Facciate ventilate in legno

Che cos'è una facciata ventilata

Una parete ventilata è un sistema eco sostenibile per limitare gli sprechi energetici nella propria casa senza dover impiegare tecnologie complesse o costose. In particolare la si adotta sulle pareti portanti di un immobile in aggiunta a un rivestimento a cappotto così da aumentare la ventilazione e il comfort abitativo. In pratica è costituito da un rivestimento in materiale isolante applicato a una struttura portante muraria: i materiali più comunemente usati sono il sughero e le fibre vegetali o minerali. Tra lo strato isolante e il rivestimento vi è un'intercapedine in cui avviene il ricircolo d'aria: al massimo è larga 7 centimetri. Inoltre vi si verifica un effetto camino per evitare che la facciata si surriscaldi durante l'estate. Infine si applica un rivestimento esterno, agganciandolo a profilati di metallo.
facciata in legno

Membrapol 120C Cementizia Impermeabile Kit Completo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,08€
(Risparmi 4,92€)


Le caratteristiche delle facciate ventilate in legno

facciate in legno Le facciate ventilate in legno si caratterizzano per usare un rivestimento ligneo: in questo modo si impiega un materiale naturale per ottenere anche un notevole risparmio energetico. Queste pareti sono stratificate in quanto adottano un isolante sulla struttura portante; seguono un'intercapedine areata e dei profilati in alluminio o in metallo a cui ancorare rivestimento. Grazie alle numerose essenze tra cui poter scegliere si possono realizzare facciate molto diverse per tipologia, venature e colori. Allo stesso modo possono variare le dimensioni del rivestimento in base al risultato finale che si vuole ottenere: la scelta è tra le classiche lastre (che possono essere quadrate o rettangolari), i listelli di piccole dimensioni distanziati tra loro e le scandole. Nel secondo caso la facciata avrà un aspetto tridimensionale. In ogni caso per usare il legno sulla facciata esterno bisogna seguire un progetto costruttivo attento.

    Pittura bianca per interno traspirante a base di grassello di calce - BIANCOCALCE 5 LT BIANCA E MULTICOLOR

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,99€


    I vantaggi che si ottengono con le facciate ventilate in legno

    facciata Adottare le facciate ventilate in legno permette di ottenere numerosi vantaggi: prima di tutto c'è da considerare che il legno consente prestazioni di alto livello nel settore edile. In più è molto indicato per essere usato come rivestimento esterno perché resiste molto bene all'azione degli agenti atmosferici, alle sollecitazioni e agli urti, dura a lungo nel tempo, è igroscopico ed elastico. Tuttavia si consiglia di non adottare rivestimenti in legno sulle facciate esterne di un edificio che si trova in zone vicino al mare: infatti l'aria avrà un livello di salinità eccessivo che a lungo andare può causare danni al materiale. Nel caso che si utilizzi il legno massello essiccato con una lavorazione SDSP, non saranno necessari interventi di manutenzione e si potrà installare il rivestimento su qualunque superficie con una posa semplice e senza preliminari lavori progettuali. Le facciate ventilate in legno consentono di avere un notevole risparmio energetico perché sono un sistema ideale per aumentare il livello dell'isolamento termico dell'edificio. Tra l'altro non si eliminano solo i ponti termici ma si riducono in gran parte i ponti acustici: infatti il legno assorbe molto bene il rumore.


    Facciate ventilate in legno: Come adottare le facciate in legno

    facciata in legno Ci sono tantissime facciate ventilate in legno: possono essere usate sia in ambito privato che in quello pubblico, nelle grandi città oppure nei piccoli comuni. Infatti da alcuni anni il legno è sempre più adottato a causa della sua estrema versatilità, al fatto che possa essere usato nei più disparati contesti e dell'attenzione che si pone alle esigenze energetiche e al basso impatto ambientale degli edifici. Tra i numerosi esempi di facciate ventilate in materiale ligneo vi è Woodwrap: le essenze usate sono il frassino e l'ipè. Il primo legno è sottoposto a una lavorazione termica così da aumentarne la resistenza lasciando intatte le sue caratteristiche venature; invece l'ipè è molto resistente e dura a lungo nel tempo. In più si possono alternare pannelli pieni e listelli in legno così che la facciata abbia effetti chiaroscurali decorativi e una sorta di schermatura solare. Questo sistema è consigliato per le facciate con un'esposizione a sud, così che i raggi solari non provochino un effetto serra nell'immobile.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO