Come sfruttare un antibagno

Perché costruire un antibagno?

L'antibagno ha la funzione di proteggere, dividere e separare il bagno (meglio ancora lo spazio dove si trova il water) dalle altre zone vivibili dell'abitazione.

Esso è una zona che quasi sempre si è obbligati ad installare in maniera vincolante in una casa per ovvie questioni che riguardano l'igiene. In tal senso, quasi tutti i regolamenti riguardante l'igiene che vengono adottati dai vari Comuni d'Italia prevedono che le zone giorno, come ad esempio il salotto, la cucina o la stanza-ufficio, vadano divisi dal bagno da non meno di due porte.

Nel momento in cui, in casa vostra avete già a disposizione un disimpegno o corridoio che è dotato di porte tra la cucina (o la camera da letto) ed il bagno stesso, sarà proprio questo ambiente a funzionare da spazio filtro e, pertanto, non è necessaria l'installazione dell'antibagno (che comunque potete tranquillamente aggiungere per vostre comodità). Al contrario, se non è presente nulla di tutto questo a isolare il bagno dalle altre zone della casa, l'antibagno è assolutamente obbligatorio: non puo' mancare per legge.

Alcuni regolamenti di igiene comunali permettono un'eccezione soltanto a questa regola: l'accesso al bagno direttamente dalla camera da letto. Quindi, solitamente, tra la camera da letto ed il bagno non è necessario installare l'antibagno.

Tutto ciò che è stato detto fino ad ora è valido sia per le case di recente e moderna costruzione che per quelle esistenti già da anni e che necessitano di una buona ristrutturazione.

Pertanto, visto che la legge ci impone dei vincoli riguardo gli antibagni, come si può progettarlo e sfruttarlo nel miglior modo possibile?

bagno

Kit porta attrezzi modulare da parete 40 x 40 cm, include ganci e vaschette. Uno strumento essenziale per l’organizzazione del garage e della casa.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Installare un lavabo

lavaboUn esempio che spesso viene preso in considerazione per progetti di questo tipo è il seguente: si fa riferimento ad un immobile degli anni Settanta che deve essere ristrutturato, in cui si trova un ingresso che permette l'accesso alla cucina e alla stanza-ufficio e, inoltre, un disimpegno aggiuntivo in direzione della zona notte.

Il tipo di progettazione ed il modo di vivere le abitazioni dei nostri tempi spinge per l'eliminazione degli ingressi. Per questo motivo i proprietari delle case prendono la decisione di abbattere l'intermezzo che c'è tra l'ingresso ed il soggiorno, rendendo così inutile la funzionalità del primo. Di conseguenza, è assolutamente obbligatorio creare un antibagno tra il salotto ed il bagno, poiché si creerebbe soltanto una porta che separa le due zone. Un'altra buona soluzione per risolvere il problema è quella di collocare un separatore dotato di porta scorrevole nel bagno, servendosi della superficie dell'antibagno per sistemare il lavabo.

    admonter parquet detergente Clean & Care bianco

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,5€


    Collocare un armadio o un ripostiglio

    armadio Nel caso in cui possediate un bagno grande piuttosto che uno piccolo di servizio, avreste la possibilità di pensare a delle soluzioni diverse e molto probabilmente più vantaggiose ed efficienti. Per esempio, potreste installare una doccia al posto della vasca, risparmiando spazio nel bagno e creando un antibagno in cui sistemerete un armadio che possa servirvi come spazio ripostiglio, dove posare tutti gli oggetti/strumenti di pulizia e arredo per la vostra abitazione: i prodotti detergenti, l'aspirapolvere, i detersivi, le scope ecc.

    Se la superficie a disposizione è molto spaziosa e grande, potreste nel migliore dei casi collocare nell'armadio una lavanderia di piccole/medie dimensioni, utilissima per sbrigare più velocemente alcune faccende di casa.


    Come sfruttare un antibagno: Creare un camerino nell'antibagno

    camerino Come detto precedentemente, l'antibagno tra camera da letto e bagno non è obbligatorio. Tuttavia, crearne ugualmente uno potrebbe servire per migliorare l'aspetto estetico e l'ordine degli ambienti in questione. In relazione alle dimensioni (in lunghezza) della camera da letto, è possibile creare un antibagno per, ad esempio, collocare camerini o armadi che fungono da spogliatoi.

    Praticando una soluzione di questo tipo si può migliorare l'organizzazione della camera da letto, rendendola più ordinata ed accessibile. Si accrescerebbe il livello di abitabilità e, inoltre, i rumori causati dagli scarichi e dell'acqua piovana risulterebbero senza dubbio coperti.

    Infine, attuando questi progetti, si sfrutterebbero gli ambienti di casa in maniera sicuramente più razionale e giusta, partendo dalla camera fino al bagno, passando dal camerino.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO