Coibentazione muri

L'importanza dell'isolamento termico

Nelle abitazioni di vecchia costruzione, l'assenza di soluzioni per l'isolamento termico causa un notevole spreco del calore che viene generato per il riscaldamento, che può arrivare fino al 75%. La dispersione può avvenire, oltre che dai serramenti, anche da tetti, soffitti e pareti. I costi necessari alla realizzazione di un buon isolamento termico, grazie al risparmio ottenuto sulle spese per il riscaldamento, sarà ammortizzato nel giro di pochi anni. Un intervento di questo tipo permetterà, inoltre, di contribuire positivamente alle spese della nazione, dal momento che, al giorno d'oggi, le materie prime adoperate per la produzione di energia sono importate.

I materiali per l'isolamento termico sono ormai facilmente reperibile e il loro utilizzo e messa in opera non risultano essere particolarmente complicati: non necessitano di attrezzature o abilità particolari. Oltre che essere conveniente, è quindi anche doveroso, dal punto di vista ecologico e dell'impegno civile, applicare alla propria abitazione, di costruzione non recente, un buon sistema per l'isolamento termico.

Coibentazione muri

ARTIMESTIERI - PITTURA TERMICA DI SUGHERO - ANTIMUFFA e ANTICONDENSA per pareti FREDDE poco ISOLATE - 3.75 LITRI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 53,79€


Pareti con e senza intercapedine

Pareti e intercapedineQuando le pareti dell'edificio non hanno alcuna intercapedine, bisogna procedere applicando, sul lato interno della parete, uno strato del materiale scelto per l'isolamento termico. Questo può essere posizionato direttamente sulla superficie, oppure su listelli di legno da fissare con tasselli e viti. Possono essere adoperati pannelli di materiale isolante semi rigidi, in lana di vetro o lana di roccia che viene trattata con delle resine termoindurenti, e rivestiti con un foglio di carta bitumata che funziona da barriera contro il vapore acqueo.

La soluzione ideale è l'utilizzo di pannelli termici formati da una lastra in cartongesso dallo spessore di 10 millimetri, che ha un buon grado di resistenza al fuoco, unita ad un pannello fatto di fibra di vetro, il tutto rivestito da una copertura esterna che costituisca una barriera al vapore. Lo spessore finale può variare dai 3 ai 20 centimetri; ogni pannello ha una larghezza di 1,20 metri e l'altezza può essere 2,70, 2.80 o 3 metri. Mascherando opportunamente le giunture con strisce adesive apposite, si ha una superficie da poter decorare in qualsiasi modo.

Quando le pareti esterne sono dotate di intercapedine, l'isolamento termico può essere incrementato andandole a riempire con due diversi tipi di materiale: schiuma di poliuretano, granuli realizzati con argilla espansa. Applicare la schiuma di poliuretano richiede necessariamente l'intervento di un'impresa specializzata. L'argilla espansa, che si trova in granuli che vanno dagli 8 ai 20 millimetri e in confezioni da 20 o 50 litri, può essere introdotta facilmente all'interno dell'intercapedine facendo uso di un canale fatto con cartone piegato, tramite delle aperture di dimensione 5 x 5 centimetri, da praticare nella parte interna della parete.

    24 pannelli 1200x1000 MM di ISOLANTE TERMOACUSTICO: LANTIRUMORE TERMO – GIPS SP. 10+40 mm

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 948€


    Coibentazione muri: La lana di vetro

    Un prodotto molto efficace per l'isolamento di pavimenti, muri e coperture è la lana di vetro. La si può trovare in commercio in diverse forme: in pannelli, in rotoli o raddoppiata adoperando una lastra in gesso; gli spessori possono essere diversi.

    La lana di vetro è costituita da prodotti minerali e le sue proprietà isolanti sono date dalla rete di fibre sottili, in grado di imprigionare piccole cellule d'aria. È proprio grazie all'aria trattenuta al suo interno, che la lana di vetro deve le sue caratteristiche e prestazioni in fatto di isolamento. Questo tipo di materiale è, inoltre, idrofugo e incombustibule, è imputrescibile e, scegliendo lo spessore opportuno, offre un buon isolamento acustico.

    Adoperando una opportuna tecnica di posa, e scegliendo il tipo di lastra più idoneo, la lana di vetro può essere adoperata per la realizzazione di contropareti su qualsiasi supporto.

    Le contropareti si possono posare adoperando una struttura, di tipo metallico, da vincolare alla parete sottostante, oppure adottando una struttura di tipo autoportante e fissando successivamente, all'orditura, delle lastre realizzate in gesso rivesto, previa interposizione del materiale isolante. Il rivestimento isolante può essere realizzato anche in modo molto più semplice, andando a incollare, direttamente sulla muratura, le lastre di gesso rivestito, opportunamente preaccoppiate con il materiale isolante: polistirolo espanso estruso, polistirolo espanso, lana di vetro.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO