Mola a disco

Caratteristiche fondamentali ed impieghi della mola a disco

La mola a disco è una macchina utensile molto versatile, chiamata anche smerigliatrice, flex o flessibile, in base alle diverse tipologie in cui è prodotta. È un attrezzo di cui non si può fare a meno nelle officine e nei laboratori, sia professionali che hobbistici e fai da te. Permette una grande varietà di operazioni: molare, tagliare, affilare punte e lame, lucidare, eliminare le sbavature e le irregolarità di differenti materiali. La smerigliatrice può essere da banco oppure angolare, a batteria rimovibile, ricaricabile o a pile oppure a filo, che necessita di una presa di corrente. La mola da banco ha bisogno di essere fissata ad un piano di lavoro. È più costosa e precisa e indicata per un utilizzo professionale. La mola angolare invece è portatile e molto maneggevole e consente lavori ben localizzati ovunque.
Un modello di smerigliatrice angolare

Bosch Professional smerigliatrice angolare GWS 7-125, 125 mm - diametro dischi, 720 Watt in scatola

Prezzo: in offerta su Amazon a: 59€
(Risparmi 20,98€)


La struttura e gli usi della mola da banco professionale

Mola a disco da banco La mola da banco è generalmente formata da un motore elettrico fissato ad un piano. Alle estremità sono uniti, mediante calettatura, due dischi in materiali abrasivi di grana differente o, in alternativa, un disco abrasivo e una spazzola d'acciaio o un disco telato lucidante. L'attrezzo è assai impiegato per eliminare gli spigoli sul bordo del pezzo tagliato, rimuovere le bave, eventuali trucioli e affilare le lame e le punte per forare. L'utensile permette di eseguire lavorazioni su una vasta gamma di materiali. In certi modelli per il fai da te è presente un riduttore di giri su un asse che agisce su una mola a bassa velocità e a grana fine. È utile per la lavorazione umida, con il raffreddamento dell'acqua, importante per l'affilatura dei coltelli perché non ne eleva la temperatura e protegge la tempra del metallo.

  • Smerigliatrice banco La mola da banco è anche conosciuta come smerigliatrice da banco. Essa è principalmente composta da un motore, generalmente elettrico, con differenti livelli di potenza e fissato ad un banco da lavoro...

Bavaria BAG 115/1 - Smerigliatrice angolare, 220 V

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,33€
(Risparmi 0,01€)


La smerigliatrice angolare portatile e i relativi dischi

Altro modello di smerigliatrice La mola a disco angolare può agire su vari materiali e molte forme diverse. È in grado di tagliare metalli, legno e pietra, appianare le saldature e asportare residui di lavorazione. Sul mercato se ne trovano di differenti dimensioni ed impugnature, secondo l'uso a cui sono destinate. La maggior parte dei modelli ha una potenza variabile tra 600 e 2.200 watt e possono montare dischi di vario tipo, come quelli rigidi rinforzati (per sbavatura e taglio), i diamantati (specifici per il taglio), i telati (per abrasione leggera), quelli a spazzole o lamelle (per lucidare) e le mole abrasive (per grossi spessori). Le misure classiche del diametro dei dischi sono: 115 mm, 125 mm e 230 mm. I primi due (con spessore di 0,8 mm) sono indicati per l'utilizzo hobbistico mentre il terzo (con spessore fino a 1,9 mm) è usato soprattutto per scopi professionali.


Mola a disco: I diversi tipi di dischi e le precauzioni d'uso

Mola a disco in azione Sono disponibili dischi da 115 e 125 mm specifici per una determinata tipologia di materiale da tagliare: acciaio inox, alluminio, legno e plastica. I dischi da 230 mm sono prodotti anche con un tagliente progettato per cemento, pietra, granito o laterizi. I modelli "universali" sono in grado di tagliare con la stessa efficienza metalli, pietra e legno. È sempre consigliabile indossare occhiali di protezione quando si lavora con la smerigliatrice e non bisogna mai rimuovere il carter antinfortunistico del disco. Se la mola deve essere utilizzata quotidianamente, occorre scegliere un motore dotato di elevata potenza. Quando invece l'utensile deve essere impiegato di rado, è sufficiente una versione più economica e meno potente. In ogni caso, quanto più il materiale è duro tanto più alta deve essere la potenza dell'attrezzo.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO