Realizzare pareti in cartongesso

vedi anche: Cartongesso

Come predisporre le pareti in cartongesso

Se si desidera dare vita a delle pareti divisorie, una buona soluzione è rappresentata dalle pareti in cartongesso. L'alternativa ad esse è la muratura, ovvero le costruzioni in mattoni forati. Sebbene l'opera in muratura possa definirsi assolutamente stabile, essa comporta un grande dispendio di tempo, un costo abbastanza notevole e tanto sporco in casa. Chi non possiede un'ottima manualità e una conoscenza dei materiali, deve inoltre affidarsi a ditte specializzate. Le pareti in cartongesso sono sicuramente più facili da realizzare, meno costose e, inoltre, sporcano poco, in quanto la loro messa in opera avviene a secco. Alcune azioni preventive chiedono di essere realizzate, qualora si scelga il cartongesso come materiale per le pareti divisorie. Innanzitutto bisogna prendere accuratamente nota delle misure e, di conseguenza, acquistare la giusta quantità di materiale. Al contempo bisogna calibrare gli spazi della nuova stanza che si va a creare, in quanto essa deve offrirsi vivibile e spaziosa. La vicinanza alle finestre deve essere controllata, così come la presenza e l'eventuale allacciamento di impianti elettrici, idraulici, telefonici e legati alla domotica, quando presenti.
Realizzare pareti in cartongesso

J4 * TRIPLEX® 100 viti 6 x 80 mm - Tavolo in 2 sec. i tasselli a percussione senza Martello né cacciavite ma solo con il Punta di un trapano.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,24€


Come procurarsi i materiali adatti per costruire le pareti in cartongesso

pareti in cartongesso I materiali di costruzione devono essere di ottima qualità, per permettere un'opera resistente e ricca di buone caratteristiche. Se scelte con cura, le pareti in cartongesso aiutano l'isolamento acustico, sia dall'interno che verso l'esterno dell'abitazione. Esse sono inoltri termo-isolanti e salubri. Il cartongesso è inoltre un materiale ignifugo e antibatterico, a patto che la sua composizione si presenti ottima. Per iniziare è indispensabile procurarsi delle traverse realizzate in legno grezzo e una fune retrattile, ovvero un'apposita corda colorata. Non devono mancare le migliori viterie, tra le quali i chiodi da 10 cm che servono a fissare i montanti e gli speciali tasselli per il cartongesso. Serve poi una sega per tagliare a misura i listelli e un filo piombo o una bolla, per assicurare un corretto lavoro in termini di posizione. Chiodi e tasselli aggiuntivi per ogni evenienza devono essere a disposizione per ogni evenienza. L'acquisto del cartongesso deve essere effettuato in un luogo di fiducia, in quanto molti sono i materiali di dubbia provenienza, spesso contenenti elementi tossici. Ricordiamoci che le pareti in cartongesso diventano parte integrante dell'abitazione, per cui il materiale deve essere sicuro e assolutamente certificato. Se si hanno dei dubbi sulla quantità di cartongesso da acquistare, è preferibile arrotondare per eccesso. L'opera potrebbe richiedere del materiale aggiuntivo e, in previsione di possibili errori, è sempre meglio disporre di una piccola quantità di scorta.

    Muro a secco Pinza Pinza crimpatrice (/Pinza/Stanz krimper) per il collegamento di targa in profili 0,8 + 0,8 mm max. Spessore, ad esempio supporto ottico per cartongesso. Lunghezza 34 cm, corpo in acciaio, 2 K Manopole.

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,88€


    Realizzare pareti in cartongesso: Come costruire le pareti in cartongesso

    Innanzitutto si devono tracciare le linee guida con la fune gessata e procedere con la costruzione di una traversa di legno nel pavimento, dove vengono segnate le future posizioni de montanti verticali. Essi vengono posizionati a distanze di circa 40/60 cm, a seconda delle preferenze. La stessa operazione deve ora essere eseguita sul soffitto, controllando con il filo di piombo di essere perfettamente in bolla. Ora le misure definiscono il posizionamento dei montanti, ovvero dello scheletro verticale della struttura. I montanti devono essere inchiodati con metodo e con fermezza tra di loro. Una volta concluso la scheletro ligneo, si procede con il montaggio dei pannelli in cartongesso. Esistono tecniche verticali oppure orizzontali. Solitamente si sceglie la tecnica orizzontale, in quanto più economica. Si deve quindi iniziare dal soffitto e procedere a fissare i pannelli, fino a che non si copre tutta la parete. Una volta completata la posa, si devono stuccare le parti che lo richiedono, quali i chiodi e le irregolarità e rifinire gli angoli interni ed esterni. Le pareti in cartongesso sono quasi concluse, in quanto si può procedere con la loro definizione finale. Per un lavoro più accurato, è ideale rasare la parete, applicando uno sottile strato di gesso, utile ad uniformare la superficie. Una volta carteggiata, la parete in cartongesso è pronta ad accogliere il colore preferito, il quale dovrà essere steso con cura e lasciato asciugare per tutto il tempo necessario.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO