Pressione gonfiaggio pneumatici

La regolare manutenzione dei pneumatici

Ogni automobilista dovrebbe imparare a tenere sotto controllo la propria macchina, eseguendo dei piccoli interventi di manutenzione ordinaria finalizzati a migliorare le prestazioni ed a ridurre gli eventuali futuri costi di riparazione. Misurare la pressione dei pneumatici è un intervento di manutenzione ordinario che deve essere eseguito almeno una volta ogni quindici giorni, in questo modo si migliora la sicurezza, agendo direttamente sulla tenuta stradale, e si riduce il consumo del pneumatico.

I pneumatici perdono pressione in modo del tutto naturale, definito come processo di permeazione. Diversi fattori esterni possono però modificare il livello di perdita ed influenzare anche la durata del pneumatico. L'innalzamento della temperatura è il primo fattore che influenza la permeazione facendo sgonfiare maggiormente le gomme, in estate infatti, la pressione va controllata più di frequente.

Generalmente un pneumatico stradale perde in media da 1 a 2 PSI al mese durante la stagione invernale,mentre, durante la stagione estiva può arrivare a perdere fino a 5 PSI se la vettura si trova in un posto in cui la temperatura si aggira intorno ai 30 gradi.

Un gonfiaggio corretto rende maggiormente stabile il veicolo, migliora il confort di viaggio e la durata del battistrada. I pneumatici non correttamente gonfiati si usurano molto più velocemente consumando soprattutto il battistrada, inoltre tendono a favorire l'acquaplaning ovvero quel fenomeno che, in presenza di pioggia, può causare sia la perdita di aderenza che la direzionalità della macchina arrivando ad aumentare il rischio di incidenti.

Pressione pneumatici

Pistola per Gonfiaggio Pneumatici con Manometro, 3-in-1 funzione,Professionale Pressione Pneumatico

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€


Come controllare la pressione

controllare la pressioneNon si può valutare il corretto gonfiaggio solo guardando il pneumatico, è necessario dotarsi di un manometro, un piccolo strumento in vendita ad una cifra alquanto abbordabile, tra i dieci ed i venti euro, in qualunque ferramenta o presso negozi di ricambi per auto. Questo strumento ci permette di misurare i PSI del pneumatico.

La pressione deve essere controllata almeno una volta al mese, nei periodi invernali, ogni quindici giorni, nelle giornate estive, inoltre, è raccomandabile effettuarla prima di un viaggio lungo, senza dimenticarsi della gomma di scorta.L'utilizzo del manometro deve avvenire a gomma fredda, ovvero la macchina non deve aver fatto più di 1,5 km. Questo accorgimento è fondamentale poiché se le gomme si scaldano possono arrivare a gonfiarsi fino a 0,5 PSI di pressione in più e, conseguentemente, possono dare un valore alterato al momento della misurazione.

SI tratterà di togliere il tappo di plastica che chiude la valvola dell'aria e quindi di inserirvi il manometro, dopo aver fatto uscire un poco di aria. Il manometro, una volta fissato, riporterà il valore della pressione attuale presente nel pneumatico. A questo punto, se la pressione corrisponderà a quella consigliata dalla casa produttrice del veicolo, si staccherà il manometro e si riavviterà il tappo della valvola. Al contrario, se la pressione risulterà inferiore, si dovrà gonfiare la gomma fino al raggiungimento del valore consigliato.

La pressione corretta del pneumatico è sempre variabile in relazione alla tipologia del veicolo e alla marca del pneumatico. Per conoscerla è possibile leggerla direttamente sul libretto di manutenzione della propria vettura oppure ricavarla dall'etichetta adesiva che, nella maggior parte dei casi, si trova sulla portiera del conducente.

Sul libretto della vettura saranno indicati il carico massimo, la dimensione corretta delle gomme e la loro pressione. Bisogna tener conto di tale valore per gonfiare correttamente il veicolo, ricordandsi che la misura si riferisce alla pressione a freddo.

    TireTek Premium-Manometro pressione pneumatici con quadrante

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,49€
    (Risparmi 10,34€)


    Pressione gonfiaggio pneumatici: Sottogonfiaggio e surgonfiaggio

    Il gonfiaggio effettuato in modo insufficiente, definito con il termine sottogonfiaggio, può gravare notevolmente sia ai pneumatici che alla sicurezza del veicolo variando notevolmente le condizioni di guida a seconda della pressione. Uno scarso gonfiaggio è anche causa precoce di usura del battistrada.

    Se il pneumatico non è correttamente gonfio si genera un surriscaldamento della gomma che tende a flettere la carcassa aumentando sia l'attrito con il suolo che la superficie di contatto. Tale situazione quindi riduce la durata, in caso di sottogonfiaggio estremo si può provocare l'esplosione del pneumatico.

    L'eccessiva pressione del pneumatico, denominata surgonfiaggio, riduce anch'esso la durata chilometrica della gomma, inoltre incrementa la possibilità di slittamento limitando l'attrito al suolo, ed accresce il consumo del carburante.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO