Realizzare una controparete in cartongesso

vedi anche: Cartongesso

Materiale occorrente

- pannelli di cartongesso

- montanti in metallo

- nastro autoadesivo isolante

- distanziatori (se la parete non è a piombo)

- tasselli e viti a muro

- viti autofilettanti per cartongesso

- (se necessario) pannelli di materiale idoneo,

isolante o fonoassorbente

- metro

- livella (meglio se laser)

- trapano

- seghetto alternativo

- taglierino

- nastro di carta o rete autoadesivi

- carta abrasiva

- stucco

- tempera

controparete in cartongesso

Telaio in alluminio 12,5 mm GK inserto in cartongesso revisione porta in alluminio (200 X 200)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,39€


Fase 1 Progettazione

Senz'altro importante è il controllo di tutte le pareti su cui intervenire con una verifica anche dell'inclinazione o del perfetto filo a piombo delle stesse perché, se la parete non è perfettamente verticale, con la controparete in cartongesso si potrà fare a modo di avere una struttura a piombo perfetto.

Con metro e matita va segnata per terra la distanza dal muro per la controparete.

Si passa poi a segnare tutto il perimetro su cui fissare la struttura in metallo che dovrà reggere i vari pannelli e procedendo bisognerà prevedere sul muro un montante metallico ogni 60 cm da destra verso sinistra.


  • cartongesso Il cartongesso è un materiale molto leggero e facilmente maneggiabile, pertanto molto diffuso nell' edilizia. E' costituito da gesso di cava, un materiale facilmente reperibile, compresso tra due fogl...
  • parete attrezzata in cartongesso Come si può facilmente dedurre dal nome, il cartongesso è ottenuto dal gesso minerale, un materiale molto diffuso nel campo dell’ edilizia fin dai primi tempi dell’ architettura, e infatti molte sono ...
  • libreria in cartongesso Il fai da te include moltissime occupazioni, adatte a qualsiasi persona, che spaziano dal giardinaggio, alla creazione di piccoli bijou, alla modifica di oggetti e strutture. Si tratta di operazioni c...
  • parete in cartongesso Attraverso il fai da te è possibile occuparsi di varie operazioni, ognuna in un settore diverso. Ciò rende possibile a tutti, indipendentemente dai loro scopi e dai loro interessi, interessarsi al fa...

Clauss 18857 5-inch titanio antiaderente Stiff Heavy Duty raschietto curvo con filettatura fine, colore: grigio/giallo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,34€


Fase 2 Posa in opera della struttura per parete a piombo

controparete in cartongesso Lungo tutto il perimetro di ogni parete va fissato con viti e tasselli idonei un profilo metallico a "C" in cui la parte chiusa va a toccare il pavimento e il soffitto e le pareti laterali.

Attenzione:

Il profilo non deve toccare direttamente muro, pavimento o soffitto, altrimenti a lavoro ultimato potrebbero propagarsi delle vibrazioni alla struttura attraverso il telaio. Per evitare ciò, prima di fissarlo, bisogna mettere uno specifico nastro autoadesivo isolante che fa da cuscinetto lungo tutta la struttura del perimetro dei profili nella parte che tocca il muro. Il fissaggio avverrà con delle viti piazzate a 70/80 cm lungo il perimetro della parete.

A questo vanno inseriti nel profilo a "C" del perimetro i montanti a "U" con la parte chiusa rivolta verso il montatore, distanziandoli della misura esatta dei pannelli isolanti o fonoassorbenti, se si intende montarli.


Fase 3 Posa in opera della struttura per parete non a piombo

Nel caso di una parete obliqua, sarà questa a dettare legge ai montanti che, per il giusto posizionamento verticale, avranno bisogno di speciali distanziatori, anch'essi metallici, posizionati dal basso verso l'alto più o meno a 60/70 cm. di distanza l'uno dall'altro. Ecco perché, se si ha a disposizione una livella laser che proietta sul muro la sua striscia luminosa, il lavoro sarà molto facilitato e basterà forare il muro ogni 60/70 cm. lungo la luce proiettata dalla livella.

Per avere l'intelaiatura a piombo, basterà ridurre opportunamente le alette dei distanziatori su cui fissare i montanti con le solite viti autofilettanti.


Fase 4 Posa in opera dei pannelli di cartongesso

A lavoro ultimato si avrà di fronte una parete delimitata per tutto il perimetro dal metallo dei profili a "C" e da quello dei montanti a "U". Su tutti i profili e i montanti, prima di fissare il cartongesso, bisogna incollare il nastro adesivo isolante citato nella fase due.

Conclusa quest'operazione si possono fissare i pannelli di cartongesso, tagliati a misura con un taglierino o con il seghetto alternativo. L'ancoraggio dei pannelli sulla struttura in metallo avviene con l'utilizzo di viti autofilettanti, specifiche per cartongesso.

Attenzione:

Se sulla parete sono presenti scatole di derivazione dell'impianto elettrico o telefonico, basterà riportare sul cartongesso la posizione esatta e praticare un foro uguale col seghetto alternativo, fissando la mascherina della scatola con delle viti un po' più lunghe.


Realizzare una controparete in cartongesso: Fase 5 Rifinitura della controparete

Concluso il montaggio si passa a stendere nastro di carta o rete, entrambi autoadesivi, su tutte le giunture e imperfezioni del cartongesso, per sigillare le giunture e i fori delle viti.

Si prepara poi lo stucco e con questo si coprono tutte le imperfezioni, procedendo dal basso verso l'alto col movimento a semicerchio caratteristico dello stuccatore e dell'intonacatore.

Ad asciugatura avvenuta, si carteggia il tutto con carta abrasiva e si pittura con colore a tempera secondo gusto.



COMMENTI SULL' ARTICOLO