Solare termodinamico

Come installare un sistema solare termodinamico

Il sistema solare termodinamico intrappola le radiazioni elettromagnetiche della luce del sole e genera energia elettrica attraverso il rilascio di elettroni memorizzati. Dal momento che una serie di pannelli solari può costare fino a 10.000 Euro, questa tipologia di impianto si rivela un'alternativa molto valida. Ecco come installarne uno nella propria abitazione.

Costruite il telaio, inchiodando quattro tavole di compensato. Le dimensioni dipendono dall'estensione del tetto. Ricordate però che l'unità deve essere sufficientemente bassa per impedire che l'ombra ricada sulle celle. Praticate una serie di fori sulla bordatura del telaio. I fori servono ad equalizzare la pressione dell'aria interna ed esterna. Mettete un isolamento in fibra di vetro nei fori per evitare che si accumulino polvere, insetti e altri potenziali agenti contaminanti. Tagliate due pezzi di masonite ed inseriteli all'interno dei pozzetti. Saldate le celle solari in posizione. Tagliate poi un pezzo di plexiglass, corrispondente alle dimensioni dell'unità abitativa. Praticate quindi dei piccoli fori negli angoli e lungo i bordi per inserire le viti e fissare il pannello di chiusura. Questo elemento deve essere a filo con l' unità abitativa. Infine, verniciate tutte le superfici di legno esposte con diversi strati di prodotto.

Solare termodinamico

Pallone termodinamico, Thermor Aeromax, 4 Vs, 296060, 270 L

Prezzo: in offerta su Amazon a: 2102,68€


Come calcolare la potenza di un impianto solare termodinamico

 impianto solare termodinamico L'impianto solare termodinamico presenta una unità di base di silicio che utilizza l'effetto fotoelettrico per convertire la luce del sole in energia. L'efficienza complessiva di una cella solare è misurata dalla termodinamica individualizzata e dall'efficienza conduttiva. Gli impianti più avanzati raggiungono una efficienza fotovoltaica pari a circa il 40%, anche se il rendimento medio per le celle solari è del 15%.

Per calcolare la potenza del vostro impianto, fate in questo modo: individuate la potenza massima (Pmax) elencata nelle informazioni sul prodotto. La valutazione sarà elencata in watt (W). Calcolate poi l'area (A) del pannello, moltiplicando la lunghezza (X) per la larghezza (Y): A = X * Y.

Determinate dunque l'efficienza (E), dividendo la massima potenza del pannello (Pmax) dall'area.

  • riscaldamento solare Il fai da te permette di portare a termine moltissime operazioni in qualsiasi campo, dal giardinaggio alla creazione di prodotti di bigiotteria, dal restauro di mobili alla ristrutturazione di una ver...
  • solare Il settore definito “solare” si riferisce a tutti i sistemi e gli impianti di produzione di energia ricavata dal sole. Questa magnifica stella che da miliardi e miliardi di anni riscalda il nostro si...
  • Alcune note sugli impianti fotovoltaici chiavi in mano Le aziende operative nel settore dell’energia e tutte quelle ad esso collegate stanno ampliando in modo assai convincente la propria offerta. E lo stanno facendo sia dal punto di vista meramente quan...
  • Alcune note sull'inseguitore solare Negli ultimi tempi si fa sempre più un gran parlare di risparmio energetico e di utilizzo pieno delle energie rinnovabili. Ovviamente, in maniera intuibile, si tratta di propositi encomiabili da molti...

Pannello solare fotovoltaico 50W 12V PERLIGHT

Prezzo: in offerta su Amazon a: 77,99€


Solare termodinamico: Pannelli solari termodinamici fai da te

Per prima cosa, selezionate un materiale di supporto non conduttivo per il pannello solare, come il compensato, il plexiglas o l'acrilico. Tagliate il materiale nel formato corretto. La misura dipende dal numero di celle solari necessarie per il pannello. Stendete una mano di vernice UV sul supporto di compensato. Il rivestimento protegge il materiale dal deterioramento dovuto al sole, acqua o altri elementi. Segnate la posizione di ciascuna cella. Iniziate a posare le varie celle seguendo le linee guida tracciate. Utilizzate dei distanziatori tra le celle. Ora allineate le linguette delle celle solari nella stessa direzione. Procedete nello stesso modo fino al completamento dell'intero pannello.

Saldate in posizione le cellule e sovrapponete le schede. Eseguite i cablaggi necessari.

A questo punto, testate la funzionalità della cella solare per assicurarvi che la connessione funzioni correttamente. Direzionate le celle verso il sole. Collegate poi il multimetro ai terminali positivi e negativi di ogni cella. La tensione dovrebbe registrare valori compresi tra i 0,50 e gli O.55 volt per ogni cella solare presente nella matrice. Disponete gli array sul materiale di supporto, in modo che ogni matrice abbia la polarità opposta a quella adiacente. Posizionate le celle solari con il dorso rivolto verso l'alto. Applicate poi una piccola quantità di adesivo siliconico al centro di ciascuna cella che compone l'array. Girate la matrice delle celle sul lato destro, avendo cura di procedere con delicatezza per non rovinare il materiale di rivestimento. Cablate ora l'uscita di tensione . Collegare il filo negativo della matrice cella solare esterna al filo positivo della matrice adiacente. Collegate il filo positivo della matrice esterna al filo negativo della matrice adiacente. Alla fine del processo, vi devono rimanere due cavi, che salderete insieme. Coprite il pannello con un foglio di plexiglas, ed infine sigillatelo con il silicone.



COMMENTI SULL' ARTICOLO