Malte fai da te

Cos'è la malta

La malta è un particolare composto che viene utilizzato nel campo dell'edilizia in maniera particolare, e prevede la miscelazione di diversi elementi, e questi sono l'acqua, un inerte ed un elemento legante: per creare una buona malta ovviamente, è importante miscelare questi ingredienti in quantità ben precise, poiché altrimenti la malta non potrebbe esser creata.

La malta può esser creata in diversi modi, utilizzando sia un secchio che una betoniera: nel primo caso, ovvero in quello in cui si utilizzi il secchio, è importante sottolineare il fatto che bisogna mischiare assieme prima l'inerte ed il legante, e solo quando questi iniziano ad amalgamarsi bisogna aggiungere, e piccole dosi per volte, l'acqua. Con la betoniera invece il procedimento è completamente differente: bisogna inserire prima l'inerte nella betoniera, poi successivamente bisogna aggiungere il legante, dopo che la betoniera gira per diverso tempo, ed infine l'acqua che serve per creare la malta.

In entrambi i casi comunque è possibile ottenere una malta utile per le diverse situazioni.

Hitachi UM16VST Miscelatore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 164€
(Risparmi 49€)


Prima tipologia di malta, quella a base di calce

Questa tipologia di malta, nel settore dell'edilizia, è quella che viene creata ed utilizzata con maggiore frequenza: la malta con calce viene infatti realizzata per creare degli intonaci, i quali dovranno esser saldamente legati al muro, oppure come legante semplice per costruire un muro.

La realizzazione della malta a base di calce è molto semplice: occorre inserire nel secchio, o nella betoniera, una quantità di calce, una di sabbia ed una d'acqua, e mischiare il tutto, attendendo che si ottenga la malta, con queste dosi che spesso vengono utilizzate per realizzare gli intonachi, mentre nel caso in cui la malta debba essere utilizzata per realizzate muri, la quantità di sabbia deve essere doppia rispetto quella della calce e quella dell'acqua.

Prima di utilizzare la malta su un muro o su una qualsiasi superficie comunque, è importante sottolineare il fatto che il supporto deve essere abbondantemente bagnato, in maniera tale che la malta possa esser attaccata senza che si stacchi dopo pochissimo tempo.

  • forno realizzato con malta refrattaria La malta refrattaria è un materiale molto resistente, adatto soprattutto per quei luoghi in cui serve un tipo di legante in grado di resistere anche ad alte temperature. Essa è composta da calcio, arg...
  • Cemento armato I motivi per i quali il cemento armato è uno dei materiali strutturali più usati e conosciuti si possono riassumere in tre concetti: facilità di lavorazione, flessibilità, basso costo. Non per nulla, ...
  • malta bastarda La domanda che cosa sia la malta esige una risposta breve e concisa: è, in effetti, un composto tra acqua e cemento "inerte". Il composto, assume denominazioni diverse in base al legante che si utiliz...
  • preparare malta di calce In edilizia esistono numerosi tipi di composti che possono venire utilizzati per l'intonacatura e la finitura delle pareti. In questo articolo vi spiegheremo come si preparano le malte di calce e il c...

Roughneck, pistola multifunzione per malta definitiva ROU32150, nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,12€


Seconda tipologia di malta, quella a base di cemento

malta cementiziaUn'altra tipologia di malta prevede che al posto della calce venga utilizzato il cemento: questa tipologia ovviamente è molto più resistente, ed ovviamente viene utilizzata per la realizzazione totale della casa, poiché i mattoni, grazie alla malta con base di cemento, risulta avere una maggiore resistenza e sopratutto è molto più rapida nell'agire.

La malta con base di cemento risulta essere uguale nella preparazione alla malta di calce: occorre inserire una quantità d'acqua ed una di sabbia e cemento, mentre per creare una malta immediata è opportuno inserire quattro quantità di sabbia ed una sola di cemento, ricordandosi sempre che la sabbia deve avere una quantità quadrupla rispetto al cemento, e quindi se si inseriscono due quantità di cemento, quelle della sabbia devono essere otto.

Con la malta al cemento si può anche formate il calcestruzzo, realizzabile con l'aggiunta di ghiaia, malta che verrà utilizzata nelle fondamenta, mentre il cemento a presa rapida, quello utilizzato per piccole realizzazioni, può esser preparato utilizzando due dosi d'acqua ed una sola di cemento.


Malte fai da te: La malta ibrida: cemento e calce

Vi è infine la malta ibrida, ovvero quella composta da cemento e calce inseriti nello stesso impasto: questa tipologia di malta ha un doppio effetto, in quanto il cemento serve per far sì che la malta sia impermeabile, mentre la calce accelera notevolmente i tempi di presa sul muro nel quale deve venire utilizzata.

Questa tipologia di malta generalmente viene utilizzata per gli intonachi di muri esterni, e la preparazione risulta essere molto semplice: bisognerà aggiungere all'acqua, che generalmente viene versata in una quantità sola, una quantità di calce, una dose di cemento ed una dose di sabbia, ed attendere che la betoniera o la cazzuola impastino per bene i quattro elementi.



COMMENTI SULL' ARTICOLO