Ritocco carrozzeria auto

Quando è consigliato il ritocco della carrozzeria

Anche se il danno della carrozzeria è di lieve entità, come gli antiestetici graffi, conviene intervenire al più presto sulla parte danneggiata, onde evitare che il problema degeneri in ruggine.

Il ritocco della carrozzeria fai da te consente in primo luogo di risparmiare sui i costi di un carrozziere professionista. La riparazione può essere eseguita seguendo dei semplici passaggi ed utilizzando un apposito kit di ritocco, acquistabile presso i negozi specializzati in vernici per auto.

Ritocco carrozzeria auto

Auto-K LB9A - Pennarello per ritocco carrozzeria per VW-Audi, colore bianco, 9 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,31€


Il kit da ritocco e la scelta del colore

Per essere sicuri di acquistare la tinta adeguata occorre individuare il codice colore della propria auto. Si tratta di un dato fondamentale per garantire l’omogeneità del risultato. Il codice viene di solito riportato in una targhetta sul cofano ma la posizione cambia a seconda della casa automobilistica.

Considerando che le targhette sono tutte diverse, e non sempre di facile lettura, la cosa più rapida è rivolgersi alla propria concessionaria, o presso negozi specializzati, che sono in grado di reperire velocemente il codice esatto.

Il kit da ritocco comprende la vernice, il trasparente ed i pennelli. Bisogna poi munirsi di alcuni panni, dell’alcol etilico, carta abrasiva a grana 2000P e della pasta abrasiva per auto.

I kit hanno diverse caratteristiche e sono genericamente classificati in kit basic, kit standard e kit professional. La classificazione dipende dalla presenza di più o meno accessori e la differenza di costo tra un kit basic ed un kit professional è mediamente di 20,00 euro.

Un kit basic è dotato, oltre alle istruzioni, della bottiglietta con la vernice, di punte di diverse misure per ritoccare i graffi, di un paio di guanti di lattice e di una penna wizard per rimuovere le strisciate.

Il ritocco può essere effettuato anche con degli appositi pennellini a stilo. Le auto metallizzate o con colori pastello necessitano di un unico pennellino a stilo, con vernice identica a quella della vettura, mentre la carrozzeria ad effetto perlato necessita di due pennellini a stilo, uno del colore dell’auto e l’altro di colore trasparente.

Sia il kit di vernice che lo stilo hanno costi del tutto accessibili.

    Dupli Color 805325/39 - Set di penne per ritocchi alla carrozzeria

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,39€


    Ritocco carrozzeria auto: Come eseguire il ritocco

    La prima regola per eseguire un buon lavoro è la preparazione della parte da trattare. La carrozzeria deve essere ben pulita prima di cominciare il ritocco. Eventuale ruggine andrà asportata con la carta abrasiva, la parte interessata andrà poi protetta con un prodotto antiruggine.

    La pulizia viene completata passando un panno imbevuto d’alcol, in questo modo si avrà la certezza di aver eliminato tutta la polvere ed eventuali residui di grasso.

    Una volta che la superficie è ben pulita, e la lamiera è fredda, si procede con il ritocco vero e proprio.

    I contenitori con la vernice devono essere agitati molto bene prima di cominciare la riparazione. Una biglia all'interno di essi farà si che la vernice si mescoli.

    Col pennello si passa la prima mano di vernice fino a coprire tutta la parte danneggiata, quindi si attendere circa mezz’ora per l'essicazione. Se il danno è più profondo di un superficiale graffio, come può essere un solco provocato da un chiodo, sarà necessario ripetere l’operazione.

    Per le auto in tinta perlata, una volta che la vernice è ben asciutta, occorrerà passare una seconda mano con la vernice trasparente, da far essiccare per mezz’ora. Anche in questo caso la bottiglietta con la vernice dovrà essere agitata molto bene prima dell’uso.

    Onde evitare il deposito di polveri, che potrebbero compromettere il lavoro, è consigliato far passare qualche ora prima di utilizzare l’auto.

    Dopo almeno un giorno il lavoro può essere perfezionato levigando e lucidando la parte ritoccata. Per levigare si utilizza la carta abrasiva effettuando un movimento circolare.

    Infine il lavoro andrà concluso lucidando con un panno ed un po’ di pasta abrasiva. Anche in questo caso si deve effettuare un movimento circolare esercitando una leggera pressione.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO