Pavimenti in pietra per interni

Caratteristiche principali

Le pietre naturali vengono impiegate per realizzare pavimentazioni fin dai tempi più remoti. Le pietre sono formate da rocce e minerali di varia origine assemblati fra di loro in proporzione variabile da madre natura. Le pavimentazioni realizzate con mattonelle in pietra sono molto belle da vedere e si adattano senza problemi ad ogni stile di arredamento classico o moderno che sia. Le pietre sono molto versatili e possono essere tagliate, su richiesta del cliente, in diverse forme che una volta messe in posa danno vita a decorazioni originali e a motivi innovativi capaci di attirare gli sguardi di ogni avventore.

Grazie alla grande varietà di pietre che esistono è possibile scegliere la colorazione che si preferisce e scegliere la grana che meglio si adatta alle proprie esigenze di stile.

Pavimenti in pietra per interni

Rosoni rosone mosaico in marmo su rete per interni esterni 66x66 FLORIUM NOCE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 59,99€


Vantaggi e svantaggi delle pavimentazioni in pietra

pavimentazioni in pietraLe pavimentazioni realizzate in pietra presentano molti vantaggi a discapito di qualche svantaggio. La pietra naturale è molto resistente al calpestio e una pavimentazione realizzata con questo materiale ha una durata pressoché eterna. Basti pensare alle dimore medicee del rinascimento che ancora mostrano pavimenti stupendi con pochissimi segni di usura o ad alcune Chiese risalenti attorno all’anno mille che vantano di poter sfoggiare dei pavimenti pressoché perfetti.

La pietra naturale è semplice da posare e non presenta particolari difficoltà durante la sua sistemazione. Non inquina ed è biocompatibile già che ha la peculiarità di mantenersi fresca in estate e calda durante la stagione invernale consentendo un apprezzabile risparmio sui consumi sia del riscaldamento che dell’eventuale condizionamento degli ambienti interni.

Se la pietra viene posata senza subire lucidature di sorta alcuna offre una superficie ruvida non semplice da pulire ma sicuramente antiscivolo. Questa opzione viene adoperata soprattutto per realizzare scalinate interne offrendo così una sicurezza fuori dal comune che solo il cotto può garantire.

Per quanto riguarda gli svantaggi delle pavimentazioni in pietra quello principale è sicuramente il costo della materia prima. Infatti le varie tipologie di pietre costano molto di più rispetto alle mattonelle in gres o di qualsiasi altro materiale disponibile al momento sul mercato. Si può risparmiare qualcosa se ci si rivolge a pietre di provenienza estera. Quelle cinesi hanno un costo molto inferiore a quelle italiane poiché la manodopera cinese viene sfruttata e retribuita sottocosto.

La pietra naturale può presentare delle difficoltà per quanto riguarda il suo trasporto che deve essere eseguito rispettando alcune norme atte a salvaguardare il prodotto durante le varie fasi.

Alcune tipologie di pietre inoltre hanno superfici molto porose e nonostante i trattamenti a cui vengono sottoposte riescono ad assorbire molto bene le sostanze oleose. Smacchiare un pavimento impregnato di olio non è un’operazione semplice e non è detto che la pavimentazione possa tornare pulita come prima dell’incidente.

    Poster murale gigantografia stampa digitale in alta risoluzione Komar su carta - Stone Wall - mis. 368x254 cm - cod. 8-727

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 45,57€


    Pavimenti in pietra per interni: Le pietre più adatte per le pavimentazioni interne

    L’ardesia è una delle pietre naturali più indicate da adoperare sia per le pavimentazioni che per i rivestimenti. Attualmente in commercio se ne trovano grandi quantitativi provenienti dal Brasile mentre quella di produzione nazionale oltre ad essere più costosa, è piuttosto difficile da reperire. Ha un ventaglio di colorazioni che spazia dal grigio al verde e dal nero al marrone scuro con lievi sfumature rossastre. In genere le mattonelle di ardesia hanno uno spessore medio di nove millimetri e sono il materiale ideale per la posa a colla. Essendo abbastanza scura per sua natura è consigliabile posizionare questa pietra naturale solo in luoghi ampi illuminati da buone quantità di luce naturale.

    Il travertino invece è una pietra di origine calcarea dal colore biancastro che può assumere una colorazione tendente al giallo o al rosso a seconda del luogo d’estrazione. È molto facile da lavorare e offre una resistenza meccanica altissima. Le sue venature delicate quasi trasparenti e il colore cristallino fanno del travertino una delle pietre più ricercate per realizzare pavimentazioni di prestigio. Può essere abbinato sia ad arredamenti moderni che classici e nel corso degli anni la sua colorazione rimane pressoché inalterata.

    La pietra di Luserna non solo è adatta per posare pavimentazioni di piccole o grandi dimensioni ma può essere adoperata anche per realizzare gradini, mensole e battiscopa. Ha una struttura costituita da sottili lamelle e proprio questa sua peculiarità permette di avere una buona resistenza anche su mattonelle di spessore ridotto. Può avere tre diverse tonalità di colore ovvero il blu, il grigio e il dorè e previa lavorazione può apparire lucida oppure spazzolata.

    Infine la pietra indiana è un materiale naturale molto raffinato dalla colorazione variegata molto calda che varia dal marrone al rosso, dal color sabbia al beige più chiaro. Si può posare sia con la malta cementizia che per mezzo della posa a verde. È una pietra arenaria molto versatile adatta sia per creare pavimentazioni interne dai disegni originali che per rivestire marciapiedi esterni.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO