Cucine arte povera

Cucine arte povera

Tutto ciò a passo con i tempi, all’insegna delle tecnologia e delle innovazioni, ma soprattutto rispettando gli stili. Un esempio ci viene dato dall’arte povera che non tramonta mai, fornisce diverse opportunità di arredo con materiali resistenti e tanta eleganza. L’arte povera, è molto utilizzata nell’ ambiente cucina dove diverse sono le soluzioni per arredare con questo stile come ad esempio mobili ampi da poter posizionare separatamente e che sono caratterizzati da ante di legno massello, vetri, cassetti e ripiani che consentono di ottimizzare al meglio gli spazi e garantiscono funzionalità e comfort.Lo stile in arte povera è per la cucina l'ideale se si intende arredarla in stile rustico e soprattutto c'è la possibilità di farsi realizzare dei mobili su misura e personalizzati, che durano tantissimo e possono essere restaurati o tinteggiati con colori diversi.
Cucine arte povera

JTDEAL Timer da Cucina Digitale Magnetico, Conto Alla Rovescia Allarme Timer Allarme LED Con ampio Display LCD Touch Screen e Supporto Pieghevole, Per Cucinare, Sport, Riposo e Studio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,89€
(Risparmi 7,88€)


Cucine arte povera: il progetto

arte povera Per arredare una cucina in arte povera bisogna seguire delle linee guida ben precise che consentono un corretto posizionamento di ogni singolo mobile, rendendolo utile e funzionale soprattutto se l’ambiente cucina è abbastanza ampio da garantire l’allestimento di un tinello in modo da renderla vivibile al di la della funzione di semplice cucina. Il progetto di una cucina in arte povera si basa sulla classica credenza posta in un’ampia parete, con due ripiani uno alto con vetrata e uno basso con sportelli. Al centro di essa si può disporre di ampi vani ideali per poter esporre e posizionare strumenti ed utensili da cucina come un portapane, una bilancia o un frullatore. Su un’altra parete è d’obbligo la posa di una piattaia a due o tre ripiani per poi passare alla tavola con le sedie, al piano cottura, a qualche altro mobiletto per conservare altri utensili da cucina di uso non comune. Ovviamente indispensabili sono i mobili che servono da complemento come ad esempio il colapiatti per il lavello, la cappe per la cucina o cassettiere multiple.

  • cucina in muratura scavolini La cucina è una delle stanze più importanti di un’abitazione: in essa, infatti, viene trascorso moltissimo tempo nel corso di tutta la giornata. E’ infatti, il luogo in cui si cucina, ma spesso e vo...
  • progettare cucina con sweet home Attraverso il fai da te ci si può occupare di tantissime operazioni, ognuna delle quali è propria di un determinato settore. Ad esempio, ci sono delle operazioni che rientrano nel campo del giardinagg...
  • componenticucina La cucina è al tempo stesso la stanza e l’elettrodomestico deputato alla cottura dei cibi e alla consumazione dei pasti. Spesso collegata all’area soggiorno in ambienti “open space”, o a una stanza da...
  • piastrelle in cucina Un chiaro esempio di compito delicato nei lavori manuali è quello della posa delle piastrelle, che non dev'essere per forza essere svolto da tecnici esperti. E' infatti possibile risparmiare sul costo...

Lo Scrigno Arredamenti, Tavolo quadrato allungabile a libro Classico 80-160 W140/NA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 165€


Cucine arte povera: gli elementi essenziali

Cucine arte poveraLa cucina in arte povera si può impostare con diverse tipologie ed in genere comprende un lavello con una o due vasche, ed un mobile sottostante a due ante utile per il cestino dei rifiuti e per conservare detersivi. Sulla parte superiore il classico colapiatti con mobiletto a due ante è invece d’uopo per uniformare il tutto, sia dal punto di vista estetico che funzionale. Affianco al lavello si posa il mobile in arte povera che comprende due ante sulla parte inferiore, mentre come piano d’appoggio si posiziona l’elettrodomestico ad incasso con i fornelli che può essere di tipo classico (a gas) o anche innovativo (piano cottura in vetro ceramica).In alto, una cappa anch’essa di legno e a forma di piramide completa l’impostazione dell’angolo cottura.


Cucine arte povera: gli altri elementi di arredo

Una volta sistemati i mobili in arte povera, per quanto riguarda l’angolo cottura, c’è la possibilità di impostare l’arredamento della cucina, regolandosi in base alla grandezza della stanza. Se infatti questa è abbastanza grande, ecco allora che alla piattaia e alla credenza della nonna ed ovviamente al tavolo, si possono allestire altre strutture in legno e categoricamente in arte povera, come la realizzazione su misura o l’acquisto di un mobile in cui c’è la possibilità di inserire altri elettrodomestici da incasso ed in primo luogo la lavastoviglie, il frigorifero o la lavatrice. La tipologia di arredo con questi elettrodomestici nel caso specifico dell’arte povera, può essere a vista con i soli rivestimenti laterali in legno ma anche a scomparsa per cui i mobili contenitori sono corredati di sportelli in legno che dopo l’uso, vengono chiusi ed occultano del tutto ogni struttura in ferro o in acciaio. Il risultato è il colpo d’occhio che quando tutto il focolare è spento, trasforma la cucina in arte povere in una living-room dove ci si può tranquillamente rilassare, ascoltare la radio, vedere la tv o stare seduti su una poltrona o una sedia a dondolo e leggere un giornale.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO