Pietre per giardino

vedi anche: Giardinaggio

Cosa sono:

Sappiamo tutti che quando si ha un giardino è sempre come se si avesse una piccola ricchezza: esso, infatti, può essere utilizzato in vari modi. Nel caso, ad esempio, venisse utilizzato per coltivare piante e fiori, avrebbe un elevatissimo valore ornamentale, mentre un fine più pratico gli sarebbe attribuito se si scegliesse di coltivarlo come orto, o magari se lo si arredasse nel modo che più si addice al modo in cui ci si prefigge di vivere tale spazio.

D’ altro canto, il tipo di giardino che si vuole coltivare dipende sltanto dai propri gusti, e qualsiasi ambiente, se ben arredato, può essere arredato nel modo giusto per soddisfare le proprie esigenze e preferenze. Tutto questo, ovviamente, sempre nei limiti dettati dal clima, dal tipo di terreno e dalle circostante, al quale il giardino deve adattarsi e in cui deve ben integrarsi, sena creare contrasti o punti di rottura che potrebbero rovinare l’ estetica del tutto, e quindi un po’ perdere il senso del giardino stesso.

In genere, le pietre che vengono utilizzate per abbellire il proprio giardino sono di origine artificiale, ovvero vengono comperate presso dei negozi, magari di forme e dimensioni molto particolari (come pietre giganti o forme a cuore, squadrate o particolarmente arrotondate). Comperando questo tipo di pietre, d’ altro canto, ci si può adattare benissimo alle esigenze del proprio giardino, magari comperando delle pietre adatte a fare da margine per un piccolo laghetto o per un viale, oppure grandi pietre quasi monumentali sulle quali appoggiare delle piante rampicanti. Oppure è possibile usufruire di pietre artificiali, magari prese da un luogo vicino, che comunque possono essere molto d’ effetto, e magari dare un’ immagine del tutto più naturale proprio date le loro imperfezioni, che però possono comunque creare qualcosa di particolarmente artistico, in un modo, però, sicuramente più economico.

Yosoo - Stampo per creare manualmente una pavimentazione in cemento a forma di mattoni, percorso lastricato per giardino, colore: nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30€


Realizzare un giardino roccioso:

Ad interessarsi di pietre per il giardino in genere sono coloro che hanno l’ intento di realizzare un vero e proprio giardino roccioso. QUest’ ultimo , però, non va realizzato soltanto attraverso l’ uso di pietre, naturali o artificiali che siano, ma anche attraverso l’ utilizzo di piante e di un tipo di terreno che sia adatto. In genere, i terreni maggiormente indicati per la realizzazione di giardini rocciosi sono quelli in pendenza, che offrono condizioni di temperatura ed umidità più adatte. Dove possibile, poi, partire da una parte rocciosa, un pendio roccioso naturale, è ancora meglio: i giardini rocciosi, infatti, si prestano a valorizzare le aree scoscese.

Inoltre per abbellire il proprio giardino consigliamo di mettere bene in vista le rocce più particolari e quelle che richiamano le formazioni naturali, magari riempiendo gli spazi lasciati senza sassi con dei colori particolari e molto vivaci , o con quelli caratteristici del tipo di natura da cui si è circondati. Ogni pianta va poi posizionata in base alle dimensioni, alla forma e al colore , anche se per creare maggiore naturalezzantra le parti è anche possibile assortirle in modo disomogeneo. Il giardino poi può essere riempito di foglie, ghiaia e rami per dare un aspetto più naturale al giardino.


  • giardino con pietre Se si vuol dare una personalizzazione al giardino, oppure creare un passaggio tra le aiuole ed anche un vialetto calpestabile, la pietra è certamente il materiale più idoneo per la realizzazione di qu...

Kenley Stampo per Vialetto da Giardino - Forma per Selciato in Cemento o Pietra Naturale - 44 x 44 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,9€


Pietre per giardino: Posizionare i sassi:

Posizionare i sassi è una delle operazioni forse più particolari per chi deve realizzare dei giardini rocciosi. In particolare, quando ci si occupa di questo tipo di lavori, non bisogna perdere di vista il paesaggio che ospita il giardino, al quale ci si deve integrare in modo da rendere il tutto perfettamente armonioso o almeno senza contrasti che non siano presenti già in natura.

Sia per motivi estetici che tecnichi, le pietre vanno in genere posizionate in vari strati, disponendo ovviamente alla base i massi più grandi e diminuendo con l’ avanzare degli strati la dimensione delle pietre. Bisogna cercare, infatti, di dare alle pietre una disposizione naturale, in particolare facendo leva sul buon gusto personale e sulle proprie preferenze estetiche, magari prendendo spunto anche dall’ ambiente dal quale si è circondati, laddove è stata la natura a disporre le cose. I massi, poi, vanno mimetizzati con la vegetazione rampicante, e resi un tutt’ uno con essa: in genere, per questo scopo, si fa si che i massi più grandi vengano rivestiti dalle piante rampicanti, trovando quindi su di essi un punto di appoggio al quale aggrapparsi.

Particolari, poi, e molto suggestivi, sono poi quei giardini in cui si sceglie di disporre un po’ di terreno tra le varie pietre permettendo a piante particolari, magari molto colorate, di fiorire creando degli spazi sorprendenti e vivaci anche laddove il colore delle pietre potrebbe rendere più cupo il proprio giardino.

Ovviamente poi le pietre possono essere utilizzate non solo per composizioni artistiche, ma anche per scopi un po’ funzionali, come quello di costeggiare un vialetto di accesso, una siepe, un piccolo orto o qualsiasi parte del proprio giardino che non si vuole limitare con delle grosse costruzioni, magari anche molto costose o invasive dal punto di vista estetico.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO