Eco design

Eco design d'autore ma non solo

Esempi di eco design, detto anche design sostenibile, ci vengono proposti nei maggiori festival, fiere e manifestazioni internazionali del mobile e del design da progettisti internazionali che producono pezzi d'arredo attraverso il riutilizzo di oggetti destinati al rifiuto, la loro riparazione e ricontestualizzazione o attraverso l'uso di materiali ecocompatibili e riciclabili ed energie rinnovabili.

Ed ecco che un imbuto può diventare un portalampada e un ferro da stiro può fare da sostegno ferma-libri (useDesign by Luca Scarpellini); un intero arredamento può essere creato con il semplice utilizzo del cartone (Luca D’Antuono per Essent’ial); una lampada da tavolo può essere alimentata da un tavolino ricoperto di muschio (Moss Table di Biophotovoltaics technology). Per non parlare dell'esperimento dell'architetto Renzo Piano che ha progettato Diogene, una casa dallo stile minimalista e le dimensioni estremamente ridotte (solo 6 mq), dotata di impianto fotovoltaico, impianto solare termico e serbatoio per raccogliere l'acqua piovana.

Eco design

Argoclima Twist Termoventilatore Tradizionale da Tavolo, Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,99€
(Risparmi 3,91€)


Riutilizzo di pallet: l'eco design fai-da-te

Riutilizzo di pallet L'eco design non è solo per le grandi firme. Ognuno di noi, con le proprie mani, può creare oggetti funzionali e decorativi per la propria casa, che siano al contempo eco-friendly. Ecco dunque alcune semplici idee di eco-design per rendere gli ambienti di casa nostra moderni, originali ed etici, il tutto ad un costo ridotto.

è molto semplice riuscire a procurarsi dei pallet (o bancali), ovvero quelle pedane in legno spesso utilizzate per lo stoccaggio e il trasporto di materiali e prodotti industriali. Li si può trovare nei depositi o nelle discariche, nel retro di supermercati, magazzini, aziende e cantieri e, il più delle volte, vengono ceduti più che volentieri ad un costo minimo o anche gratis. Sono acquistabili inoltre su e-bay a costi ridottissimi.

Con tali strutture è possibile creare numerosi componenti d'arredo, tenendo presente che un pallet EPAL/EUR misura 80x120 cm.

Per un letto singolo, ad esempio, saranno sufficienti 3 pallet disposti uno accanto all'altro per una superficie totale di 160 x 240 cm. Per un letto matrimoniale ne serviranno 4 o, se desiderate una base più ampia, anche 6. Per ottenere una forma originale si possono disporre i 4 pallet a forma di T, ovvero 2 in orizzontale e due in verticale. Una volata poggiato sopra il materasso matrimoniale (160 x 190 cm), si noterà come nei due lati si saranno ricavati due comodini.

Naturalmente le pedane in legno possono essere ridipinte a proprio piacimento o lasciate grezze per un aspetto rustico.

Con i pallet, tagliati a metà ed impilati l'uno sull'altro, è possibile creare anche una scaffalatura, mentre per ottenere un tavolino da soggiorno sarà necessario applicare dei pannelli di legno o di compensato a un unico pallet.

    Aigostar Airwin Black 33IEL - TermoVentilatore con Termostato Regolabile, Funzione Doppia Aria Calda e Fredda, 2000 Watt con protenzione anti-surriscaldamento. Design esclusivo.

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,99€
    (Risparmi 10€)


    Tessuti tecnologici

    Nella scelta degli arredi, ai fini di un ambiente abitativo eco-sostenibile, è importante anche l'attenzione ai tessuti. è ormai diverso tempo che il mercato propone fibre alternative naturali in cotone biologico o bambu, ma anche fibre sintetiche, come quelle in pvc riciclato che rinunciano, nei loro processi produttivi, a tinture con metalli pesanti e all'utilizzo di sostanze nocive per l'ambiente come acido l'perfluoroctanico. Tali tessuti riescono comunque a garantite morbidezza, resistenza e brillantezza dei colori.

    Inoltre, i tessuti finalizzati ad un uso esterno vengono realizzati con l'aggiunta di un particolare componente, la poliolefina antibatterica, ovvero un anti-microbico a base di argento, che tiene lontani i batteri e garantisce un tardo deterioramento del tessuto.

    Una sostanza come il fluorocarbonio, aggiunto al filato fuso, impedisce la penetrazione di liquidi, garantendo così la protezione da macchie.

    Esiste poi il Velum, un materiale spesso usato per gli ombrelloni da giardino. Si tratta di una fibra acrilica dall'aspetto molto simile al lino e spesso utilizzata per i rivestimenti che permette al tessuto di resistere agli agenti atmosferici e di conservare intatto il colore e di garantire la stessa piacevolezza al tatto di un tessuto in fibra naturale.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO