Riscaldamento a pellet

Il pellet, comodo da usare e da immagazzinare

Chi ama le stufe ma non ha sufficiente spazio per immagazzinare la legna da ardere, ha trovato nel pellet la soluzione ideale ai propri problemi. Il pellet è un combustibile che si ottiene dagli scarti della lavorazione del legname e che ha il vantaggio di essere non solo facilmente trasportabile, ma anche poco ingombrante.

Venduto generalmente in comode sacchette di peso variabile, lo si può portare tranquillamente anche ai piani alti dei palazzi, persino se non si dispone di un ascensore, e tenere poi in casa, perché a differenza della legna, il pellet non sporca e ingombra davvero poco. Il diametro dei piccoli cilindri, infatti, non raggiunge neanche 1 cm.

Considerato il suo elevato potere calorifico, questo combustibile di ultima generazione è senza dubbio più efficace rispetto al legno perché anche se la sua produzione non prevede l'aggiunta di sostanze che ne possano alterare la naturalità, la realizzazione dei cilindri avviene in seguito a un complesso processo di essiccatura e successiva compressione della segatura. Proprio questo procedimento fa sì che vengano esaltate le proprietà stesse del combustibile e che lo stesso sia in grado di produrre una maggior quantità di calore senza emettere sostanze che possano risultare nocive per l'ambiente.

Riscaldamento a pellet

PELLET PULISCI STUFA CLEAN EVERGREEN 2KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,9€


Come usare il pellet

pelletIl pellet, proprio perché si tratta di un combustibile particolare, non può di certo essere utilizzato con qualsiasi tipo di stufa. Ne esistono infatti di specifiche, che possono essere alimentate soltanto con il pellet e che vengono installate da personale specializzato. Le stufe a pellet sono progettate in modo tale che siano dotate di caratteristiche ben specifiche, realizzate con materiali adatti a sopportare le elevate temperature che possono essere raggiunte. Queste stufe, inoltre, sono curate anche dal punto di vista estetico e, allo stesso modo delle più comuni termostufe, vengono scelte spesso in abbinamento con il mobilio e con il resto dell'arredamento, sia in relazione al colore che alla decorazione. Si tratta di stufe che possono essere programmate con un timer, in modo tale che l'accensione possa essere fatta partire anche in un momento in cui non si è in casa. Così, se si torna tardi da lavoro, si può fare in modo di trovare la casa già calda. La stufa a pellet, grazie all'impianto idraulico che la collega ai termosifoni, permette di riscaldare contemporaneamente tutte le stanze della casa e di produrre l'acqua calda che può essere utilizzata sia in cucina che in bagno.

  • stufa pellet Tra i diversi generatori termici presenti in commercio, sono presenti alcuni modelli, apostrofati come convenienti, comodi, estremamente funzionali. Questi produttori di calore, si caratterizzano per ...

9 KW - ANTRACITE - STUFA A PELLET STUFETTA PER RISCALDAMENTO CASA FUOCO CALDO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 820€


Manutenzione, pulizia e sicurezza della stufa a pellet

Pulizia e sicurezza della stufa a pelletIl riscaldamento a pellet offre enormi vantaggi a chi ne fa uso ma allo stesso tempo richiede anche una manutenzione necessaria ai fini del suo funzionamento. Innanzitutto la stufa a pellet, esattamente come il classico camino a legna, necessita di essere regolarmente pulita, possibilmente ogni giorno, e per risparmiare tempo si può acquistare uno degli strumenti in vendita per l'aspirazione della cenere. Anche se potrebbe richiedere periodicamente dei costi aggiuntivi, la stufa a pellet richiede una manutenzione che è opportuno venga effettuata all'inizio e alla fine della stagione invernale. Si tratta in particolar modo di un controllo mirato a verificare il corretto funzionamento sia del sia del termostato che del cronotermostato, che servono a regolare la temperatura. Applicando tali piccoli accorgimenti, si è così tranquilli di tenere sotto controllo i consumi e di accendere la stufa sempre in condizione di sicurezza.


Riscaldamento a pellet: I costi

Non tutti sanno che per l'installazione di una stufa a pellet è possibile ottenere degli incentivi economici. Si tratta nello specifico di agevolazioni fiscali previste per ristrutturazioni edilizie e per il risparmio energetico, che possono ammontare fino al 50% della spesa complessiva sostenuta per l'installazione. Tale cifra non verrà rimborsata nell'immediato ma, una volta accordata, l'importo corrispondente potrà essere scaricato dalle imposte dei successivi dieci anni.

Per quanto riguarda invece il costo relativo all'utilizzo di questo tipo di riscaldamento e dunque all'acquisto del pellet, è bene ricordare che nella stagione invernale i prezzi delle singole sacchette tendono a salire, in linea con l'aumentare della richiesta e dei consumi. La cosa migliore, dunque, è quella di fare una scorta di questo combustibile nel corso della stagione estiva, così da garantirsi un notevole risparmio.



COMMENTI SULL' ARTICOLO