Radiatori ventilati

Le informazioni di base sui radiatori ventilati

Quando si parla di radiatori ventilati, da come si può facilmente intuire dal nome, ci si riferisce ad elementi riscaldanti che traggono maggiore potere dal fatto di essere dotati di ventole che garantiscono un elevato potere termico. Grazie ai ventilatori di cui sono dotati questi elementi il calore prodotto viene emanato con maggiore forza e si ottiene uno scambio termico più elevato.

Questi elementi vengono comunemente chiamati anche ventilconvettori, visto che il loro principio di funzionamento si basa, appunto, sui moti convettivi e sul principio per il quale, grazie alle ventole, l'aria calda viene immessa in modo veloce all'interno dell'ambiente.

Naturalmente esistono differenti tipi di ventilconvettori che possono differenziarsi tra loro per il tipo di combustibile utilizzato.

In foto, un esempio di radiatore ventilato di design Cinier GREENOR EDO, per il riscaldamento e il raffrescamento che funziona con una pompa di calore, per un grande risparmio energetico. E' disponibile in numerose tipologie e finiture, per diventare un elemento d'arredo particolare.

radiatore ventilato di design

Rollplast BLUN2CONCC28080080 Box doccia a soffietto, dim. 80 x 80 x H 185 cm, in PVC, a due lati, due ante, con apertura angolare., Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 70,53€
(Risparmi 4,47€)


Le caratteristiche principali dei radiatori ventilati

radiatore ventilato a gas Questo tipo di riscaldamento può essere alimentato con diversi sistemi diversi. La tipologia più comune è certamente quella a gas, con dei ventilconvettori che vengono appesi alla parete e che basano il loro principio di funzionamento sul potere riscaldante del gas, come avviene in una stufa; grazie alle ventole interne, poi, il calore è emanato velocemente all'esterno. Il vantaggio di questo tipo di radiatore è che al suo interno non circola alcun liquido e, quindi, anche se non viene utilizzato durante i periodi più freddi, non c'è il rischio di problemi di congelamento dei tubi e possibili rotture. L'alimentazione a gas, poi, risulta essere piuttosto economica rispetto ad altri tipi, soprattutto in relazione ai radiatori ventilati che funzionano con l'energia elettrica.

  • esempio di radiatore elettrico I termosifoni o radiatori, come tutti ben sapranno, sono dei tradizionali sistemi di riscaldamento presenti un po’ in tutte le abitazioni, in particolare, se si pensa ai modelli in ghisa, diffusissimi...
  • termosifoni in acciaio Sicuramente il tipo di riscaldamento più diffuso nelle case europee, principalmente in quelle degli italiani, è quello formato dai radiatori. Esistono in realtà varie tipologie di riscaldamento, ad ...
  • I radiatori per il bagno oggi come oggi sono davvero vari: ci sono sia i radiatori comuni, quelli che vengono utilizzati per qualsiasi tipo di ambiente, che quelli particolari e innovativi, in partic...
  • radiatore Ci sono motivi e motivi per odiare l’inverno, ma ce ne sono altrettanti per amarlo. C’è chi ha a cuore la stagione più fredda dell’anno semplicemente perché è tale, magari non ama il freddo e le tempe...

Bonomini PILETTA PER PIATTO DOCCIA IN PVC DM.120 Diam. 90 foro grande

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,95€


Radiatori ventilati ad acqua

radiatore ventilato Un altro tipo di radiatore ventilato piuttosto diffuso è quello che funziona grazie all'acqua riscaldata che viene fatta scorrere al suo interno; in questo caso, il radiatore è collegato all'impianto di riscaldamento principale dell'abitazione e usufruisce del sistema predisposto per riscaldare l'abitazione. Naturalmente il radiatore è dotato di un ventilatore posteriore che permette di diffondere in modo più veloce il calore.

Questi elementi riscaldanti possono essere realizzati con forme e dimensioni differenti per adattarsi ai vari ambienti e per avere un potere riscaldante adeguato alla superficie. Vengono anche realizzati con finiture e tecniche innovative, così che possano diventare degli elementi d'arredo particolari. Uno svantaggio di questo tipo di riscaldamento è che si creano delle correnti d'aria che movimentano le polveri presenti nell'aria, innalzando il pericolo di allergie per i soggetti predisposti.