Costruire un terrario fai da te

Costruire un terrario: nozioni preliminari

Per costruire un terrario in modo corretto e ottenere un habitat ideale per gli animali, bisogna rispettare delle specifiche linee guida, per ottenere i massimi risultati. Seguendo attentamente le istruzioni, si possono realizzare delle strutture idonee per ospitare uno o più rettili, magari tra le specie più pregiate. In commercio esistono diversi terrari già preconfezionati, ma spesso si rivelano inadatti perchè magari troppo bassi o stretti. A questo punto il sistema migliore è quello del fai da te che con un minimo di spesa per i materiali e qualche attrezzo giusto, consente di costruirlo in brevissimo tempo.
Costruire un terrario fai da te

Purovi® KIT per CURA e DECORAZIONE di Acquari e Terrari | Forbici Pinzette Tenaglie | Cura botanica e Aquascaping | Potatura di orchidee e bonsai

Prezzo: in offerta su Amazon a: 34,95€


Costruire un terrario: la scelta del materiale e le conoscenze tecniche

Costruire un terrarioPer costruire un terrario su misura per i rettili di cui si dispone, è possibile utilizzare dei vetri di circa 0,8 millimetri da incollare (di forma rettangolare) con del silicone, che va posizionato in modo uniforme. Dopo si deve usare della carta gommata che aiuta a tenere insieme il vetro e il collante fino all'essiccazione completa. Un'alternativa al vetro sono le lastre di plexiglass che si possono trovare anch'esse di diverse misure, e che partono da 0,3 millimetri fino a quelle di cui si necessita per la costruzione di un terrario. Come collante, invece del silicone si utilizzano dei solventi che a contatto tra due superfici le legano facendoli diventare un tutt'uno. Adesso dopo l'appendice alla scelta del materiale per la costruzione di un terrario, è opportuno sapere alcune cose fondamentali che riguardano i rettili. Molti di questi animali, hanno per istinto un personale dominio territoriale e se in quello da costruire si prevede di inserire più maschi, è da mettere in preventivo il fatto di lasciare spazi abbondanti per ognuno in modo da evitare lotte tra loro. Da non trascurare è la temperatura che è necessaria per un terrario; infatti, molti rettili risentono delle variazioni climatiche essendo animali a sangue freddo per cui a seconda della gradazione che si imposta e con opportuni coni d'ombra, si possono creare zone più o meno calde consentendo ai rettili di scegliere quella che ritengono necessaria.

  • Costruire un terrario Nel primo caso il terrario ha una funzione non solo di coltivazione ma anche di abbellimento della casa, nel secondo ha lo scopo d creare un ambiente adatto alla vita degli animali che vi poniamo. In ...

Gosear 80 pz Mini In miniatura Ornamenti Kit Impostare Giocattoli Micro Paesaggio Accessori per Bambini Bambino Adulti FAI DA TE Fata Giardino Pianta Pentola Casa delle bambole Casa Ufficio Decorazione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,73€


Costruire un terrario fai da te: Costruire un terrario: gli accessori

Per ottimizzare la temperatura in un terrario, occorre una lampada di almeno 60 Watt che va appoggiata sopra l’apertura e coperta da una custodia metallica, che permette di innalzare ulteriormente la temperatura. In alternativa c'è la possibilità di acquistare una resistenza di vetro del tipo utilizzata per gli acquari; si tratta infatti, di un tubicino di vetro alimentato dall'esterno e che consente di ottenere una temperatura costante ed uniforme sull'intero fondo del terrario, in genere composto da sabbie e sassi. In entrambi i casi, per garantire la sopravvivenza dei rettili, bisogna tenere sotto controllo la temperatura, che deve oscillare tra i 25/30 gradi, ideali anche per potersi riprodurre in caso di accoppiamento. Se il terrario costruito va posizionato in una ambiente domestico, gli accessori sopra indicati sono indispensabili per ottenere un habitat ideale dal punto di vista climatico. L'esposizione in ambienti esterni ovvero a diretto contatto con la luce solare, riduce in gran parte l'uso di lampade e resistenze per il riscaldamento dell'ambiente. In questo caso l'impianto va comunque allestito, grazie all'uso di un temporizzatore per poter gestire la diffusione delle luci e del calore, basandosi sul cosiddetto sistema "crepuscolare" ovvero l'accensione automatica (graduale) con una o più lampade man mano che il sole tramonta. Gli accessori più importanti per un terrario costruito con il fai da te, sono pochi ma tuttavia indispensabili. L'uso di rocce, sabbia, pezzi di legno, sono fondamentali per consentire ai rettili di crearsi un riparo o un angolo proprio. L'importante è sterilizzare sempre bene ciò che si trova in natura, per evitare la trasmissione di microbi e batteri che potrebbero inquinare l'ambiente e mettere a rischio la salute dei rettili e dell'eventuali piantine. Infine proprio a riguardo di quest'ultime c'è da aggiungere che grazie ai noti processi di fotosintesi clorofilliana, garantiscono quel fattore di umidità che i rettili in genere richiedono per la loro sopravvivenza. L'acqua è quindi fondamentale in un terrario e tra gli accessori conviene non far mai mancare una piccola ciotola per contenerla.



COMMENTI SULL' ARTICOLO