunemente detto "a cappotto" perché consiste nella copertura (a cappotto, per l'appunto) della muratura esterna, alla quale vengono fissati dei pannelli isolanti che saranno poi a loro volta ricoperti da uno strato di finitura esterno, da dipingere e rifinire come fosse la vera e propria facciata dell'abitazione.

    Solitamente questa tipologia di isolamento viene scelta per le villette ancora in fase di costruzione. Gli unici rischi che comporta sono quelli derivanti da eventuali infiltrazioni d'acqua (da tenere sicuramente in conto dal momento che la facciata esterna dovrà resistere 24h su 24h alle intemperie), il tutto è risolvibile con una messa in posa adeguata e con l'impiego, durante il fissaggio, di tasselli e colle utilizzati in combo, atti a migliorare l'impermeabilità del cappotto stesso e garantirne una maggiore stabilità.


    Come isolare adeguatamente una villetta: Isolamento termico da interno: costi e tempi di realizzazione

    isolare una villetta Gli isolamenti termici da interno vengono applicati solitamente alle abitazioni già esistenti.

    Gli isolamenti da interno consistono solitamente in una pannellatura. La natura dei pannelli può essere varia e possono essere impiegati materiali sintetici o organici; il tutto dipende dalle preferenze della ditta che effettua il lavoro e dalle esigenze della struttura, oltre che -ovviamente- dalle preferenze dei proprietari della villetta.

    I prezzi sono competitivi e i pannelli possono essere applicati sia direttamente alle pareti che distanziati da queste ultime e inseriti su un telaio di sostegno creato ad hoc. Questa seconda soluzione è sicuramente la più vantaggiosa perché l'intercapedine lasciata libera tra mura e pannelli permette di ridurre i rischi dati dalla formazione di fastidiose condense e permette di raggiungere anche un buon livello di isolamento acustico, un "effetto" secondario ma sicuramente molto piacevole!


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO