Qualità aria

Monitoraggio dell'aria

Fortunatamente esistono enti preposti alle specifiche analisi i quali sono pronti a dare l'allarme qualora ce ne fosse la necessità. La valutazione della qualità dell'aria viene effettuata mediante la misurazione dei quantitativi degli inquinanti presenti. Questi valori devono essere mantenuti al di sotto di una determinata soglia oltre la quale devono necessariamente essere prese delle misure di sicurezza. Le condizioni meteorologiche e climatiche, la presenza o meno di fonti di emissione e l'orografia del territorio hanno ovviamente una grande influenza sulla presenza e sulla distribuzione degli inquinanti. Ma quali sono questi inquinanti? Gli inquinanti che vengono immessi direttamente dall'uomo prendono il nome di inquinanti primari. Essi derivano principalmente dalle attività di combustione come nella produzione dell'energia elettrica mediante utilizzo di gas naturale o carbone, dalla combustione della benzina e del gasolio per le automobili, Tutti questi processi scaricano nell'aria ossidi di zolfo, ossidi di azoto, monossido di carbonio che sono altamente dannosi per l'ambiente. Una seconda tipologia di inquinanti riguarda i cosiddetti inquinanti secondari. Questi ultimi si generano nell'atmosfera a partire da altre sostanze in seguito a reazioni chimico-fisiche e possono essere altamente dannosi. Si pensi per esempio all'ozono, molto utile nella stratosfera dove funge da barriera per i raggi ultravioletti che sarebbero nocivi per i viventi, ma che è altamente tossico per gli animali, uomo compreso, qualora si venga a formare negli strati più bassi dell'atmosfera. Ma che cosa possiamo fare per contribuire nel nostro piccolo ad arginare questi pericoli?
Qualità aria

Efergy Technologies ELITE CLASSIC 3.0 Misuratore di risparmio di energia elettrica wireless

Prezzo: in offerta su Amazon a: 50,48€


Come inquinare di meno

Monitoraggio dell'ariaLa prima cosa che possiamo fare è quella di cercare di inquinare di meno. Orientarsi verso le fonti di energia alternative e farne uso tutte le volte che ne abbiamo la possibilità è un primo passo verso un mondo più pulito. Dove sia possibile, l'installazione di sistemi fotovoltaici consente di produrre quantità di energia sufficienti al proprio fabbisogno senza immettere pericolosi veleni nell'atmosfera. Prendiamo l'abitudine di smaltire i rifiuti nel modo corretto. E' purtroppo consuetudine per alcune persone disfarsi dei propri rifiuti improvvisando maleodoranti falò che generano spesso e volentieri fumi molto nocivi, sia per l'ambiente che per chi malauguratamente li respirasse direttamente. Lo smaltimento dei rifiuti va fatto con intelligenza poiché le conseguenze di un modo di agire sconsiderato può portare a conseguenze spiacevoli per tutti. Per quello che riguarda le automobili, purtroppo, quelle elettriche hanno ancora oggi un prezzo proibitivo. Si può però cercare di non utilizzare l'auto quando non è strettamente necessario, a volte la bicicletta è un ottimo e piacevole mezzo alternativo.

    Purificatore d'Aria Breathe Fresh Filtro Permanente Pro Ionizzatore con Igienizzante Uv-c, Nuovo

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 54,95€
    (Risparmi 85,04€)


    Qualità aria: Inquinanti interni

    Anche all'interno dei nostri appartamenti però la qualità dell'aria può essere minacciata dalla presenza di inquinanti alquanto subdoli, detti appunto inquinanti interni, in grado di rendere la nostra casa un ambiente insalubre e pericoloso per la salute. L'aria interna può essere contaminata dalla presenza di minacce biologiche quali ad esempio batteri o muffe. Possono essere presenti fumi, particelle sospese di varia natura oppure gas molto pericolosi come il monossido di carbonio o il radon. A volte anche le vernici utilizzate per dipingere pareti, pavimenti in parquet o utilizzate per la finitura dei mobili possono rilasciare nell'aria sostanze dannose per la salute. Dobbiamo quindi obbligatoriamente difenderci da tutto questo adottando delle abitudini corrette di gestione dell'ambiente in cui viviamo. Per prima cosa è buona norma ventilare abbondantemente gli ambienti interni in modo da diluire il più possibile la presenza di eventuali inquinanti. Non fumate, il fumo derivante dalla combustione del tabacco contribuisce a rendere la casa poco salutare anche per chi riceve il fumo passivo. Utilizzate vernici e mobili garantiti per il basso contenuto di sostanze inquinanti, come ad esempio la formaldeide. Eliminare con opportuni interventi igienizzanti le muffe e la polvere presenti su mobili o pareti. Se volete, per purificare l'aria, un utile aiuto può esservi fornito direttamente dalla natura. Esistono infatti alcune piante in grado di filtrare l'aria depurandola quali la sansevieria, il ficus beniamino, l'aloe vera, la dracena e i molto diffusi pothos.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO