Progetto impianto fotovoltaico

L'impianto fotovoltaico: che cosa è e come funziona

L'impianto fotovoltaico si compone di tante celle, che catturano la luce del sole e la trasformano in energia direttamente fruibile. Sono utilizzati in molti ambiti, sia domestici che aziendali con ottimi risultati. Purtroppo, almeno fino ad oggi, un singolo sistema non è in grado di alimentare completamente una struttura, quindi sarà necessario mantenere in dotazione i tradizionali impianti di generazione elettrica e termica. Il costo di un impianto fotovoltaico si aggira tra i 10mila e i 30mila euro, (escluse le spese previste per l'installazione), ma è possibile usufruire di ottimi incentivi fiscali. Tenete presente che, secondo le ultime variazioni, le agevolazioni previste variano da un minimo del 50% ad un massimo del 65%, che vi verranno rimborsati completamente nell'arco di dieci anni. Gli sgravi fiscali sono differenti a seconda che l'impianto solare fotovoltaico venga installato in una abitazione ad uso domestico piuttosto che in una azienda. Per sapere quanto potete risparmiare, chiedete informazioni al vostro Comune di residenza.
Progetto impianto fotovoltaico

Cablematic - Inverter a onda sinusoidale pura per il fotovoltaico principali esperti MKS 3KVA 48V 2400W con MPPT

Prezzo: in offerta su Amazon a: 722,98€
(Risparmi 141,45€)


Il funzionamento delle celle solari fotovoltaiche

celle solari fotovoltaicheAlla base di ogni cella ci sono dei conduttori realizzati in silicio, che combinato con il fosforo, è in grado di generare corrente. Le due tipologie principali di silicio, la N e la P, si uniscono, provocando uno squilibrio termico che genera una carica elettrica. Tale corrente corre lungo i cavi conduttori e alimenta i dispositivi all'interno dell'edificio. Ovviamente, una singola cella non ha la capacità di far funzionare alcun elettrodomestico, ma la loro combinazione crea una potenza sufficiente, attraverso l'effetto cumulativo. Le celle sono collegate tra loro tramite cavi e saldate all'interno di un telaio in legno o policarbonato. L'insieme delle celle costituisce il vero e proprio pannello solare fotovoltaico. Tutti i cavi delle celle vengono collegati ad un inverter centrale, che convoglia la potenza solare in un unico dispositivo. Altro elemento di essenziale importanza è la griglia dei contatti, situata al di sopra del pannello. Essa è composta da un materiale anti riflettente, che garantisce un totale assorbimento dei raggi solari, senza che si verifichi una loro dispersione. L'ultimo strato del pannello è realizzato in vetro, che aiuta a proteggere il sistema sottostante dall'usura del tempo e dall'azione avversa degli agenti atmosferici.

  • fotovoltaico In un ‘ epoca di crisi come questa, ove il risparmio e , quindi, i guadagni, sono sempre minori rispetto al passato, ma allo stesso tempo si sente maggiormente l’ esigenza di consumare, e si alzano i ...
  • gas Attraverso il fai da te è possibile occuparsi di occupazioni in tutti i settori, e in questo modo prendersi cura delle cose che ci stanno più a cuore, o quelli a cui si è più interessati. Ad esempio, ...
  • tegole fotovoltaiche Il fai da te è un hobby che permette di occupare il proprio tempo libero in operazioni particolarmente utili. I lavori che è possibile svolgere tramite il fai da te sono davvero moltissimi, tra i qual...
  • fotovoltaico Con il termine fotovoltaico si indica tutto quello che consente di utilizzare l’energia del sole per produrre energia. Il termine si riferisce sia al settore di produzione degli impianti, che al tipo ...

ECO-WORTHY 12V Pannello Solare Fotovoltaico 100W - Poly - Pannelli solari 100 Watt 12 Volt

Prezzo: in offerta su Amazon a: 93,99€


Progetto impianto fotovoltaico: L'assemblaggio del sistema solare fotovoltaico

I pannelli fotovoltaici si trovano in commercio in una grande varietà di tipologie e formati. Per scegliere quella più adatta a voi, affidatevi ad un consulente esperto nel settore, che valuterà le dimensioni del tetto, le condizioni di luminosità e il numero di celle necessarie per una copertura energetica ottimale. Per prima cosa, dovete costruire il telaio, la cui dimensione corrisponderà a quella del pannello stesso. Le guide del telaio sono in legno, PVC o policarbonato. Fissate gli angoli con delle staffette metalliche. Inserite la prima cella fotovoltaica, collegatela alla seconda e proseguite in questo modo fino al completamento dell'intero pannello. Dopo aver controllato che il telaio sia perfettamente inquadrato, saldate le celle. Riempite gli spazi vuoti e gli interstizi con del silicone sigillante, per impedire che penetri all'interno umidità. A questo punto, eseguite i cablaggi necessari, seguendo le istruzioni riportate sul manuale tecnico. I due cavi principali, quello positivo e quello negativo, vanno collegati all'inverter centrale, che avrete cura di porre in un punto nascosto ma sicuro del sotto tetto. Collegate il polo positivo del pannello al terminale positivo dell'inverter e il polo negativo delle celle al terminale negativo dell'inverter. Liberate poi la superficie in vetro del pannello dalla sporcizia e da eventuali rami che potrebbero ostacolare la penetrazione dei raggi solari. Per quanto riguarda la manutenzione dell'impianto, non ci sono particolari raccomandazioni, se non quelle di tener pulita la superficie esterna del pannello e di sottoporre il sistema fotovoltaico ai test di conformità a scadenza annuale. Durante il controllo, il tecnico autorizzato valuterà le reali condizioni dell'impianto e la sua efficienza, in termini di qualità e sicurezza. Una volta superato il test, vi verrà rilasciato un certificato, che ne attesta la conformità, rispetto alle caratteristiche contenute nella normativa CE vigente.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO