Malattie del prato

Malattie del prato: Patologie del prato

Prato malato

Il prato è un meraviglioso e raffinato manto erboso, che per conservare la sua bellezza nel tempo, necessita di numerose cure. Curare il prato, equivale a riconoscere le patologie che potrebbero comprometterne la crescita, l’omogeneità, la compattezza, la bellezza. Le più importanti malattie del prato, sono generalmente di tipo fungino: il marciume rosa, è una patologia della stagione fredda, che tende a manifestarsi nei periodi umidi, quando la temperatura è notevolmente fredda. Se il prato presenta vegetazione, questa tende a gelarsi sotto l’effetto di queste macchie biancastre, che vengono lasciate dall’umidità e dalla neve che ricopre il prato. Durante il periodo in cui il prato è affetto dal marciume rosa, la vegetazione si cristallizza. La patologia solitamente tende a regredire autonomamente quando la temperatura torna ad essere mite, dunque in primavera. La macchia Bruna, è una patologia del prato, che si sviluppa con un clima caldo/umido. In una prima fase, le macchie scure, hanno dimensioni ridotte, poi tendono man mano ad allargarsi, fino a manifestarsi come patologia vera e propria. La patologia tende a non regredire fino a quando il clima non torna ad essere poco umido. La macchia gialla, è una regressione del prato stesso, che avviene quando il clima si presenta freddo e umido: questa malattia, è tipica delle zone fredde, dei paesi del Nord, dove i prati fioriscono di verde per un lasso di tempo molto breve. La scelrotiniosi è una malattia di tipo fungino che colpisce il prato nelle stagioni miti, quindi in autunno ed inverno, mentre la malattia del filo rosso, si manifesta con macchie rosse sul prato, sempre in autunno e primavera. Tutte queste patologie del prato, possono comportare altre problematiche, come il marciume fogliare: la pianta marcisce dalle radici, e va espiantata. Molte delle patologie del prato, si legano alla presenza di azoto nel terreno: per combattere suddette patologie, diventa necessario ridurre la presenza di questo minerale, ed aumentare quella del fosforo, del potassio, dello zinco. Il prato va rasato, perfezionato, ed espiantato nelle sue zone più colpite. Il secondo passo è l’irrigazione abbondante e costante. Per evitare che il prato contragga determinate patologie, è necessario tagliare l’erba prima della stagione vegetativa, e concimare costantemente il manto erboso con dei prodotti antifungini, che vanno sparsi su tutta l’area. Il prato può essere colpito anche da parassiti animali: in questo caso diventa necessario utilizzare dei prodotti insetticidi.
Prato malato

TRATTAMENTO NATURALE PROTEGGE IL PRATO DALLE MALATTIE 250ML

Prezzo: in offerta su Amazon a: 36,75€


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO