Attestato qualificazione energetica

A cosa serve l'attestato di qualificazione energetica?

Il primo obiettivo che si pone l'attestato di qualificazione energetica è quello di rendere lo sviluppo sostenibile, facendo in modo di ridurre tutte le conseguenze negative sull'ambiente dovute all'attività dell'uomo. Tale attestato è anche uno strumento particolarmente utile per quello che riguarda la trasparenza del mercato immobiliare. In questo modo, un potenziale acquirente, potrà essere a conoscenza dell'effettivo valore di consumo di un determinato immobile, attraverso la certificazione energetica, che dirà peraltro a quanto possono ammontare le spese energetiche generali. L'acquirente inoltre potrà effettuare una valutazione di massima sulla spesa di acquisto per un immobile, anche in considerazione del fatto che quest'ultimo possa avere un costo maggiore compensato dal fatto che sia ritenuto migliore dal punto di vista della gestione e manutenzione. L'attestato inoltre consentirà ai proprietari degli immobili di vedersi riconosciuti gli investimenti dovuti a miglioramenti energetici rilevanti, interventi che nella maggior parte dei casi si rendono indispensabili.
Attestato qualificazione energetica

Cronotermostato da incasso settimanale Perry-1CRCDS26 Serie Moon Touch Screen Display retroilluminato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 62,42€


Regolamentazione dell'attestato di riqualificazione

attestato di riqualificazioneSi deve sapere che l'attestato di qualificazione energetica è un documento indispensabile sia per vendere che per affittare la casa ed è regolamentato da alcune norme. Durante la fase di costruzione dell'immobile, ma anche quando vi è la compravendita o la locazione di quest'ultimo, l'attestato di qualificazione energetica deve essere messo a disposizione dell'interessato, dopo essere stato redatto da un soggetto certificatore, il quale viene abilitato da un ente competente. L'attestato medesimo deve inoltre riportare tutti quei dati che consentano a chi lo visiona di valutare tutti gli aspetti del rendimento energetico dell'edificio in questione, nonché tutti quei suggerimenti inerenti al miglioramento di tale aspetto anche in considerazione del nesso fra i costi e i benefici. Come previsto tra l'altro dalla direttiva europea 2002/91/CE, l'attestato deve indicare non soltanto il valore energetico effettivo dell'immobile, ma anche tutti quegli interventi che si renderanno necessari per renderlo migliore. Inoltre, nell'attestato medesimo, devono essere indicati i dati completi del proprietario e dell'edificio di riferimento, i dati catastali ed una mappa che permette di individuarlo subito e che deve essere redatta attraverso il sito di Google Maps. Altri dati da riportare sono la classe energetica di appartenenza dell'immobile, le caratteristiche generali dell'impianto termico e per finire la sottoscrizione del soggetto certificatore.

E' importante sapere che la certificazione energetica è un documento obbligatorio che va assolutamente allegato all'atto notarile qualora si verifichi un trasferimento dell'immobile dovuto a compravendita e a partire dal primo luglio del 2010, tale certificazione è obbligatoria nel caso in cui, anziché la compravendita, l'immobile venga dato in affitto. L'attestato deve essere timbrato per accettazione dal comune di residenza per essere valido a tutti gli effetti e registrato presso il catasto energetico. Per ultimo va detto che questo attestato rimane valido per un periodo di tempo pari a dieci anni.

    Timer da cucina, Senhai conteggio up / down grande Display LCD elettronico Timer Memoria-2 Pack

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€


    Attestato qualificazione energetica: Vantaggi dell'attestato

    Il redigere l'attestato di qualificazione energetica presenta diversi vantaggi. In primo luogo si ha un aumento dell'effettivo valore dell'immobile con conseguenti consumi energetici piuttosto bassi e la concreta possibilità per i potenziali acquirenti di avere dei significativi risparmi negli anni che seguono dopo l'acquisto e di poter beneficiare di interessanti incentivi da parte dello stato. L'attestato rappresenta anche una forte incentivazione a costruire degli edifici che abbiano un alto rendimento energetico ed inoltre una consistente riduzione delle emissioni inquinanti di CO2. Per ultimo, questo tipo di attestato consente l'accesso alle detrazioni pari al 55 per cento per ciò che riguarda il risparmio energetico.

    Il certificato energetico ha un costo stimato intorno ai 300 euro per un'abitazione di medie dimensioni. Chi effettua il sopralluogo, impiega mediamente dai due ai tre giorni lavorativi per poter redigere questo documento. Come si può notare, si tratta di una procedura abbastanza semplice e molto rapida.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO