Trappole per insetti

Le trappole per insetti: perché adottarle

Con l'arrivo della belle stagione si risvegliano anche gli insetti e il loro numero non fa che aumentare con il salire delle temperature: alcuni sono fastidiosi come le zanzare e le formiche, mentre altri possono essere pericolosi, ad esempio le vespe e i calabroni. In più vi sono tutti quelle specie dannose per le coltivazioni, come gli insetti della frutta. Per non dover usare i classici pesticidi, insetticidi e spray tossici, si può optare per delle trappole per insetti: sono soluzioni ecologiche, che rispettano l'ambiente, proteggono la salute delle persone e sono molto efficaci. In commercio vi sono tanti modelli, acquistabili presso qualunque negozio di bricolage, di giardinaggio o di prodotti per la casa. In alternativa si può decidere di mettere a punto una soluzione fai da te: alcune sono pensate per determinati insetti, mentre altre sono versatili e basta cambiare l'esca per attrarre differenti tipi di insetti. In ogni caso le trappole per insetti sono semplici da costruire e si evitano gli effetti collaterali dei pesticidi.

trappola per insetti

PIXNOR Trappole Adesive per Mosche Afide Sciaridi Minatore Fogliare Vari insetti Doppio Lato 10 Fogli

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


Le trappole per insetti fai da te: vespe e calabroni

trappola per vespe e calabroni Le vespe e i calabroni sono gli insetti tipici dell'estate e sono tra quelli più temuti, soprattutto perché la loro puntura non solo può essere molto dolorosa, ma anche perché può essere pericolosa per le persone allergiche. Per proteggersi da vespe e calabroni che hanno fatto un nido nelle vicinanze del proprio giardino si possono mettere a punto trappole per insetti specifiche: in questo modo si ha un rimedio efficace e basato su pochi elementi basilari. Servono una bottiglia di plastica (va benissimo quella per l'acqua), olio da cucina, un po' di spago, nastro adesivo e una soluzione di acqua e zucchero. In alternativa si può usare del succo di frutta. Dopo aver tagliato la parte superiore della bottiglia, si ungono le pareti interne con l'olio, così che le vespe non possano arrampicarvisi una volta entrate. Dopo aver riempito la parte inferiore della bottiglia con la miscela zuccherina, bisogna inserirvi dentro quella superiore: in questo modo si ha un cono verso il basso. A questo punto si fissano gli elementi con il nastro adesivo e si usa un punteruolo per forare il bordo superiore della trappola e bottiglia. Infine si appende la trappola con lo spago in un punto fuori della portata di animali domestici e bambini.


  • giardino Con “fai da te” si possono intendere davvero tantissime pratiche. Con questo nome, infatti, possono essere intese le operazioni di ristrutturazione della propria casa, la creazione di prodotti di bigi...
  • giardino all' inglese Chi si occupa di “fai da te” saprà sicuramente che, tra le pratiche rispondenti al nome di “bricolage”, una di quelle “per eccellenza” è sicuramente il giardinaggio. Il giardinaggio è un' attività mol...
  • pianta da giardino Per chi si occupa di giardinaggio è molto importante sapere quali sono le piante da giardino, o almeno conoscere le più diffuse. Le piante cosiddette “da giardino”, sono per lo più piante la cui sce...
  • arredamento giardino Con il termine “giardinaggio”, si intendono quella serie di operazioni attraverso le quali è possibile prendersi cura del proprio giardino, o del proprio orto, quindi anche delle singole piante che lo...

TAP-TRAP® - IL TAPPO TRAPPOLA - LA VERA ESCA ECOLOGICA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€


Le trappole per insetti fai da te: le zanzare

zanzara Le zanzare sono un grande problema durante l'estate: per proteggersi in maniera adeguata e potersi rilassare in giardino o trascorrere una serata all'aperto senza fastidi, vi sono soluzioni alternative agli spray, alle pomate e agli zampironi. Queste trappole per insetti hanno la stessa struttura di quella precedente ed è necessario cambiare solo l'esca: questa è composta da una soluzione che comprende una tazza di zucchero, una tazza d'acqua a temperatura ambiente, una bustina di lievito in polvere e una tazza d'acqua calda. Dopo aver mescolato l'acqua calda con lo zucchero si unisce il lievito e si riempie la bottiglia con il composto e con l'acqua a temperatura ambiente. A questo punto si copre la trappola con una pellicola trasparente e la si mette per almeno una settimana in un luogo caldo e umido perché il lievito fermenti. Infine si appende la bottiglia con dello spago a un albero oppure a uno dei pilastri del gazebo o della veranda.


Trappole per insetti: I moscerini e gli altri insetti della frutta

trappola per moscerini Se in giardino si hanno uno o più alberi da frutto, sono gli insetti della frutta a rappresentare un vero problema: soprattutto in estate risultano molto fastidiosi i moscerini, in quanto arrivano a nugoli, si moltiplicano in tempi brevi e sono difficile da eliminare. Per questo motivo le trappole per insetti rappresentano una soluzione efficace per ridurne il numero. In un vaso di vetro (si può usare anche quello della marmellata) si mettono degli scarti di frutta, dello sciroppo d'acero, del miele, della marmellata o qualunque altro prodotto zuccherino. A questo punto si aggiunge acqua e vino in parti uguali fino a coprire il contenuto; in alternativa al vino si può usare della birra o dell'aceto balsamico. Si aggiunge mezzo cucchiaino di olio e si tende sull'apertura una pellicola trasparente, da bucherellare con uno stuzzicadenti e da fermare con un elastico.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO