Bugnati sulle facciata

Caratteristiche del bugnato

I tipi di bugnato si distinguono dalle diverse forme in rilievo delle bugne e dal materiale con cui sono state realizzate, che determinano lo stile liscio, oppure squadrato o a punta.

Le facciate che vantano questa particolare lavorazione sono costituite da blocchi in pietra sovrapposti a file un pò sfalsate, uniti insieme in modo che rimangono delle scanalature sui quattro lati opportunamente posizionate per lasciare scivolare l'acqua piovana.

Risalgono ai tempi del Medioevo le costruzioni formate da massicci blocchi in pietra nella parte bassa, per costituire una massiccia base , e da muri più ordinari sulla parte più alta.

Oltre ai motivi tecnici delle costruzioni a bugne, ci sono anche dei motivi estetici, che fanno risaltare il gioco di luce-ombra e di chiaro-scuro che danno all'edificio una bellezza particolarmente suggestiva.

bugnato

Stanley STHT0-26089 - Spatola per stuccare, asimmetrica, per angoli a 90°, lama in acciaio Inox, Multicolore (Multicolore)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,89€
(Risparmi 0,66€)


Palazzi monumentali italiani, con i bugnati sulle facciate

bugnati Nei centri storici delle località italiane ci sono diversi palazzi che devono la loro maestosa bellezza ai bugnati sulle facciate.

Ricordiamo a Firenze il Palazzo Medici Riccardi, con delle lavorazioni diverse su ogni piano e palazzo Rucellai, progettato da Leon Battista Alberti; a Ferrara il palazzo dei Diamanti, così chiamato per le tipiche forme dei bugni a punta di diamante; il Palazzo Te e il Palazzo Canossa a Mantova, dell'architetto Giulio Romano, la Porta Maggiore a Roma, il palazzo Carciotti a Trieste il Palazzo della Giudecca nello stile plateresco e tantissimi altri.

Questo stile infatti conferma che la costruzione di questi bellissimi palazzi risale al Rinascimento, periodo della storia durante il quale è stato dato molto risalto alla cultura e l'arte, iniziato verso la metà del XIV secolo, quindi verso la fine del Medioevo.

    Rustins Blackboard - Vernice per lavagna (125/250/500 ml, 1/2,5 litri), colore: Nero 500 ml Nero

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,52€


    i diversi tipi di bugne che fanno le differenze delle facciate

    bugnati Normalmente le bugne sono di forme quadrate o rettangolari, solo raramente sono stondate, che è la forma che dona un effetto più raffinato al palazzo arricchito con questi decori.

    Inoltre i bugnati sulle facciate possono essere formati da bugne delle stesse forme oppure di due forme diverse predisposte in maniera precisa ed alternata fra loro.

    Anche nelle porzioni angolari, delle bugne di due diverse lunghezze possono essere alternate fra loro.

    Ma a determinare le tipologie di bugne sono i diversi modi in cui si collegano all'attaccatura della parete.

    Si suddividono in:

    scannellato, il cui lato si appoggia perpendicolarmente al filo del muro, smussato, che disegna con l'attaccatura della facciata un angolo obliquo di quarantacinque gradi;

    il bugnato sbaulato, in cui profilo è modellato in modo stondato e quello diamantato, con bugne a forma di piramide a punta o tronca.

    Anche le rifiniture fanno la differenza, a seconda se si vuole ottenere un effetto pietra oppure un effetto tipo lapidario.


    Bugnati sulle facciata: Le diverse rifiniture dei bugnati sulle facciate

    bugnato Le differenze delle rifiniture sono determinate

    dall'effetto gradina, che si ottiene grattando con un'apposita spazzolina in metallo creando delle graffiature verticali,

    l'effetto a bocciarda, che disegna tante piccole incisioni cilindriche, mentre si possono rifinire ad incisione, tecnica tipica degli architetti del Manierismo; anche qui le bugne viengono lavorate con una subbia od uno scalpello, per realizzare un effetto erosione sulla pietra.

    I bugnati sulle facciate possono essere lavorati in tre modi diversi:

    rivestendoli con lastre in pietra, ne sono l'esempio i palazzi aristocratici di grande valore, come il Palazzo Pitti a Firenze;

    oppure con un modine, realizzato allo stesso modo delle modanature di intonaco intagliato;

    Altrimenti i bugni si possono dipingere come se fossero degli affreschi grandi realizzati con la tecnica trombe d'oeil con disegni rappresentanti soggetti vari.

    In Liguria le facciate con le bugne arricchite da pittoreschi dipinti sono diffusissime, basta citare come esempio il palazzo Ducale di Genova, che è uno dei più famosi edifici storici della capitale ed attualmente anche museo, che come tutti gli altri citati è un fiore all'occhiello del patrimonio artistico dell'Italia.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO