Stufe elettriche a basso consumo

Come risolvere i piccoli problemi di malfunzionamento

Le stufe elettriche, se non correttamente funzionanti, possono diventare molto pericolose. La maggior parte di questi dispositivi è dotata di un sistema per lo spegnimento automatico che si attiva quando le punte di riscaldamento diventano eccessivamente calde.

Se notate che la stufa non funziona a dovere, spegnetela e staccate la spina. Controllate i fusibili o eventuali interruttori saltati e, se necessario, sostituiteli. Provate a riaccendere la stufa. Se non si accende, spostate l'interruttore di alimentazione in posizione off. Scollegate la stufa e fatela riposare per circa 10 minuti.

Se anche in questo caso non si attivasse, verificate la presenza di ostruzioni esterne o interne che potrebbero impedire al riscaldatore elettrico di accendersi.

Stufe elettriche a basso consumo

De'Longhi TRRS0920 Radiatore ad Olio Elettrico, Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 77,18€
(Risparmi 17,82€)


Come installare a parete una stufa elettrica a basso consumo

stufa elettrica a basso consumoSe avete una cantina o un sottotetto e la necessità di riscaldarli, la stufa elettrica a parete è sicuramente la soluzione perfetta. Il riscaldatore a muro sarà collegato ad un termostato in modo che possa essere regolata la quantità di calore.

Per iniziare, segnate con una matita la posizione esatta in cui sarà sistemata la stufa. La parete, per una maggiore sicurezza, andrebbe ricoperta in cartongesso.

Segnate anche la posizione del termostato. Solitamente questo dispositivo si trova accanto all'ingresso e ad un metro e mezzo dal pavimento. Installate la base del termostato alla parete con le viti corrispondenti. Se avete dotato il muro di un pannello in cartongesso, contrassegnate le posizioni dei fori delle viti della base sulla parete, e spingete un cacciavite all'interno di ogni marchio. Inserite quindi un tassello in ogni foro e fissate la base del termostato.

Fate scorrere il cavo elettrico dalla stufa a muro sul retro della base del termostato, e un secondo cavo dalla base del termostato alla scatola dell'interruttore principale della casa. Assicuratevi che ci siano otto centimetri di cavo all'interno della base del termostato.

    Mini termoventilatore 350W Pocket Heater stufa caldo bagno caldobagno salvaspazio

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,79€


    Stufe elettriche a basso consumo: Il cablaggio

    Aiutandovi con un taglierino, togliete un paio di centimetri di guaina esterna da una estremità dei due cavi del termostato e dell'unità di riscaldamento. Troverete un filo bianco, uno nero e uno color carne, che è quello per la messa a terra, indispensabile per la sicurezza della stufa stessa.

    A questo punto prendete la stufa elettrica e appoggiatela sul pavimento a faccia in giù. Rimuovete con delicatezza il morsetto di copertura del cavo con un cacciavite e spingete i cavi elettrici attraverso il foro sovrastante nell'unità di base. Piegate l'estremità del filo di terra in modo da formare un gancio. Con una pinza a becchi lunghi, fissate il filo di terra intorno alla vite verde che trovate sul riscaldatore. Serrate per bene la vite al filo con un cacciavite. Collegate poi i fili bianco e nero della stufa ai cavi corrispondenti del riscaldatore avvitandoli in un unico fascio e fermandoli sulle estremità con un piccolo dado. Chiudete il morsetto e sistemate il fascio di fili in sede. Installate la stufa alla parete con le viti necessarie che avete in dotazione, assicurandovi che entrino nelle rispettive borchie del muro. Avvitate ora il filo rosso che si trova sul retro del termostato al filo bianco che fuoriesce dalla scatola base. Inserite un cappuccio di protezione sulle estremità dei due fili. Prendete poi anche il filo nero del termostato e collegatelo al cavo di uguale colore della scatola base. Seguendo questo schema, collegate il filo rosso con quello bianco e i due fili di terra color carne. Vi troverete ad avere un unico grande fascio, che renderete più sicuro con una fascetta di protezione ancorata tramite un dado. Inserite il fascio così ottenuto nella parte posteriore della scatola di cablaggio.

    Ora potete fissare il termostato alla sua base. La maggior parte dei modelli è realizzata con delle pratiche linguette che scattano in posizione.

    Provate a riallacciare la corrente elettrica e ad accendere la stufa per verificare che il cablaggio sia andato a buon fine. Se tutto il sistema è funzionante, regolate il termostato alla temperatura desiderata. In caso contrario, non esitate a chiamare un elettricista, che provvederà a collegare nella maniera corretta la stufa al termostato e al contatore centrale.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO