Piano cottura incasso

Le misure comuni del piano cottura incasso

Le case produttrici presenti nel mercato offrono prodotti a misure standard e proposte con misure particolari, dedicate a progettazioni 'ad hoc'. Le misure comuni del piano cottura incasso prevedono una profondità di 50 cm e una larghezza di 60 cm, 70/75 cm e 90 cm nei modelli più grandi. Le versioni più comuni sono quelle che presentano una larghezza di 60, 70, 75 cm, dove in tutti i casi il foro da incasso corrisponde. Nel caso si preveda di sostituire il vecchio piano , questo si traduce nella possibilità di inserimento del piano cottura incasso al posto del precedente. Ovviamente la versione a 90 cm deve prevedere uno spazio di incasso adeguato alle sue proporzioni, ma un piano a 70/75 cm può essere inserito in uno spazio dedicato al piano da 60 cm e viceversa. Il piano cottura incasso offre solitamente quattro fuochi, uno molto piccolo, due medi e uno particolarmente grande. I modelli di ultima fattura offrono un grande fuoco centrale, utile per cucinare con pentole voluminose quali i wok e quattro postazioni di diverse misure a contorno.
Piano cottura incasso

Metaltex Palio - Mensola angolare a 3 piani - (364002)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,95€


Alloggio e finitura del piano cottura incasso

piano cottura incasso Esistono diversi modi di alloggiare il piano cottura incasso, sebbene il più diffuso rimanga quello dove i bordi si appoggiano al piano di lavoro e presentano uno scalino divisorio fra le due superfici. Le ricerche di design hanno coinvolto anche questo elemento, dando vita a soluzioni a filo del piano lavoro, dove lo scalino non si presenta ma vi è uniformità di superficie tra piano cottura incasso e top della cucina. Mentre le installazione a filo richiedono una lavorazione specifica e raramente impiegata a causa del costo elevato, in commercio si possono incontrare modelli con bordi slim o semi filo, molto sottili e adatti a definire una cucina dallo stile moderno e minimalista. Anche i materiali si adattano all'estetica e alla funzionalità. Il piano cottura incasso è solitamente realizzato in leghe metalliche, quasi tutte a base di acciaio inox, ma la finitura può presentare diversi colori nella laccatura, dal bianco al nero ai colori più diversi. Le proposte più raffinate consistono nel cristallo bianco o nero, materiale perfetto per donare alla cucina una sobria eleganza stilistica.

    NBEADS 10 Pezzi Assortiti Dimensioni Disco diamantato Lame Diamante mandrino Dremel con 1PC Piccolo cacciavite Dremel Rotary Tool Set per Gemme di Taglio del Vetro

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,39€


    Il piano cottura incasso a gas

    piano cottura incasso a gas Sebbene il consumo e le caratteristiche fisiche del piano cottura incasso a gas possano considerarsi superate, esso si presenta come la scelta più diffusa e preferita dai consumatori. Esso viene incassato nel foro presente nel piano della cucina e attaccato al rubinetto di distribuzione attraverso l'apposito tubo. In previsione del suo inserimento, si deve innanzitutto creare un corretto impianto di distribuzione del gas e prevedere lo spazio per il piano nell'immediata vicinanza del rubinetto. Solo così l'attacco può avvenire in modo sicuro e funzionale. Il rubinetto deve essere facilmente accessibile, per permetterne una rapida chiusura e apertura a seconda delle esigenze. Al di là di queste importanti azioni preventive, il piano cottura incasso a gas deve essere mantenuto pulito e gli ugelli periodicamente scrostati con l'uso di stuzzicadenti o di appositi arnesi. Questa pratica può essere considerata scontata, ma le incrostazioni non sono certamente salubri e inoltre comportano la richiesta di una maggiore quantità di gas al momento della cottura. Mantenere pulito e ben controllato il piano cottura incasso a gas significa, in altri termini, aumentare la sicurezza e il comfort abitativo.


    Piano cottura incasso: Il piano cottura incasso di ultima generazione: dall'elettrico all'induzione

    Il piano cottura incasso a gas sta lentamente lasciando spazio a soluzioni sempre più diffuse nel resto del mondo, le quali basano il loro funzionamento sull'elettricità. A partire dal classico piano cottura incasso elettrico, si raggiungono soluzioni che sfruttano l'induzione, ovvero la formazione di campi magnetici tra pentole, piano e resistenza alimentata a corrente. Ciò si traduce in una distribuzione del calore mirata solo al pentolame e non al resto del piano e ad una conseguente distribuzione del calore in modo regolato, efficiente e rapido. Il consumo di energia utile per riscaldare cibi e bevande risulta infinitamente minore rispetto al piano cottura incasso a gas e ciò si traduce in un risparmio in termini energetici e quindi in una bolletta più leggera.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO