Filtro acqua potabile

Il sistema di addolcimento dell'acqua calcarea

I sistemi di filtraggio consentono di purificare l'acqua, che arriva nelle case attraverso le condutture, da vari tipi di sostanze che potrebbero essere dannose per la salute. Esistono quattro tipi principali di metodiche di depurazione, secondo ciò che deve essere eliminato: i sistemi di addolcimento, i filtri al carbone attivo, le membrane a osmosi inversa e il filtraggio fisico. L'addolcimento è il procedimento che rende l'acqua meno calcarea. Sebbene il calcare non sia pericoloso per l'organismo umano, i sistemi basati sulle resine a scambio ionico sono molto utili per salvaguardare la funzionalità degli elettrodomestici come lavatrici e lavastoviglie che vengono molto danneggiati dalla sostanza. L'acqua calcarea, detta anche "dura", quando viene riscaldata rilascia residui che con il tempo si accumulano negli apparecchi, come sulla resistenza elettrica della lavatrice, rendendoli meno affidabili ed efficienti.
Filtro per acqua potabile

Mauk 306 - Filtro per acqua 2 in 1, 5.000 l/h

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,99€


I filtri al carbone attivo e a scambio ionico

Filtro al carbone attivo Il filtro per l'acqua potabile al carbone attivo ha lo scopo di bloccare vari tipi di agenti inquinanti tra cui: pesticidi, clorati e trialometani, composti assai dannosi per la salute. Il sistema non è però in grado di filtrare i batteri ed i nitrati, anch'essi pericolosi per il nostro organismo. Questo filtro è generalmente applicato direttamente al rubinetto, dopo un determinato tempo di utilizzo esso raggiunge una saturazione e deve essere sostituito da uno nuovo. I filtri a scambio ionico funzionano in base agli stessi principi degli addolcitori per l'acqua dura, cioè mediante resine selettive per certi composti, ma sono impiegati per eliminare ioni metallici e nitrati. Anche questi dispositivi non riescono a filtrare i batteri e devono sempre essere rigenerati dopo un certo periodo di uso.

  • acqua Il bene più prezioso per l'intera umanità e per ogni specie vivente è rappresentato dall'acqua, fonte primaria di vita. Assicurare la sua disponibilità a tutti è un vero e proprio dovere sociale. Para...
  • Uno dei modelli migliori Con il termine addolcitore del bagno, si intende il rimedio giusto per evitare che il tanto odiato calcare possa prendere il sopravvento ed un modo per rendere migliore e più pulita l'acqua che quotid...

FILTRO ACQUA ANTICALCARE ATLAS 1/2" DOSAFOS MIGNON2L

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,89€


Il sistema a osmosi inversa e il filtraggio fisico

Dispositivo per osmosi inversa Gli apparecchi ad osmosi inversa si applicano sotto al lavandino e sono molto efficaci per trattenere un'ampia serie di sostanze indesiderate e inquinanti. Il sistema utilizza delle membrane semipermeabili in poliammide per filtrare l'acqua ed eliminare fosfati, calcio, metalli pesanti, particelle radioattive, fitofarmaci ed altri composti. L'osmosi inversa è impiegata anche per desalinizzare l'acqua di mare e renderla potabile. Le membrane del dispositivo devono essere mantenute sempre pulite e poi sostituite dopo un certo numero di utilizzi. Il filtraggio fisico si applica alla sorgente dell'acqua ed è simile ad un setaccio. Riesce a bloccare particelle come la sabbia e le polveri di ferro. È particolarmente adatto per i pozzi e le fontane ma per un uso domestico c'è bisogno di filtri meno grossolani e più specifici.


Filtro acqua potabile: Le diverse tipologie di filtro per l'acqua potabile

Filtro per acqua da rubinetto I filtri caraffa sono indicati per depurare moderate quantità di acqua da bere, senza dover installare alcun dispositivo. Non tutti i modelli però svolgono con efficienza il loro compito, possono essere lenti a filtrare e saturarsi in breve tempo. I filtri collegati al rubinetto sono più funzionali e richiedono un'installazione molto semplice. Sono adatti alla filtrazione di acqua da bere e per cucinare e si può passare da acqua non depurata a depurata e viceversa. Spesso rendono più lento il flusso dell'acqua e non sono compatibili con ogni tipo di rubinetto. I filtri da piano cucina, benché creino un po' di disordine, sono utili per grandi quantità d'acqua e si intasano con difficoltà. I filtri sotto il lavandino occupano spazio solo sotto al mobiletto ma richiedono delle modifiche alle tubature e un foro nel lavandino o piano cucina. I filtri a osmosi inversa, molto efficaci, necessitano di lavori ai tubi e di manutenzione, ingombrano sotto al lavello, sono molto lenti e sprecano acqua nella filtrazione.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO