Controllo e rabbocco liquido raffeddamento

Eseguire un controllo ed eventualmente un rabbocco del liquido refrigerante della propria auto può apparire a occhi inesperti un'operazione complessa, che in realtà è molto semplice da portare a termine, soprattutto se si segue attentamente la guida esplicata in seguito, che consente di non spendere altri soldi se non quelli necessari all'acquisto dei materiali necessari.
liquido raffreddamento

TecTake Kit di bloccaggio cinghia distribuzione impostazione motore opel vauxhall saab

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,99€


Ciò di cui abbiamo bisogno

- De liquidi adatto per degli impianti di raffreddamento

- Un imbuto

- Una torcia

  • manutenzione automobile In tempi come questi, il fai da te è una cosa che aggrada sempre di piu, quando si tratta della propria automobile poi, è ancora meglio. In questa sezione infatti troverai tantissimi articoli relativi...
  • esempio di filtro benzina Molte sono le operazioni che è possibile eseguire grazie al fai da te. In alcuni casi il fai da te può essere un ottimo alleato per eliminare, o almeno diminuire, le spese necessarie per la manutenzio...
  • auto sul ponte Quando si varca il campo della manutenzione automobile, la cosa più facile che possa capitare è quella di trovarsi di fronte a tanti quesiti, perché quando si parla di auto, ci si può chiedere pratica...
  • Conoscere le manutenzioni basilari di un auto è molto importante in quanto ci permette, attraverso il fai da te, di risparmiare tempo e denaro. Scopriamo insieme quanto conosci la tua auto e se sei in...

START Tanica In Ferro 5 Litri Manutenzione Ed Emergenza Automobile

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11€


Preparazione

liquido raffreddamentoIl lavoro deve essere necessariamente svolto con il motore spento. Questo però, oltre a non essere in funzione, dev'essere anche del tutto freddo. In caso contrario infatti si corre il rischio di mettere a repentaglio la salute di chi svolge il compito, costretto ad operare con il ferro bollente del motore.


Primo passo

Per prima cosa si deve aprire il cofano della propria auto e cercare l'alloggiamento della vasca di espansione, dov'è contenuto il liquido di raffreddamento. Nella maggior parte dei veicoli la vasca è situata nella parte anteriore, posta di fianco al radiatore. A questo punto dovremo controllare il livello del liquido. Questo può avvenire in due modi, nel primo caso lo si osserva attraverso il lato esterno del serbatoio, dove sono tracciate alcune tacche, il cui scopo è quello di indicare il livello massimo e quello minimo. Nel secondo caso invece si procede col togliere il cappuccio posto sul serbatoio, dando uno sguardo direttamente all'interno dell'imbocco. Questo però è alquanto profondo e stretto, dunque occorrerà farvi luce con una torcia e, con leggeri colpetti, osservare il livello del liquido, basandosi sempre sulle tacche presenti.


Eventualità

A questo punto possono pararsi innanzi a noi svariati scenari, i quali prevedono azioni in risposta differenti l'una dall'altra.

Qualora il livello superi la tacca più alta, dovremo procedere all'aspirazione di parte del liquido di raffreddamento.

Se il livello è invece pari a quello massimo, o di poco al di sotto di esso, non sarà affatto necessario né eseguire il rabbocco né aspirare.

Se il liquido dovesse invece essere tra la tacca minima e quella massima, si dovrà rabboccare almeno un po'.

Si dovrà inoltre rabboccare anche se il liquido è troppo vicino alla tacca minima.

Infine, qualora il livello fosse terminato al di sotto della tacca minima, il rabboccamento, oltre a essere necessario, dovrà anche avvenire con tempi immediati. Questo però è un caso alquanto particolare, dal momento che prevede quasi sempre un guasto del motore. Normalmente infatti il liquido di raffreddamento non mai scendere così in basso. Dunque sarà necessario porsi qualche domanda e controllare lo stato di manutenzione generale del proprio motore.


Secondo passo

Come detto il caso ideale è quello in cui il liquido di raffreddamento sia di poco al di sotto della tacca massima. Nel caso questa distanza sia ritenuta, se pur buona, non pienamente soddisfacente, il rabboccamento può essere svolto anche soltanto utilizzando dell'acqua demineralizzata.


Terzo passo

Va precisato che esistono svariati tipi di liquidi refrigeranti in commercio e che, al fine di scegliere quello più adatto alla propria auto, sarà necessario consultare attentamente il proprio libretto per la manutenzione. Qualora però precedenti controlli dal meccanico abbiano portato a un cambio di liquido, occorre informarsi sulla tipologia inserita nel proprio motore, dal momento che di norma dovrebbe essere inserito sempre la stessa tipologia. Anche se in commercio si dovrebbe essere facilmente in grado di reperire del liquido già pronto all'uso, può capitare di dover fare i conti con un prodotto allo stato puro, che dovrà essere necessariamente diluito con una metà d'acqua demineralizzata.


Controllo e rabbocco liquido raffeddamento: Quarto passo

Ormai il processo è completo, dunque si può procedere con l'inserimento del cappuccio tolto in precedenza e tornare a utilizzare normalmente la propria auto. E' altamente consigliato però, dopo aver fatto trascorrere circa due o tre giorni, riaprire il cofano e dare uno sguardo al livello del liquido sostituito.


Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO