Ambiente cucina

Consigli per la cucina

Prima ancora che intervenire per risolvere dei problemi è importante comportarsi nel modo corretto per prevenire l’insorgere di malfunzionamenti e fastidi, ecco alcuni atteggiamenti che devono diventare parte della quotidianità, in modo tale da prevenire il formarsi di quelli che sono i maggiori nemici della salute della cucina: umidità e calcare in primis, ma anche fumo e vapore derivati dalla cottura.

Per prima cosa quando si installa la cucina è opportuno richiedere all’idraulico la certificazione di lavoro eseguito a regola d’arte, in questo modo non ci saranno problemi nel caso dovessero presentarsi guasti.

In secondo luogo trattate sempre la cucina con attenzione, seguendo queste semplici regole:

- Per limitare il vapore nella cucina accendete la cappa ogni volta che accendete in fornello per cucinare qualcosa

- Sostituite periodicamente i filtri della cappa, quando vedete che cominciano a cambiare colore

- Cercate di non bagnare eccessivamente i loghi di giuntura tra i mobili, come ad esempio l’alloggiamento del lavello e del piano cottura; le giunture sono sigillate, ma è meglio evitare infiltrazioni d’acqua che potrebbero causare assorbimento e rigonfiamento delle componenti dei mobili con perdita di sicurezza ed efficienza dei componenti della cucina

- Non aprite la lavastoviglie al termine del lavaggio, lasciate che si raffreddi altrimenti il vapore caldo che ne esce all’apertura potrebbe danneggiare i meccanismi di chiusura dell’elettrodomestico e i suoi componenti elettrici

- Non lasciate superfici bagnate, oltre al rischio di infiltrazioni c’è il rischio che si formi calcare, tenete a portata di mano una piccola salvietta, l’operazione di asciugatura sarà molto rapida

- Tenete le confezioni di detergenti lontane dalle fonti di calore (ad esempio quello della lavastoviglie) e in ogni caso sempre chiuse per bene, i vapori di certi detersivi sono corrosivi e possono rovinare le parti metalliche della cucina.

Consigli per la cucina

Deodorante naturale per ambienti, bambù, pulisce l'aria, per cucina, bagno, armadio, WC, auto, camera da letto, carboni attivi da 200 g,100% biodegradabile e ecologico

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,37€


Ambiente cucina: Manutenzione e pulizia della cucina

Manutenzione e pulizia della cucinaTutti i mobili, qualunque sia il materiale con cui sono costruiti, vanno puliti di frequente per evitare degli accumuli ostinati di grasso e sporco della cottura o della preparazione di cibi. Così facendo si può pulire con delicatezza senza dover strofinare, utilizzando un panno morbido e umido (non bagnato) e con l’aiuto di qualche prodotto specifico. Da bandire l’utilizzo di prodotti abrasivi che rovinano le finiture e prodotti a base acida che sono troppo aggressivi, come ad esempio i prodotti anticalcare.

Per le superfici in laminato si possono utilizzare prodotti antialone come quelli per le pulizie dei vetri, oppure acqua e alcool o acqua e ammoniaca (in minima parte). Per le superfici in legno è più indicato l’utilizzo della sola acqua strofinando nel senso delle venature, nei casi di sporco ostinato l’ideale è una miscela di acqua e alcool, al termine della pulizia è indispensabile asciugare la superficie pulita perché i pori del legno hanno la tendenza ad assorbire i liquidi. Per le superfici laccate utilizzate soltanto una miscela di acqua e alcool o acqua e detergente per vetri con un panno morbido, il laccato teme gli agenti chimici e anche la luce diretta del sole che ne modifica il colore.

I piani di lavoro in granito o marmo sono trattati con un antimacchia ma ciò non toglie che alcuni prodotti se lasciati a contatto lascino comunque degli aloni. Pertanto è indispensabile non lasciare a contatto con questi materiali gli alimenti a base acida come vino, aceto, limone e nemmeno alimenti molto coloranti come caffè, carne cruda e verdure. Questi piani di lavoro vanno puliti con detersivi neutri o acqua e alcool.

Lavelli e piani cottura sono i più soggetti a deterioramento perché sono le parti più utilizzate, per questo motivo è importante eliminare lo sporco prima possibile utilizzando detergenti neutri e acqua calda, e in un secondo momento se lo sporco è resistente o sono rimaste macchie d’acqua è bene utilizzare un prodotto specifico per acciaio inox, ma mai con panni abrasivi o prodotti aggressivi o acidi, al termine della pulizia è indispensabile asciugare con cura per evitare che restino le macchie d’acqua del risciacquo.

Se invece queste superfici sono smaltate oppure in resina è indispensabile agire con la massima cura e attenzione perché si tratta di superfici che si rigano, macchiano e ammaccano molto facilmente, vanno pulite con detergenti neutri molto di frequente e con panni particolarmente morbidi.

    Innotree Termometro di Cottura Digitale con Display LCD, 5s Lettura istantanea, FDA ha certificato acciaio inossidabile sonda e dello copertura protettiva per grill, barbecue, fumatore, cottura, carne, tacchino, caramelle

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€
    (Risparmi 14,92€)



    COMMENTI SULL' ARTICOLO