Tubo gocciolante

Perché irrigare con il tubo gocciolante

Il sistema d’irrigazione dell'orto o del giardino è molto importante. Troppa acqua o troppa poca, possono danneggiare le piante in modo irreversibile. La soluzione che ci permette di dosare in maniera ottimale l'approvvigionamento d'acqua delle nostre piante è l'impianto a goccia con tubo gocciolante.Con questo sistema l'acqua, fuoriuscendo dai fori d’irrigazione, bagna solo il terreno in corrispondenza delle radici della pianta. La terra resta umida, ma si evitano pericolosi ristagni idrici, conseguenza dei sistemi d’irrigazione tradizionale, che sono la causa principale del proliferare di muffe e insetti.Inoltre le parti aeree delle piante restano asciutte, avvantaggiando tutte quelle varietà che possono assorbire acqua solo attraverso l'apparato radicale e che subirebbero un danno, se le loro foglie venissero bagnate.Irrigare con il tubo gocciolante permette anche di dosare esattamente la quantità d'acqua da erogare, distribuendola in maniera mirata ed evitando eccessi, che sarebbero solo uno spreco inutile. Irrigare a tubo gocciolante permette di risparmiare fino al 70% d’acqua!
Impianto a tubo gocciolante

100 mt tubo polietilene ala gocciolante 16 passo 20 a goccia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,99€


Caratteristiche del tubo gocciolante

Tubo gocciolante Il tubo gocciolante è adatto sia all'uso agricolo sia a quello residenziale. Può essere acquistato presso qualsiasi consorzio agrario o in qualsiasi rivendita di materiale per il giardino e il fai da te. È venduto in rotoli o al metro. Il tubo gocciolante è un tubo in polietilene, di norma abbastanza flessibile in modo da facilitarne la stesura. Lungo il tubo vi sono dei fori, all’interno dei quali vi è una membrana anch’essa forata, detta ala gocciolante, che permette la fuoriuscita dell’acqua d’irrigazione, impedendo l’ingresso della terra. Questo sistema detto a labirinto o autopulente, impedisce ai gocciolatoi di otturarsi, garantendo un’irrigazione sempre corretta e omogenea. Il diametro del tubo e quello dei fori possono variare, così come la distanza fra un foro e l’altro, pertanto la scelta sarà determinata dalla distanza fra le piante e dalla quantità d’acqua che vogliamo distribuire. Il tubo gocciolante esiste in colori diversi. E’ consigliabile che il tubo si mimetizzi il più possibile con il terreno circostante, quindi la scelta del colore dipenderà dal sito in cui andrà collocato.L’ultima novità in fatto di tubi gocciolanti è il tubo gocciolante poroso, che sostituisce ai fori distanziati una porosità costituita da centinaia di micro-fori distribuiti in tutta la sua lunghezza. Grazie a questo sistema il tubo può addirittura essere completamente interrato, senza pericolo alcuno che si otturi. Destinatario ideale di questo tipo di tubazione sono tutte quelle piante che potrebbero essere danneggiate dall’evaporazione dell’acqua dal terreno umido, come cetrioli o pomodori, ma anche bordure o filari costituiti da fitte file di piante erbacee.

  • I termosifoni sono il mezzo maggiormente utilizzato per riscaldare una casa, rendendola più vivibile ed accogliente. Essi possono essere in ghisa,in acciaio o in alluminio, dato che il materiale di cu...
  • tubo La cappa della cucina è uno strumento elettrodomestico, dotato di un’apposita tubatura interna, volta ad aspirare i fumi, gli odori e le particelle tossiche che si concentrano nell’aria durante la cot...
  • esempio di tubi multistrato Il nome multistrato deriva dalla particolare struttura di queste tubazioni. La tubazione è composta di una serie di strati sovrapposti che partono da un piano plastico centrale cui seguono il sovrappo...
  • tubi multistrato Questo tubo è uno specifico tubo in multistrato utilizzato per garantire il passaggio corretto e sicuro dell'acqua. E' definito in multistrato poichè è formato da diversi strati di materiale: solitame...

Gardena 1362-20 Tubo Gocciolante da 4.6 mm (3/16 Pollici), Nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,49€


Progettare un impianto a tubo gocciolante

Materiale per impianto d'irrigazione Per utilizzare i tubi gocciolanti in maniera ottimale, è necessario costruire un vero e proprio impianto d’irrigazione. E’ molto semplice, ma è importante calcolare con uno schema lo spazio da irrigare e la posizione esatta delle piante all'interno di questo spazio. Una volta fatto questo si può calcolare il materiale necessario a costruire l'impianto d’irrigazione, che deve prevedere oltre al tubo gocciolante, un tubo di mandata dal quale far diramare i tubi gocciolanti, i relativi rubinetti di apertura, raccordi dritti o a T per collegarli, un tubo principale che porti al rubinetto d'approvvigionamento dell'acqua, supporti di bloccaggio per fissare i tubi per terra, tappi per chiudere i tubi. Se si decide di automatizzare l'irrigazione, vanno previsti anche una centralina di smistamento dell'acqua e un timer. Disegnare su un foglio l'impianto che si vuole realizzare, permette di non commettere errori.


Tubo gocciolante: Costruire un impianto d'irrigazione

Impianto tubo gocciolante Una volta acquistato tutto il materiale, si deve come prima cosa tagliare il tubo. È importante evitare tagli in prossimità dei fori, per non danneggiare la membrana del gocciolatoio e per non rischiare difficoltà nell'inserimento del raccordo. I tubi, tagliati a misura, vanno posti nella loro collocazione definitiva. A questo punto assemblare l'impianto sarà semplice. Ogni tubo gocciolante, disteso in prossimità delle piante, va collegato tramite un rubinetto a uno dei tubi principali. Ogni condotta principale va a sua volta collegata, con un rubinetto, al tubo di mandata. Questo deve essere di uno spessore tale da poter alimentare tutto il giardino e va collegato al rubinetto principale o alla centralina d’irrigazione. I raccordi servono a collegare i vari pezzi di tubo gocciolante sulle file, o i vari tubi della condotta principale, in modo da raggiungere tutte le piante del giardino. Alla fine di ogni tubo gocciolante va inserito un tappo. Una volta costruito l'impianto, questo va bloccato con gli appositi ganci di plastica per impedire ai vari tubi di spostarsi. Ora basterà collegarlo alla centralina e programmare il timer per far partire l’irrigazione nel modo desiderato.



COMMENTI SULL' ARTICOLO