Come rinnovare lo smalto di una vasca da bagno

Lo smalto usurato: quali sono le cause?

Lo smalto di una vasca da bagno può rovinarsi a causa di più fattori esterni. L'utilizzo della vasca da bagno, ripetuto nel tempo, può essere di per sé una delle ragioni principali di ingiallimento dello smalto. Contribuisce alla comparsa di macchie anche l'uso di prodotti troppo aggressivi per il materiale in oggetto. Detergenti e utensili per la pulizia eccessivamente duri e rigidi causano graffi, striature e opacità, oltre a scalfiture talvolta molto profonde. Ciò diventa ben visibile sugli smalti colorati, che richiedono ancora più attenzione rispetto allo smalto bianco. Sebbene quest'ultimo sia il più comune nelle nostre case non è certo l'unica possibilità. Ma anche il bianco può presentare facilmente macchie, scalfiture o addirittura crepe da urti accidentali.
vasca

Asturo 3147500 Pistola per sabbiatura semi professionale Kit PS-2, Blu/Argento

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31€


Prima fase del rinnovo: il pretrattamento

pretrattamento Se vogliamo imparare come risistemare lo smalto della vasca da bagno il primo passo da fare è pretrattare le superfici. E' la parte del lavoro che precede il recupero vero e proprio dello smalto. Si procede con la pulizia completa della vasca, facendo molta attenzione al tipo di prodotto che si utilizza: deve essere adatto alle ceramiche per sanitari. Solitamente si tratta di sostanze a base di acido cloridrico, dunque potenzialmente pericolose per chi le maneggia. E' quindi indispensabile indossare guanti da lavoro e una mascherina protettiva per il viso, onde evitare di inalare i fumi tossici. La stesura di queste soluzioni consente di rimuovere tracce e residui di calcare e di sapone preparando al meglio le superfici per la pittura con smalto, aumentandone la capacità di adesione. Tuttavia in alcuni casi potrebbero presentarsi problemi un po' più complessi, come nel caso di profonde lesioni allo smalto.

    tessere di mosaico Piazza Mosaico in Vetro Trasparente Crystal/resina effetto Mix Blu/Nero/Argento I 1 arco

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,99€


    Come risistemare lo smalto della vasca da bagno

    smalto vasca da bagno Che fare in caso di crepe? Risistemare lo smalto scheggiato di una vasca da bagno richiede un po' di lavoro con diversi prodotti. In un caso simile non ci si può limitare a pulire e pretrattare la vasca. E' necessario colmare le crepe per riportare la vasca al suo splendore originale. Ma prima di tutto si dovrà carteggiare la zona colpita e rovinata in modo da eliminare qualunque residuo che possa compromettere il lavoro. Si procede con la preparazione di uno smalto epossidico ceramico, bicomponente, attraverso una mistura di indurente e resina. Le quantità possono variare in base all'ampiezza della crepa o al numero di scheggiature presenti. Lo smalto ceramico si applica sulle crepe attraverso una piccola spatola, livellando al meglio lo strato di impasto. Oltre a questo tipo di smalto per ceramiche ne esistono alcuni già pronti per l'uso, che non richiedono la miscela di alcun componente aggiuntivo. La loro stesura è molto semplice, da eseguire con pennelli o rulli.


    Come rinnovare lo smalto di una vasca da bagno: Preparazione e stesura dello smalto

    smalto vasca da bagno Come risistemare lo smalto della vasca da bagno fino alle ultime fasi? Innanzitutto preparando la miscela adatta. I produttori presenti sul mercato offrono varie soluzioni per effettuare simili lavori. Di frequente le miscele prevedono una parte di resina e l'aggiunta di un catalizzatore. Prima di stendere lo smalto è sempre necessario carteggiare le superfici. Per applicare uno smalto in modo corretto si utilizza, come detto, un piccolo rullo da pitture o un pennello. E' sempre consigliabile utilizzare attrezzi nuovi e puliti. In base al prodotto scelto è possibile stendere lo smalto attraverso l'uso di un aerografo. Si tratta di un metodo molto efficace per risultati omogenei, privi di sbavature. Dopo l'applicazione bisogna attendere i tempi indicati sul prodotto prima di utilizzare nuovamente la vasca. Successivamente potremo sfruttare la vasca e pulirla con i detergenti per la casa che usiamo abitualmente. Sarà importante optare per detersivi non aggressivi, in modo da evitare il ripresentarsi di problemi quali opacizzazione, graffi e macchie.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO