Lampada lavica o lava lamp

Lampada lavica o lava lamp

La lampada lavica o lava lamp è una particolare decorazione per la casa nata nel 1963 dall'idea di un designer inglese che la pensò per abbellire le vetrine dei negozi. Anche se viene definita lampada, una lava lamp non viene mai utilizzata per illuminare la stanza dove si trova ma semplicemente per diffondere in essa una luce soffusa e per creare atmosfere suggestive e romantiche. La lampada lavica trae ispirazione dalla natura e, nello specifico, dalle colate laviche che tanto affascinano da sempre. Tale suggestivo movimento viene ricreato grazie alla composizione stessa di una lava lamp. Sopra una base in alluminio (in cui è collocata una lampadina alogena o ad incandescenza) è collocato un cilindro in vetro (dalle forme più disparate) in cui si trova l'acqua distillata. Il particolare effetto della colata lavica nasce proprio qui, grazie ad una speciale tipologia di cera inserita nel cilindro insieme all'acqua.
lava lamp

Vansky® 2M Led Retro TV Bias Light, Strisce Led Illuminazione Retro TV, Bianco Brillante Retroilluminazione TV Illuminazione per Interni con Telecomando per TV, PC Desktop (Vansky® 2M Led Retro TV Bias Light, Strisce Led Illuminazione Retro TV, Bianco Brillante Retroilluminazione TV Illuminazione per Interni con Telecomando per TV, PC Desktop (Ridurre l'affaticamento degli occhi e aumentare la nitidezza delle immagini))

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€
(Risparmi 13€)


Il funzionamento della lampada lavica

lava lamp lava lite Il funzionamento della lampada lavica o lava lamp è davvero semplicissimo. L'accensione della lampada stessa provoca il riscaldamento progressivo dell'acqua distillata e della cera contenute nel cilindro. In particolare, queste subiscono una modifica della loro densità. La cera, sottoposta a processi che si possono equiparare a quelli di una pentola in ebollizione, inizia a formare delle bolle dalla grande fluidità che si muovono all'interno del cilindro tanto più velocemente quanto più alta è la temperatura raggiunta all'interno. Circa 45 minuti di riscaldamento sono necessari ad una classica lampada lavica per riuscire a ricreare nella maniera migliore possibile il tipicissimo effetto della colata di magma.

Esistono diverse tipologie di lampade laviche. Si parte, infatti, dai modelli di lava lamp base per arrivare a quelli un po' più particolari.

    Ranex RX1010-110 Palo Acciaio Inossidabile Spazzolato e Plastica

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,99€


    Le lampade laviche Mathmos e Lava Lite

    lampade laviche Mathmos Mathmos è una delle aziende leader nella produzione di lampade laviche. Nel catalogo, infatti, è innanzitutto disponibile il modello base in molte varietà di colore sia per quanto riguarda l'acqua distillata che la cera vera e propria. Il modello più snello è chiamato Astrobaby mentre quello dalla strana forma di razzo è noto con il nome di Telstar. Ma non è di certo finita qui. Si prosegue, infatti, con i modelli Fludium (a forma di goccia), Heritage Astro Lava (in ricordo dei mitici anni Sessanta) e Fireflow R1 (con alimentazione esclusivamente a candela). La lampada lavica o lava lamp non è solo quella che riproduce il movimento della lava. Nelle lampade firmate Lava Lite, ad esempio, la cera è sostituita da glitter o elementi in plastica (specialmente pesciolini di diverse forme e colori). Le prime generano un effetto che ricorda una vera e propria tempesta di glitter. Le seconde, invece, richiamano la bellezza e la tranquillità di diverse ambientazioni, prime tra tutte quella di un acquario in cui si muovono in maniera leggiadra i pesci.


    Precauzioni per l'uso delle lava lamp

    lampada lavica astro Esistono, però, delle precauzioni per l'uso delle lampade laviche. Nel maneggiarle bisogna stare molto attenti. Specie se calda, infatti, può provocare problemi ed ustioni molto gravi a causa della cera calda e delle parti metalliche. Per questo è sempre consigliabile non toccare la lampada quando è ancora calda o, peggio ancora, quando è in funzione. La lava lamp va sempre collocata in un luogo stabile e sicuro che risulti inaccessibile ai più piccoli.

    La sistemazione, inoltre, deve prevedere la lontananza da fonti di calore. La lampada lavica, infatti, deve produrre da sola il calore che le serve per il suo corretto funzionamento. Contrariamente, il cilindro di vetro potrebbe essere soggetto ad esplosioni con conseguenze anche molto gravi. La lampada, infine, non va capovolta nè aperta. Nel caso in cui avvenga una rottura accidentale, la cera va pulita con cura utilizzando i guanti perché risulta velenosa.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO