Pittura antimuffa

Cos'è:

Quando si ha una casa in determinati luoghi, ad esempio in vicinanza al mare o ai corsi d’ acqua, un problema che è possibile riscontrare frequentemente è quello della muffa alle pareti. La muffa è un elemento che comporta molti disagi alle strutture, in quanto non solo causa marciumi e quindi problemi nei materiali stessi utilizzati per la costruzione della struttura, ma è anche antiestetica, e da essa si sprigiona un cattivo odore che, se non viene posto un rimedio, può essere molto sgradevole. Fortunatamente, il fai da te permette di occuparsi di tantissimi campi, tra cui c’è anche il campo edile, grazie al quale è possibile occuparsi della costruzione, della ristrutturazione e della manutenzione della propria abitazione nel modo migliore possibile, senza spendere necessariamente molti soldi, cosa che invece avverrebbe se si decidesse di affidare determinati lavori a ditte o a professionisti specializzati nel settore. Grazie al fai da te, invece, è possibile occuparsi di tutti questi lavori con un budget davvero molto basso, in quanto l’ unica spesa da effettuare è quella che concerne il materiale necessario per eseguire l’operazione, e non anche la manodopera. Per ovviare al problema della muffa alle pareti, fortunatamente da qualche anno è apparsa in commercio una pittura specifica, chiamata proprio pittura antimuffa. La pittura antimuffa, rispetto alle altre tipologie di pittura, è una pittura dotata di capacità termoisolanti, cosa che la rendono immune dalla formazione di condense, muffe e batteri vari sulla sua superficie, cosa che invece è resa possibile quando, su superfici particolarmente umide, sono applicate delle pitture senza alcuna proprietà particolare. Essa, oltre a prevenire da muffe, permette anche di assicurare l’ igiene nella casa, in quanto tiene lontani i batteri.
pittura antimuffa

Pittura termica antimuffa - ANTI CONDENSA TERMICO 2,5L - GENIAL SOLVER

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,9€
(Risparmi 3€)


Dove utilizzarla:

Come già detto nel capitolo precedente, la pittura antimuffa è una pittura che tiene lontani batteri, muffe e condense, e che quindi è particolarmente indicata per le zone della casa in cui l’ umidità è molto forte, e supera anche la soglia dell’ 85%. In genere, quindi, la pittura antimuffa risulta molto utili in ambienti come le case o altri edifici in prossimità dei corsi d’ acqua e del mare, dove la grande presenza di acqua genera molta umidità nelle abitazioni già a partire dalle fondamenta. Tuttavia, l’ umidità è qualcosa che è possibile riscontrare nella abitazioni anche lontane dal mare, specialmente in luoghi particolari, come quelli sotterranei o in cui è presente l’ acqua, come ad esempio le cantine, i garage, le piscine , le saune e anche i bagni, in cui il vapore dell’ acqua proveniente dalle vasche da bagno e dalle docce forma condense. Inoltre, la pittura antimuffa non è indicata soltanto per una determinata superficie: essa si adatta a qualsiasi tipo di supporto, dal legno all’alluminio, dal cemento alla plastica e così via.

  • pennelli Il fai da te comprende tutta quella serie di operazioni che una persona compie in modo autonomo, per diletto, volte alla creazione e alla modifica di oggetti o strutture. Per quanto effettuare la mo...
  • bricolage Il bricolage, comunemente chiamato anche “fai da te”, consiste nell' occuparsi di tanti vari lavori manuali senza vestire le vesti di un professionista. Il bricolage può, infatti, essere annoverato tr...
  • parete in pietra La parete è uno degli elementi fondamentali di un' abitazione. Essa è sempre verticale, ma la sua superficie può essere lavorata fino a prendere le più varie tendenze, infatti può essere sia rettiline...
  • vernici lavabili Spesso, soprattutto quando si hanno dei bambini piccoli, è possibile che la pittura utilizzata per le pareti si macchi, cosa che può essere antiestetica e sgradevole alla vista. Nel caso si utilizzi...

Muffa ko Tecnostuk lt.1

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,77€


Pro e contro:

Come già detto nel capitolo precedente, la pittura antimuffa è una pittura che tiene lontani batteri, muffe e condense, e che quindi è particolarmente indicata per le zone della casa in cui l’ umidità è molto forte, e supera anche la soglia dell’ 85%. In genere, quindi, la pittura antimuffa risulta molto utili in ambienti come le case o altri edifici in prossimità dei corsi d’ acqua e del mare, dove la grande presenza di acqua genera molta umidità nelle abitazioni già a partire dalle fondamenta. Tuttavia, l’ umidità è qualcosa che è possibile riscontrare nella abitazioni anche lontane dal mare, specialmente in luoghi particolari, come quelli sotterranei o in cui è presente l’ acqua, come ad esempio le cantine, i garage, le piscine , le saune e anche i bagni, in cui il vapore dell’ acqua proveniente dalle vasche da bagno e dalle docce forma condense. Inoltre, la pittura antimuffa non è indicata soltanto per una determinata superficie: essa si adatta a qualsiasi tipo di supporto, dal legno all’alluminio, dal cemento alla plastica e così via.


Pittura antimuffa: Come applicarla:

Per tinteggiare una parete con della pittura antimuffa bisogna seguire le seguenti indicazioni passo dopo passo, tenendo in considerazione che il lavoro deve essere eseguito in una temperatura compresa fra i cinque e i trentacinque gradi, almeno se si vuole essere sicuri di ottenere un buon risultato. Innanzitutto, se la parete che si vuole tinteggiare è già intonacata, bisogna grattare via l’ intonaco già presente, facendo attenzione a rimuovere ogni singolo granello di intonaco vecchio con un’ apposita carta abrasiva. Se invece si tratta di una parete non tinteggiata,si può procedere direttamente. Gli attrezzi necessari per la pitturazione sono i seguenti: un rullo, un pennello, una griglia e un secchio. Nel secchio va diluita la pittura con dell’ acqua, seguendo il dosaggio indicato sulla confezione. La miscela non deve essere né troppo densa né troppo liquida, e soprattutto senza grumi. A questo punto vanno aggiunti gli eventuali pigmenti, seguendo le indicazioni presenti sulla relativa confezione. A questo punto, si intinge il rullo nella pittura, e si fa scolare il prodotto in eccesso sulla griglia, dopo di che il rullo viene fatto scorrere sulla parete, cercando di ricoprire tutta la parete in modo omogeneo e con una sola passata per zona. I luoghi più difficili da raggiungere con il rullo possono essere rifiniti con il pennello. Dopo ventiquattro ore è possibile dare una seconda mano di pittura e, nel caso i problemi di muffa siano particolarmente rilevanti, è possibile dare anche una terza. Dopo 48 ore dall’ ultima mano,è possibile occupare la stanza, dopo averla fatta arieggiare.



COMMENTI SULL' ARTICOLO