Particella catastale

La particella catastale: definizione e uso

Il territorio è diviso in particelle, ogni particella individua un immobile o un terreno. La particella catastale è quel numero che permette di riconoscere chi sia il proprietario di quella striscia di terreno o di fabbricato. La particella compare sulla mappa catastale che può essere richiesta recandosi personalmente presso gli uffici dell’Agenzia del Territorio o servendosi della consulenza di un tecnico professionista. La mappa catastale non individua soltanto la particella che interessa, ma anche tutti i terreni e i fabbricati limitrofi. Nel momento in cui è stato istituito il catasto, precisamente qualche anno dopo l’unificazione d’Italia, si è ritenuto indispensabile edificare la mappatura del territorio. Con questo sistema e seguendo delle precise regole di catalogazione, si è potuto evidenziare con precisione, ogni singola porzione del territorio nazionale sia urbana, sia rurale. La mappa catastale è un documento sviluppato su scala 1:2000, dove sono raffigurate le sagome di terreni e fabbricati locati in una determinata zona. All'interno della sagoma viene riportato un numero che corrisponde alla particella catastale. Questo documento viene richiesto quando si ha la necessità di conoscere i confini e le aree pertinenti di un immobile. La particella catastale quindi è costituita da una singola porzione di terreno o di fabbricato, ubicati nello stesso comune, appartenenti allo stesso proprietario, che facciano parte della medesima classe e che abbiano la medesima destinazione. Per capire con parole semplici quale sia l’importanza e la funzionalità della particella catastale, occorre immaginare di avere in mano una macchina fotografica accessoriata di zoom. Partendo dall’immagine principale che può essere per esempio un fiore, e stringendo il campo, si riescono ad identificare dei particolari della pianta che a distanza sfuggirebbero al controllo dell’occhio umano. Mettendo a fuoco il soggetto, si ha la possibilità di selezionare nei particolari la porzione che interessa e analizzarla nel dettaglio.

Con questo esempio, si passa ad approfondire cosa accade se invece di un fiore, l’elemento da riconoscere sia un immobile. L’inquadratura totale è la mappa, ogni comune ne possiede una. Scendendo nel dettaglio, si ottiene il foglio catastale, che interessa una specifica zona del comune interessato. All'interno del foglio c’è la particella catastale, ossia l’identificazione esatta dell’immobile o del terreno in questione. Se la particella a sua volta è suddivisa in più porzioni, come sottocategoria della particella avremo il subalterno, vale a dire il riconoscimento preciso della parte interessata.

Particella catastale

Real estate. Guida pratica agli investimenti immobiliari in America

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,08€
(Risparmi 1,42€)


Come conoscere la proprietà di un immobile

proprietà di un immobile Per conoscere chi sia il proprietario di un immobile o di un terreno, occorre recarsi all'ufficio del catasto. Prima di tutto bisogna individuare la mappa e per questo è sufficiente specificare il comune interessato, per esempio Roma. Si prosegue con l’indicazione del foglio, in questo modo si fornisce un altro importante elemento, ossia la zona o il quartiere dove è ubicato l’immobile in questione. Poi occorre fornire il numero di particella catastale, vale a dire la porzione di fabbricato che risulta essere in possesso di una determinata persona. Se il fabbricato dispone di più appartamenti o pertinenze quali cantine e box, è necessario dare anche il subalterno, un elemento in più che permette con precisione di risalire al proprietario dell’immobile. La particella catastale per questo tipo di ricerca, rappresenta l’elemento fondamentale per attribuire la proprietà di un bene.

    Codice del catasto

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,5€
    (Risparmi 4,5€)


    Particella catastale: La visura catastale cos'è e a cosa serve

    In relazione alla particella catastale c'è la visura catastale. La visura catastale è un documento che dimostra le caratteristiche amministrative di immobili, fabbricati e terreni. Si tratta di un foglio che attualmente viene rilasciato dal catasto (Agenzia del Territorio). Con la visura catastale si accedono a una diversità di dati per un utilizzo considerevole di servizi. Nella visura catastale compaiono: il foglio, la particella catastale, il subalterno. I dati di classamento (sempre contenuti nella visura catastale) vanno a evidenziare: la zona censuaria, la categoria catastale, la classe, la consistenza, la rendita. La visura può essere richiesta per soggetto o per immobile. I dati che vengono rilasciati servono per calcolare specifiche imposte come per esempio l’IMU. In conclusione, una porzione di territorio senza la sua particella catastale è come una persona senza il suo codice fiscale.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO