Generatore eolico fai da te

Dove realizzare l'impianto

Scegliere il luogo dove posizionare il generatore è fondamentale. Un impianto eolico, infatti, sfrutta la velocità del vento per creare energia che viene quindi convertita in elettricità. La velocità media del vento, grazie alla quale l'impianto funzionerà in maniera ottimale è 40/50 km/orari. Al di sotto di questa velocità le prestazioni dell'impianto caleranno inevitabilmente.

E' importante quindi scegliere un posto all'aria aperta come un terrazzo o un giardino. Il posto prescelto, inoltre, non dovrà presentare ostacoli naturali o artificiali (come alberi, muri, o altro), affinché il vento possa soffiare liberamente senza che nulla smorzi la sua potenza.

Il generatore, inoltre, per poter ricevere i venti massimi, dovrà essere posto ad almeno 20 piedi d'altezza.

Generatore eolico fai da te

DC 5V-24v Micro Eolico Motore Generatore Di Corrente Continua Generatore A Magneti Permanenti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,95€


Cosa serve per l'impianto eolico fai da te

impianto eolico fai da te - Un tubo in PVC dell'altezza di 50 cm e della larghezza di 10 cm

- Un piatto di alluminio

- Una vite da 20-30 cm

- Un cuscinetto a sfera

- Un tubo di gomma (come una pompa da giardino)

- Un trapano

- Un motorino elettrico (anche recuperato da un vecchio elettrodomestico in disuso) o una dinamo come quella per biciclette.

- Un piedistallo: sarà sufficiente un bastone di legno o di metallo.

- Una buona manualità.

Questi materiali hanno un valore totale di circa 20-30 euro, anche meno se si usano oggetti di scarto conservati per tempo immemore nei garage e nelle cantine senza saper bene cosa farsene.

Con questa minima spesa si è in grado di costruire una turbina eolica in grado di illuminare un'area grande quanto una stanza o un giardino.

  • pala eolica Da molto tempo ormai, sempre più persone scelgono di dedicare il proprio tempo libero al fai da te. Questo perchè riconoscono i molti vantaggi che il fai da te è capace di dare loro, le soddisfazioni ...
  • gas Attraverso il fai da te è possibile occuparsi di occupazioni in tutti i settori, e in questo modo prendersi cura delle cose che ci stanno più a cuore, o quelli a cui si è più interessati. Ad esempio, ...
  • energia eolica E’ eolico tutto quello che si ricava dalla forza del vento, il cui nome deriva da un personaggio della mitologia greca, “Eolo”, ovvero il “ re dei venti”. Dal vento, o meglio dalla sua forza, si può r...
  • L'impianto eolico nel giardino di casa Negli ultimi anni l’attenzione mediatica in tema di energie pulite si sta incrementando con sempre maggiore convinzione. Senza dubbio occorre tener presente che si tratta di un argomento di enorme imp...

revolt – Generatore eolico per sistemi da 12 Volt, 300 Watt

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1107,42€


Come montare l'impianto

Dividere in quattro parti uguali il tubo in PVC, in modo da creare quattro pale.

Bucare il centro del piatto di alluminio con un trapano e inserire la vite.

A questo punto vanno posizionate le pale all'interno del piatto fissandole con un cuscinetto a sfera incastrato nel piatto. Avremo creato così la struttura portante della nostra turbina.

Ora va collegato il motorino alla vite girevole. Per far ciò possiamo utilizzare un tubo dal materiale flessibile, come quelli in gomma utilizzati per irrigare il giardino.

Il tutto va applicato ad un piedistallo che andrà poi inserito nel terreno o saldato al pavimento.


Generatore eolico fai da te: IL SISTEMA MEG

Si tratta di un valido esempio di generatore eolico fai-da-te realizzabile grazie ad una vecchia bicicletta, 4 barattoli di latta (20 cm di altezza x 15 cm di larghezza) completi di coperchio, una dinamo da bicicletta, un fil di ferro, filo elettrico bipolare, lampadina e qualche buon attrezzo (pinze, tenaglie, coltelli, taglierini, guanti). Innanzitutto bisogna tagliare la bicicletta all'altezza del sellino in modo da isolare solo la parte che ci serve, ovvero la ruota posteriore insieme al doppio triangolo. Per far ciò andranno smontate anche la catena e la pedivella. In seguito va eliminato uno dei dadi della ruota e tagliato il tubo dei pedali, dal canotto alla sella. Otterremo quindi una ruota libera di girare sul proprio asse, ma ancora fissata al triangolo di tubi rimasto. Ora bisogna tagliare a metà i quattro barattoli di latta, lungo l'asse longitudinale, in modo da ottenere 8 semi-cilindri uguali. Per questa operazione è bene servirsi di pinze e guanti protettivi per evitare di tagliarsi.

I semi-cilindri vanno ora applicati ai raggi della ruota in almeno tre punti: due su un unico raggio, più vicini al cerchio centrale, un altro a metà altezza, su un raggio diverso. Per l'applicazione vanno praticati due fori in due punti opposti del raggio del barattolo all'interno dei quali va fatto passare il fil di ferro che servirà a 'cucirli' alla ruota, aiutandosi con delle pinze. Al lato opposto dei barattoli va fissata la dinamo in modo che il suo lato zigrinato vada a contatto con lo pneumatico della ruota, ma senza che prema troppo su di essa, cosa che provocherebbe un eccessivo attrito. Il generatore è pronto. Ora va posizionato a 8 metri d'altezza da terra in un punto libero da ostacoli, come spiegato sopra. Per verificarne il funzionamento collegare la dinamo tramite un filo elettrico bipolare ad una lampadina. Se si accenderà vuol dire che l'impianto è funzionante.



COMMENTI SULL' ARTICOLO